Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
IP3 Ipercompendio Diritto Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 352 € 17,00</span> E3 Codice Penale Esplicato spiegato Articolo per Articolo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIV, pag. 1568 € 43,00</span> 503/3 Codice Penale e di Procedura Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXIV, pag. 1792 € 25,00</span> 3/2 Compendio di Diritto Penale - Parte generale e speciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIV, pag. 640 € 25,00</span> 3  Manuale di Diritto Penale (Parte generale)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXX, pag. 512 € 30,00</span>
O.C.S.E.
O.I.L.
O.I.N.G.
O.L.P.
O.M.S.
O.N.L.U.S.
O.N.U.
O.P.A.
O.P.E.C.
O.P.S.
O.P.V.
Obbedienza
Obbligatorietà
Obbligazione
Obbligazioni
Obblighi del datore di lavoro
Obbligo
Obiezione di coscienza
Obiter dicta
Oblazione
Occultamento di cadavere
Occupatio bellica
Occupazione
Occupazione [promozione della]
Offendicula
Offensività
Offerta
Oggetto
Oligopolio
Olografo
Oltraggio
Omicidio
Omissione
Omologazione della separazione consensuale tra coniugi
Onerato
Onere
Oneri accessori
Onerosità
Onorario
Onore
Onorificenze
Opera
Opera dell’ingegno
Operaio
Opere di ingegno del lavoratore
Opere pubbliche
Opinio juris ac necessitatis
Opponibilità
Opposizione
Opzione
Oralità
Orario di lavoro
Ordinamento
Ordinanza
Ordinaria amministrazione
Ordine
Ordini
Organi
Organismo di rappresentanza unitaria
Organizzazione internazionale
Organizzazioni
Organo
Osservatori internazionali
Ostaggio
Osterie e pubblici spacci di bevande alcooliche
Ostruzionismo
Ottemperanza
Outsourcing


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Vilipendio [reati di] (d. pen.)
Delitti che si realizzano con un fatto di (—), ossia con espressioni di disprezzo, di contumacia, di offesa, di svilimento verso persona, istituzioni e cose.
Il (—) può essere compiuto con parole, con scritti, con gesti o atti, come il lancio di materie ed oggetti oltraggiosi. Quindi, il (—) per costituire delitto deve essere commesso pubblicamente.
() alla Repubblica
L'art. 290 c.p., da ultimo modificato dalla L. 24-2-2006, n. 85, in materia di reati di opinione, punisce chiunque vilipende la Repubblica, le Assemblee legislative o una di queste, ovvero il Governo o la Corte Costituzionale o l'ordine giudiziario oppure la Forze armate dello Stato e quelle della liberazione. Quanto alle istituzioni protette dalla norma, va rilevato che l'ordine giudiziario di cui parla l'art. 290 c.p. è soltanto la magistratura ordinaria di cui all'art. 104 Cost.; le Forze armate dello Stato comprendono anche i carabinieri e la Polizia di Stato.
Il vilipendio, per costituire delitto, deve essere commesso pubblicamente (art. 266, co.2, c.p.)
Pena: Multa da 1.000 a 5.000 euro.
() alla nazione italiana
Su tale fattispecie (art. 291 c.p.) ha inciso la L. 85/2006, la quale punisce chiunque pubblicamente vilipende la nazione italiana. Nazione italiana è la comunità degli italiani, uniti dalla comunanza di storia, di lingua, di memoria, di costumi e di aspirazioni.
Anche qui il fatto deve essere commesso pubblicamente (art. 266, co. 2, c.p.).
Pena: Multa da 1.000 a 5.000 euro.
() e danneggiamento alla bandiera o ad altro emblema dello Stato
A seguito della sua riformulazione ad opera della L. 85/2006, l'art. 292 c.p. punisce chiunque vilipende con espressioni ingiuriose la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato e chiunque pubblicamente e intenzionalmente distrugge, disperde, deteriora, rende inservibile o imbratta la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato. Due le ipotesi aggravate: la prima, configurabile quando il fatto sia commesso in occasione di una pubblica ricorrenza o di una cerimonia ufficiale e la seconda, che tipizza il vilipendio reale (nel caso di imbrattamento, laceramento, calpestamento, deturpamento, alterazione degli elementi che costituiscono il vessillo della bandiera) sanzionando penalmente chiunque distrugge, disperde, deteriora, rende inservibile o imbratta la bandiera nazionale o un altro emblema dello Stato, purché agisca pubblicamente (art. 266, co. 2, c.p.) e intenzionalmente (l'avverbio sembra richiedere un dolo rafforzato dalla consapevolezza del significato simbolico dell'oggetto aggredito).
Pena: Multa da 1.000 a 5.000 euro, per il vilipendio mediante espressioni ingiuriose; multa da 5.000 a 10.000 euro per il vilipendio commesso in occasione di cerimonie o ricorrenze.
Reclusione fino a due anni per le ipotesi di vilipendio reale.