Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C1 Codice Civile Annotato con la Giurisprudenza - collana i Codici Commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXI, pag. 3520 € 72,00</span> E1/A Codice Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XIX, pag. 1472 € 22,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 576 € 35,00</span> 63/1 Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 960 € 40,00</span> IP5 Ipercompendio Diritto Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 320 € 16,00</span> 5/2 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Privato<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 400 € 16,00</span>
T.A.R.
T.F.R.
T.U.I.R.
Tassa
Tassatività
Telefax
Telegramma
Telelavoro
Televendita
Tempo
Tempus regit actum
Tendenza a delinquere
Tentativo
Tenuità del fatto
Termine
Termine ragionevole del processo
Territorialità della legge penale
Territorio dello Stato
Terzo
Testamento
Testimonianza
Testo unico
Tipicità
Titolarità
Titolo
Tolleranza
Traditio
Transazione
Translatio judicii
Trapianto di organi
Trascrizione
Trasformazione di società
Trasparenza
Trasporto
Trattamento dei dati personali
Trattamento di fine rapporto
Trattativa privata
Trattative
Trattato
Trattazione della causa
Tribunale
Tributo
Truffa
Tutela


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Testamento (d. civ.)
Atto col quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse.
È un atto mortis causa, in quanto la sua funzione consiste nella determinazione della sorte dei rapporti patrimoniali in conseguenza della morte del testatore.
È un negozio giuridico unilaterale, non recettizio, revocabile, unipersonale (in quanto è posto in essere da un unico soggetto) e formale [Forma].
Per quanto riguarda la capacità di testare, disciplinata dalla legge nazionale del disponente, l'art. 591 c.c. precisa che essa è propria di tutti coloro che non sono dichiarati incapaci dalla legge: nel caso di incapacità il (—) può essere impugnato da chiunque vi abbia interesse nel termine di prescrizione di cinque anni dal giorno in cui è stata data esecuzione alle disposizioni testamentarie.
Il (—) ha un contenuto tipico costituito dal contenuto patrimoniale nel quale il de cuius può istituire uno o più eredi [Erede], cioè indicare i soggetti che siano destinatari dei beni a titolo universale e attribuire uno o più legati, ma può avere altresì un contenuto atipico, potendo comprendere anche disposizioni di carattere non patrimoniale, quali la designazione di un tutore [Tutela], il riconoscimento di figlio naturale, la riabilitazione dell'indegno, la nomina dell'esecutore testamentario.
La disciplina internazional-privatistica è ispirata al principio del favor testamenti: il (—), infatti, può assumere diverse forme, tutte valide se considerate tali dalla legge dello Stato nel quale il testatore ha disposto, o, alternativamente, dello Stato di cittadinanza, di domicilio o di residenza (art. 48 L. 218/95).
() congiuntivo
Il (—) congiuntivo è quello fatto da due o più persone nel medesimo atto, unico ed inscindibile, in modo che non possano essere identificate le disposizioni che provengono dai singoli testatori. È vietato dal nostro ordinamento.
() olografo
È il (—) redatto, datato e sottoscritto personalmente dal testatore. È, pertanto, necessaria l'autografia. Ha valore di scrittura privata.
() pubblico
È un documento redatto con le richieste formalità da un notaio alla presenza di testimoni.
Esso deve essere sottoscritto dal testatore, dai testimoni e dal notaio e deve esser datato.
Ha natura di atto pubblico.
() reciproco
Il (—) reciproco (o corrispettivo) è quello in forza del quale due soggetti si istituiscono, nel medesimo (—), reciprocamente erede o legatario l'uno dell'altro: anche questa forma di (—) è vietata dalla legge (art. 589 c.c.), perché in contrasto con l'autonomia e l'unipersonalità del (—).
() segreto
Questa forma di (—) cumula i vantaggi del (—) olografo e del (—) pubblico, perché, da un lato, consente al testatore di tenere segreto il contenuto delle sue disposizioni, dall'altra assicura l'intangibilità dell'atto e la certezza della data.
Infatti, il (—) segreto consiste nella consegna solenne di una scheda contenente le disposizioni testamentarie al notaio, che la riceve redigendone verbale e la conserva tra i suoi atti.
() speciale
Accanto alle forme testamentarie ordinarie, sussistono ipotesi di (—) speciale, cui si ricorre allorché sussistano particolari presupposti, quali malattie contagiose, calamità pubbliche o infortuni (art. 609 c.c.), viaggio in mare o in aereo (artt. 611 e 616 c.c.), situazione di guerra (art. 617 c.c.). I (—) speciali, oltre a regole diverse in ordine alle competenze e alle modalità di formazione dell'atto, si caratterizzano in via generale per il fatto che perdono efficacia decorsi 3 mesi dal ritorno alla situazione normale, nella quale è possibile testare secondo i criteri normali.
Revoca del ()
Il (—) è atto per definizione revocabile, per cui l'art. 679 c.c. sancisce che non si può assolutamente rinunciare alla facoltà di revocare o mutare le disposizioni testamentarie.
La revoca può essere:
— espressa: si realizza mediante una dichiarazione contenuta in un nuovo (—) o in un atto pubblico, con cui il testatore cancella, in tutto o in parte, la disposizione anteriore;
— tacita: si ha allorché un nuovo (—), anche se non è volto ad eliminare in modo esplicito i precedenti, annulla soltanto le disposizioni con esso incompatibili;
— presunta: si verifica quando il (—) olografo viene distrutto, lacerato o cancellato, in tutto o in parte, a meno che si dimostri che tali eventi siano da imputare a persone diverse dal testatore, oppure che il testatore non aveva l'intenzione di revocarlo.