Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
504/4 Codice Civile e di Procedura Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXIII, pag. 1664 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> C100 Codice Civile (C1) + Codice Penale (C3) - Annotati con la Giurisprudenza<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 3520 + 1984 € 126,00</span> C1 Codice Civile Commentato - Annotato con la Giurisprudenza + Appendice di aggiornamento novembre 2020<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXII, pag. 3456 € 72,00</span> 504/1 Codice Civile Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLI Settembre, pag. 1728 € 16,00</span> E1/A Codice Civile Esplicato minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI Settembre, pag. 1472 € 22,00</span>
T.A.R.
T.F.R.
T.U.I.R.
Tassa
Tassatività
Telefax
Telegramma
Telelavoro
Televendita
Tempo
Tempus regit actum
Tendenza a delinquere
Tentativo
Tenuità del fatto
Termine
Termine ragionevole del processo
Territorialità della legge penale
Territorio dello Stato
Terzo
Testamento
Testimonianza
Testo unico
Tipicità
Titolarità
Titolo
Tolleranza
Traditio
Transazione
Translatio judicii
Trapianto di organi
Trascrizione
Trasformazione di società
Trasparenza
Trasporto
Trattamento dei dati personali
Trattamento di fine rapporto
Trattativa privata
Trattative
Trattato
Trattazione della causa
Tribunale
Tributo
Truffa
Tutela


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Trattato (d. internaz.)
Costituisce la principale fonte del diritto internazionale; esso può essere definito come l'incontro tra due o più manifestazioni di volontà, da parte di soggetti del diritto internazionale, volte a creare, modificare o estinguere norme giuridiche internazionali.
Il (—) è una fonte di norme particolari, valide cioè solo per le parti contraenti, ed ha una origine volontaria. Esso può avere luogo solo tra soggetti di diritto internazionale: la capacità di stipulare accordi è, infatti, una conseguenza della personalità giuridica internazionale, in quanto nel diritto internazionale non c'è differenza tra capacità giuridica e capacità di agire.
La validità del (—) solo per le parti contraenti ha come logica conseguenza quella di non vincolare in alcun modo gli Stati terzi non contraenti; in altre parole si applica il principio pacta tertiis neque nocent neque prosunt.
I (—) sono variamente classificati dalla dottrina internazionalistica che distingue tra (—):
— bilaterali o collettivi (o multilaterali). Sono bilaterali quei (—) che regolano i rapporti e gli interessi specifici intercorrenti fra due Stati. Sono, invece, multilaterali, quelli che regolano materie di interesse più generale e che intercorrono tra più Stati. Di questa seconda categoria di trattati si ha un continuo incremento grazie anche all'azione delle Nazioni Unite che, in seno alla Commissione di Diritto Internazionale, predispone numerose convenzioni collettive;
— chiusi o aperti, rispetto alla possibilità di adesione che hanno gli Stati terzi. Solo i (—) collettivi o multilaterali possono essere chiusi o aperti. La clausola che consente la partecipazione al (—) di uno Stato terzo è detta clausola di adesione o accessione. Essa può essere o meno limitata ad alcuni Stati;
— politici, commerciali, di navigazione in base all'oggetto principale del (—);
— permanenti o transitori, a seconda della durata degli effetti del (—);
— che danno vita a regole materiali (se disciplinano comportamenti degli Stati) o formali (se istituiscono fonti che creano altre norme come ad esempio il (—) istitutivo della Comunità europea).
La disciplina essenziale relativa ai (—) è contenuta nella Convenzione di Vienna sul diritto da trattati approvata nel 1969 ed entrata in vigore nel 1980.
Altre importanti Convenzioni dedicate al diritto dei (—) sono la Convenzione di Vienna del 23 agosto 1978 sulla successione degli Stati nei trattati, entrata in vigore il 6 novembre 1996 e non ratificata dall'Italia, e la Convenzione di Vienna del 21 marzo 1986 sul diritto dei (—) condivisi tra Stati e organizzazioni internazionali, non ancora entrata in vigore né ratificata dall'Italia.