Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
11/2 Compendio di Diritto Pubblico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 352 € 18,00</span> 506/2 Codice Amministrativo minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XV, pag. 1632 € 20,00</span> 62 Manuale del Consulente del Lavoro <br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 1536 € 60,00</span> IP2 Ipercompendio Diritto Pubblico e Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IX, pag. 256 € 15,00</span> 2/3 Schemi & Schede di Diritto Pubblico e Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VIII, pag. 224 € 13,00</span> 506/8B Codice dei Contratti Pubblici<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 IV, pag. 640 € 19,00</span>
Vacatio legis
Vaghi
Vendita
Verbale d’udienza
Verificazione di scrittura privata
Verifiche fiscali
Veto
Vettore
Videoconferenza
Videocrazia
Vilipendio
Violazione di domicilio
Violazione di legge
Violenza
Vita e integrità fisica
Vitalizio
Vizio
Vocatio in ius
Vocazione
Volontaria giurisdizione
Volontariato
Voto


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Volontariato (d. pubbl.)
Mentre l'attività di (—) prestata dal singolo individuo non inserita nell'ambito di una specifica organizzazione a ciò finalizzata non è oggetto di disciplina sistematica da parte del legislatore, con la legge-quadro 11-8-1991, n. 266 è stata disciplinata l'attività di (—) prestata in apposite organizzazioni di (—).
L'art. 2 L. 266/91 definisce come attività di (—) quella prestata in modo personale, spontaneo e gratuito, tramite l'organizzazione di cui il volontario fa parte, senza fini di lucro anche indiretto ed esclusivamente per fini di solidarietà.
Tale attività non può essere retribuita (sono ammessi i rimborsi spese) ed è incompatibile con qualsiasi forma di rapporto di lavoro, autonomo o subordinato, con l'organizzazione di appartenenza.
In definitiva nessun rapporto di lavoro si instaura né tra l'organizzazione ed il volontario, né tra quest'ultimo ed il beneficiario dell'attività: pertanto trattasi di una vera e propria ipotesi di lavoro gratuito, che costituisce una deroga al principio di onerosità del contratto di lavoro subordinato.
Al lavoro di (—) non si applica la disciplina del lavoro, eccetto l'obbligo di assicurazione dei volontari contro gli infortuni e le malattie connessi all'attività prestata e per la responsabilità civile verso terzi.
La stessa L. 266/91 ha, peraltro, dettato particolari disposizioni al fine di rendere compatibile l'espletamento dell'attività di (—) con altro rapporto di lavoro subordinato eventualmente in corso.
Può qualificarsi come (—) anche il lavoro prestato in favore delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale (cd. ONLUS) di cui al D.Lgs. 460/97 (ovvero associazioni, fondazioni e cooperative aventi come esclusivo oggetto sociale il perseguimento di finalità di solidarietà sociale) e delle associazioni di promozione sociale di cui alla L. 383/2000. Nell'impresa sociale regolamentata con il D.Lgs. 155/2006, il (—) è ammesso solo nei limiti del 50% dei lavoratori a qualunque titolo impiegati nell'impresa sociale.