Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
312 L'Assistente Sociale - Manuale Completo per concorsi e prove selettive<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 720 € 35,00</span> 213/12 Principi e fondamenti del Servizio Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> 6 Manuale di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIX, pag. 704 € 36,00</span> 330 Il Vigile Urbano - Agenti e Ufficiali della Polizia Locale: Municipale e Provinciale - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXVIII, pag. 1160 € 40,00</span> 25/4 Manuale di Contabilità e Finanza degli Enti Locali<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIII, pag. 400 € 30,00</span> 65 Agente Immobiliare - Manuale completo con test di verifica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XIII, pag. 736 € 46,00</span> IP2 Ipercompendio Diritto Pubblico e Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 X, pag. 256 € 15,00</span>
D.I.A. [Dichiarazione di inizio attività]
D.I.A. [Direzione investigativa antimafia]
D.N.A.
D.O.C.
D.O.P.
Danneggiamento
Danneggiato dal reato
Danno
Danno temuto
Dante causa
Datio in solutum
Dato personale
Datore di lavoro
Dazi doganali
Dazione in pagamento
De cuius
Debito
Debitore
Decadenza
Decartolizzazione
Decentramento amministrativo
Decisione
Decreto
Deduzioni
Deferimento del giuramento
Delazione
Delegazione
Delegificazione
Delibere assembleari
Delinquente abituale
Delinquente per tendenza
Delinquente professionale
Delitto
Demanio
Demansionamento
Democrazia
Denominazione
Denuncia
Depenalizzazione
Deposito
Deputati
Deregulation
Derelizione
Destinazione del padre di famiglia
Desuetudine
Detenuto
Detenzione
Detrazione d’imposta
Devastazione, saccheggio o strage
Devolution
Devoluzione
Diaria
Dibattimento
Dicastero
Dichiarazione
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dies a quo
Dies ad quem
Difensore
Difesa
Difetto di giurisdizione
Diffamazione
Diffida ad adempiere
Dilazione del pagamento
Diligenza
Dimissioni
Dimora
Dipartimenti
Dipendente
Dipendenti pubblici
Dipendenza
Diplomazia
Direttiva
Direttore generale (o city manager)
Direttori generali
Direzione
Direzioni regionali e provinciali del lavoro
Dirigenti
Diritti
Diritto
Discendente
Disconoscimento della paternità
Disconoscimento di scrittura privata
Discovery
Discrezionalità
Discussione
Disdetta
Disegno di legge
Disegno ornamentale
Diseredazione
Disoccupazione
Dispacci
Dispensa dalla collazione
Dispensa dall’imputazione
Disponibile
Dispositivo
Disposizioni
Dissenso politico
Dissociato
Distanze
Distretto giudiziario
Distribuzione
Distruzione e deturpamento di bellezze naturali
Ditta
Diuturnitas
Dividendo
Divieto di espatrio
Divieto di nozze
Divieto di soggiorno
Divieto e obbligo di dimora
Divisione
Divorzio
Documento
Dogana
Dolo
Domanda accessoria
Domanda giudiziale
Domanda riconvenzionale
Domande suggestive
Domicilio
Donazione
Donna
Dont
Doppia imposizione
Doppio binario
Doppio grado di giurisdizione
Dotazione organica
Dottrina
Dovere
Dow Jones
Drenaggio fiscale
Duty free shop


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Vizio
() della cosa (d. civ.)
I vizi sono difetti materiali della cosa che pregiudicano il suo valore o comunque la sua utilizzabilità. Il (—) dà luogo ad un'inesattezza della prestazione traslativa allorquando riduce in maniera sensibile il valore del bene, o comunque lo rende inadeguato a svolgere la sua funzione.
La normale adeguatezza del bene va valutata in base alla sua funzione economico sociale o a quella particolare funzione riconosciutagli dal contratto.
() della volontà (d. civ.)
Elemento perturbatore che incide su uno degli elementi essenziali del contratto, la volontà, determinandone una formazione anomala.
In tale ipotesi, quindi, la volontà non manca né è difforme dalla dichiarazione, ma è viziata, poiché il soggetto ha posto in essere un contratto che altrimenti non avrebbe concluso.
Il codice civile individua tassativamente i (—) della volontà rilevanti per il diritto: errore, violenza, dolo, indicando per ognuno di essi i requisiti di rilevanza.
Il contratto concluso in presenza di un (—) è annullabile [Annullamento].
() di mente (d. pen.)
Alterazione della mente che deve dipendere da infermità, concetto più ampio di malattia, la cui ratio è determinata dalle norme sull'imputabilità. Stato psichico in cui siano notevolmente compromesse le facoltà intellettive e volitive.
Il codice penale disciplina il (—) agli artt. 88 e 89 distinguendo tra:
— vizio totale di mente, che si ha quando lo stato mentale è tale da escludere integralmente la capacità di intendere e di volere dell'agente e che comporta il proscioglimento dell'imputato, fatta salva l'applicabilità allo stesso, se pericoloso, della misura di sicurezza dell'ospedale psichiatrico giudiziario;
— vizio parzialmente di mente in presenza del quale la capacità di intendere e di volere, pur non essendo completamente caducata, risulta grandemente scemata, e che comporta una riduzione della pena, ferma restando l'applicabilità all'imputato, ove ritenuto pericoloso, della misura di sicurezza dell'assegnazione ad una casa di cura o di custodia.
() occulto [garanzia per] (d. civ.)
Si intende per (—) ogni vizio materiale della cosa oggetto di compravendita, tale da renderla inidonea all'uso o da diminuirne in modo apprezzabile il valore.
Il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da (—), ma tale garanzia è dovuta solo quando i vizi erano ignoti al compratore e non facilmente riconoscibili al momento dell'acquisto.
Il compratore deve denunciarne al venditore i vizi occulti entro otto giorni dalla scoperta, a pena di decadenza, salvo che il contratto non disponga diversamente.
La garanzia può essere fatta valere in giudizio attraverso due azioni:
— l'actio redhibitoria, rivolta ad ottenere la risoluzione del contratto ed il rimborso del prezzo (artt. 1492-1493 c.c.);
— l'actio aestimatoria (o quanti minoris), rivolta ad ottenere la riduzione o il parziale rimborso del prezzo (art. 1492 c.c.).
Proposta una delle due azioni, il compratore non può più esercitare l'altra.