Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
44/3 Eserciziario di Microeconomia<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 304 € 16,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> PK14/4 Il Codice per l'esame di Stato di Economia Aziendale...in tasca<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 688 + 96 € 12,50</span>
Back spread
Back-to-back credit
Bain, Joe
Banca
Banca centrale
Banca Centrale Europea
Banca Centrale Nazionale
Banca commerciale
Banca d'affari
Banca d'Interesse Nazionale
Banca d'Italia
Banca dei Regolamenti Internazionali
Banca di credito cooperativo
Banca etica
Banca Europea degli Investimenti
Banca Internazionale d'Investimento
Banca Internazionale di Cooperazione Economica
Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo
Banca mista
Banca mondiale
Banca popolare
Banca specializzata
Banca universale
Bancaria, scuola
Banche comunitarie
Banche dichiaranti alla banca dei regolamenti internazionali
Banche extracomunitarie
Banche nazionali
Banche secondarie
Banconota
Bancor
Bank Charter Act
Bank of England
Banking school
Banque de France
Baran, Paul Alexander
Baratto
Barone, Enrico
Barriera doganale
Barriera non tariffaria
Barriera tariffaria
Barriere all'entrata
Barro, Robert J.
Barro, teorema di
Barter
Base aurea
Base imponibile
Base monetaria
Baumol, William
Bayes, Thomas
BCE
BCN
Bear
Becker, Gary Stanley
Bedaux, sistema di
Beggar my neighbour policy
Behaviorismo
BEI
BEN
Benefici accessori
Beneficio
Beneficio marginale sociale
Benelux
Benessere
Benessere economico netto
Beni complementari
Beni concorrenti
Beni demaniali
Beni di club
Beni di Giffen
Beni diretti
Beni discreti
Beni economici
Beni finali
Beni inferiori
Beni meritori
Beni necessari
Beni patrimoniali
Beni pubblici
Beni rifugio
Beni strumentali
Beni succedanei
Bernoulli
Bernoulli [variabile casuale]
BERS
Bertrand, modello di
BICE
Big bang
Big push
Big Six
Biglietti di banca
BII
Bilancia commerciale
Bilancia dei pagamenti
Bilancia valutaria
Bilancio consuntivo
Bilancio d'esercizio
Bilancio dello Stato
Bilancio di pieno impiego
Bilancio di previsione
Bilancio pluriennale
Bilateralismo
Bimetallismo
Bimetallismo zoppo
BIN
Binomiale
Biometria
BIRS
Bisogni
Bisogni collettivi
Bisogni individuali
Bisogni indotti
Bisogni primari
Bisogni saziabili
Bisogni secondari
BLUE
Blue chips
BOC
Bohm-Bawerk, Eugen von
Boicottaggio
Bonds
Books runner
Boom
Bootstrap
Borsa Italiana S.p.A.
Borsa merci
Borsa nera
Borsa o borsa valori
Borsa telematica
Borsa valori
Borsa, contratti di
Borsino
BOT
Bought deals
Box e Cox
Box-Plot
Brain storming
Brand image
Break-even point
Bresciani Turroni, Costantino
Bretton Woods
Breve periodo
BRI
Briefing
Broker
BTE
BTP
BTP futures
Buchanan, James M.
Budget
Bull
Bull and bear bonds
Bullionismo
Bund
Bundesbank
Buoni del Tesoro in Ecu
Buoni del Tesoro Poliennali
Buoni Ordinari Comunali
Buoni Ordinari del Tesoro
Buoni postali fruttiferi
Burocrazia
Business game
Business plan
Buy-back
Buyers' market
By-product




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Interesse

Compenso che spetta a colui che presta una somma di denaro. Dipende dall'ammontare del capitale prestato, dal saggio o tasso di interesse e dal tempo di durata del prestito.
Per molto tempo condannato dalla morale e dalle religioni (in quanto assimilato all'usura), confuso poi con il profitto dalla scuola classica ed in seguito prospettato come componente del plusvalore (v.) nella teoria marxiana, l'interesse è stato oggetto di approfondite analisi da parte della scuola neoclassica.
Nella sua formulazione più semplicistica, l'interesse è determinato dalle attività reali (investimenti e risparmi): coloro che domandano fondi da investire (gli imprenditori) sono disposti a pagare un prezzo (il tasso d'interesse, appunto) pur di avere la disponibilità di questi fondi; coloro che invece offrono fondi (i risparmiatori) devono essere ricompensati per aver procrastinato il loro consumo.
Più raffinata è l'analisi della scuola austriaca (v.): secondo Böhm-Bawerk (v.) il saggio di interesse è l'espressione del grado di preferenza dei beni presenti rispetto a quelli futuri. Questa preferenza dipende dal fatto che il bene presente è sicuro e tangibile mentre quello futuro è incerto; così si giustifica la presenza di un tasso d'interesse positivo che uguagli i beni futuri a quelli attuali.
Tale tasso è, inoltre, tanto più elevato quanto maggiore è il capitale (v.) dato a prestito; da questa affermazione deriva il fatto che il capitale è funzione crescente del tasso d'interesse.
Al contrario la domanda di capitali risulta essere funzione inversa dell'interesse; infatti, un aumento delle richieste di capitali, in obbedienza alla legge dei rendimenti decrescenti (v.), comporta un calo del tasso d'interesse.
L'intersezione tra domanda ed offerta di capitale determina il tasso d'interesse effettivo del mercato.
Lo svedese Wicksell, sviluppando il pensiero di Böhm-Bawerk, fa coincidere il tasso effettivo con il tasso del mercato monetario. Tale tasso è fissato dalle banche, principali dententrici della moneta disponibile, ed è uguale alla produttività marginale del capitale.
Sempre seguendo l'impostazione data dalla scuola austriaca e sempre tenendo conto del complesso legame che sussiste tra capitale e interesse, I. Fisher (v.) pone in evidenza come vi sia una preferenza temporale per i beni presenti rispetto a quelli futuri dovuta all'impazienza dei soggetti economici a soddisfare i propri bisogni nel breve periodo. Soltanto qualora si raggiunga un equilibrio nel mercato dei capitali tra i diversi saggi di impazienza (normalmente condizionati da fattori soggettivi quali la disponibilità presente e futura di alcune risorse o la sottostima dei bisogni futuri) ed i saggi di opportunità di investimento vi sarà una determinazione del saggio d'interesse.
Secondo il pensiero di Keynes (v.) la giustificazione di un saggio di interesse è data dal fatto che se il mutuante non fosse ricompensato preferirebbe detenere denaro in forma liquida piuttosto che prestarlo (v. Preferenza per la liquidità).
Keynes, analizzando la domanda di risparmio (e di investimento), confronta il tasso d'interesse, che è funzione inversa degli investimenti, all'efficienza marginale del capitale (v.); quest'ultima è definita come quel saggio d'interesse che eguaglia il valore attuale dei rendimenti netti di un investimento al costo dell'investimento stesso. In pratica, affinché un investimento sia profittevole è necessario che l'efficienza marginale del capitale sia sempre superiore al tasso d'interesse. Ragionando per aggregati, una politica d'espansione del credito portando il tasso d'interesse al di sotto dell'efficienza marginale del capitale, comporterà un'espansione degli investimenti e del reddito nazionale.

Approfondimento: Ogni uomo deve essere perfettamente libero di perseguire il proprio interesse.