Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L40 Separazione e Divorzio<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 560 € 46,00</span> OP14 Codice della Separazione del Divorzio e Tutela dei Minori - Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 1312 € 69,00</span> Lex2 Il Divorzio Breve<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 72 € 15,00</span> L20 Figli Genitori Famiglia Aspetti Giuridici, Personali e Patrimoniali dopo la Riforma della Filiazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2014 , pag. 672 € 74,00</span> 336 Concorso 2329 Funzionari Ministero della Giustizia - QUIZ RIPAM per la prova preselettiva comune a tutti i profili<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 784 € 34,00</span> 327/4 Istruttore e Istruttore Direttivo Area Tecnica Enti Locali Categorie C e D - Manuale Completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XV, pag. 1320 € 48,00</span>
S.I.M.
Salario
Salute
Sanatoria
Sanzione
Schiavitù
Scioglimento
Sciopero
Scissione di società
Scomparsa
Sconto
Scontrino fiscale
Scriminanti
Scrittura privata
Scritture contabili
Seggio elettorale
Segretario
Segreto
Semestre bianco
Semidetenzione
Semilibertà
Semipresidenzialismo
Semplificazione amministrativa
Senato
Senatore
Sentenza
Separazione
Sequela
Sequestro
Serrata
Servitù prediale
Servizi
Servizio
Sesso
Sezioni specializzate
Sfratto
Sfruttamento della prostituzione
Sgravi fiscali
Silenzio
Simulazione
Sinallagma
Sindacato
Sindaco
Sinistro
Sistema tributario
Sistemi
Soccombenza
Società
Socio
Sofferenza
Soggettività
Soggetto
Soggezione
Sollecitazione all’investimento
Sommarie informazioni
Somministrazione
Sondocrazia
Sopraelevazione di edificio
Sopravvenienza
Sospensione
Sostituto d’imposta
Sostituto procuratore
Sostituzione
Sottoscrizione
Sottosuolo e spazio aereo
Sottrazione
Sovranità
Spazio Economico Europeo
Specialità
Specificazione
Spedizione
Spese di giustizia
Sponsali
Sponsorizzazione
Stampa
Stato
Stato
Status
Statuto
Strage
Straniero
Strumenti
Studi di settore
Studio
Stupefacenti
Subcontratto
Subfornitura
Sublegato
Subordinazione
Successione
Suffragio universale
Suitas
Supercondominio
Superficie
Supplenza
Supremazia
Surrogatoria
Surrogazione
Sussidiarietà
Sussidio
Svalutazione monetaria


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Separazione
() dei beni del defunto (d. civ.)
Istituto diretto ad impedire la confusione del patrimonio del defunto con quello dell'erede, al fine di garantire che i creditori o legatari del de cuius possano soddisfarsi sul patrimonio ereditario a preferenza dei creditori dell'erede (artt. 516 ss. c.c.).
La (—), pertanto, tutela i creditori del defunto quando la confusione dei due patrimoni può cagionare ad essi un danno, per la sussistenza, ad esempio, di debiti nel patrimonio dell'erede. La confusione dei patrimoni comporterebbe, infatti, per i creditori del defunto il concorso con quelli dell'erede per soddisfarsi sull'unico patrimonio.
La separazione investe non tutto il patrimonio del defunto, ma solo i singoli beni per i quali è richiesta. Essa giova solo ai creditori e ai legatari che l'abbiano chiesta; più precisamente, i creditori ed i legatari separatisti hanno diritto a soddisfarsi sui beni separati a preferenza dei creditori e dei legatari che non hanno chiesto la (—), sempreché i beni non separati siano sufficienti a soddisfare le ragioni dei non separatisti.
() dei beni fra i coniugi (d. civ.)
Il regime di separazione dei beni, che era quello legale prima della riforma del diritto di famiglia e che attualmente può essere costituito mediante apposita convenzione matrimoniale, si caratterizza per il fatto che ciascuno dei coniugi ha la titolarità esclusiva dei beni acquistati durante il matrimonio, sempre che riesca a dare la prova della proprietà esclusiva; ha, inoltre, il godimento e l'amministrazione dei beni di cui è titolare esclusivo e i redditi derivanti da tali beni sono attribuiti esclusivamente al coniuge che ne risulta titolare.
() dei coniugi (d. civ.; d. proc. civ.)
Consiste nell'interruzione effettiva e stabile della convivenza coniugale e dà vita a uno stato giuridico dei rapporti coniugali avente carattere potenzialmente transitorio, in quanto può essere fatto cessare in ogni momento, senza bisogno di alcuna formalità, con una semplice riconciliazione (art. 157 c.c.). La (—) non fa venir meno il vincolo matrimoniale.
L'istituto della (—) è stato modificato dalla legge sulla riforma del diritto di famiglia (L. 151/75) e da recenti interventi normativi.
In seguito alla (—) cessa la presunzione di paternità e si scioglie la comunione legale.
Il diritto civile disciplina due forme di (—):
— (—) giudiziale, richiesta da una parte nei confronti dell'altra. Il suo fondamento (art. 151 c.c.) è il verificarsi, anche indipendentemente dalla volontà di uno o di entrambi i coniugi, di fatti tali da rendere intollerabile la prosecuzione della convivenza o da recare grave pregiudizio alla educazione della prole. Il procedimento si conclude con sentenza.
— (—) consensuale, richiesta da entrambi i coniugi mediante un accordo col quale, limitatamente agli interessi disponibili, pongono le regole dei loro futuri rapporti.
() dei processi (d. proc. civ.)
È il fenomeno inverso rispetto alla riunione dei processi e si verifica quando il giudice ritenga opportuna la trattazione disgiunta di processi trattati congiuntamente.
È previsto che il giudice istruttore o il collegio possano disporre la separazione delle azioni proposte cumulativamente nello stesso processo quando vi sia l'istanza di tutte le parti, o quando la continuazione della loro riunione ritarderebbe o renderebbe più gravoso il processo.
Tale facoltà di (—) però sussiste sempreché si verta in materia di litisconsorzio facoltativo e non di litisconsorzio necessario [Litisconsorzio] o si tratti di più azioni, pur non connesse oggettivamente, proposte contro la stessa parte.