Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
32/1 Compendio di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 256 € 17,00</span> 54A/9 I Quaderni del Praticante Avvocato - Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 176 € 15,00</span> 32 Manuale di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI, pag. 320 € 24,00</span> 22 Diritto Canonico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 VIII, pag. 320 € 24,00</span> 222/1 Elementi di Diritto Canonico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2008 , pag. 128 € 8,00</span> 32/2 Schemi & Schede di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2007 , pag. 224 € 14,00</span>
De synodalibus causis ed disciplini ecclesiastici
Decima
Decretali
Decretalisti
Decreti generali
Decreti singolari
Decretisti
Decretum di Burcardo
Decretum Gelasianum
Decretum magistri Gratiani
Dedicazione
Dei Verbum
Delegati apostolici
Delitti
Diacono
Diacono permanente
Dictatus papae
Difensore del vincolo
Digiuno
Digiuno eucaristico
Dimissione dei religiosi
Dimissione dello stato clericale
Diocesi
Diplomazia pontificia
Diritto canonico
Diritto ecclesiastico
Diritto penale della Chiesa
Dispensa
Dispensa dagli impedimenti matrimoniali
Dolo
Domicilio



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico
Errore can. 125-126 c.j.c.

Falso giudizio sulla realtà che produce determinate conseguenze giuridiche
Si distinguono due tipi di (—):
— l’(—) vizio, detto anche motivo o accidentale, che inficia il processo formativo della volontà;
— l’(—) ostativo, denominato anche (—) essenziale, che inficia la fase di manifestazione della volontà per cui si dichiara di volere ciò che in realtà non si vuole.
La differenza tra i due tipi è che nel primo caso la volontà esiste ma è viziata, nel secondo caso la volontà non esiste affatto.
L’(—)-vizio a sua volta è distinto in (—):
di fatto: falsa percezione o rappresentazione della realtà;
di diritto: ignoranza o falsa conoscenza della norma giuridica; questo tipo di (—), ove concerna leggi irritanti (cioè che stabiliscono la nullità di un atto) o inabilitanti (che stabiliscono la inabilità di una persona) non è mai scusabile.
Circa le conseguenze, il codice di diritto canonico stabilisce che l’atto è nullo se l’(—) verte sulla sostanza dell’atto o ricade sulla condizione sine qua non; in ogni altro caso l’atto, di per sé, è valido ma è soggetto ad azione rescissoria.