Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Padre
Panico
Panico
Panpsichismo
Pansessualismo
Papez
Parafilie
Parafrenia
Paralisi
Paranoia
Patografia
Paura
Pavlov, Ivan Petrovic?
Pedagogia
Pedofilia
Pene
Pensiero
Percezione
Percezione
Persecuzione
Persona
Personalità
Personalità
Personificazione
Perversione
Piacere
Piaget
Piaget, Jean
Poetzl
Preconscio
Preedipico
Pregenitale
Pregiudizio
Pregnanza
Pregrafismo
Prelogico
Prensione
Primitivo
Privazione
Processi
Profilo
Profondo
Proiezione
Prossemica
Protesta virile
Pseudoallucinazione
Psiche
Psichiatria
Psichiatria d’urgenza
Psicoanalisi
Psicochirurgia
Psicodinamica
Psicodramma
Psicofarmacologia
Psicofisica
Psicofisico
Psicogenesi
Psicogeno
Psicologia
Psicologia analitica
Psicologia animale
Psicologia applicata
Psicologia clinica
Psicologia commerciale
Psicologia comparata
Psicologia comprensiva
Psicologia culturale
Psicologia del lavoro
Psicologia del profondo
Psicologia del Sé
Psicologia della forma
Psicologia della massa
Psicologia della musica
Psicologia della percezione
Psicologia della personalità
Psicologia della religione
Psicologia delle organizzazioni
Psicologia delle risorse umane
Psicologia dello sport
Psicologia dello sviluppo
Psicologia dell’apprendimento
Psicologia dell’arte
Psicologia dell’età evolutiva
Psicologia dell’Io
Psicologia descrittiva
Psicologia differenziale
Psicologia dinamica
Psicologia fenomenologica
Psicologia filosofica
Psicologia forense
Psicologia generale
Psicologia individuale
Psicologia industriale
Psicologia medica
Psicologia militare
Psicologia nell’arte
Psicologia oggettiva
Psicologia politica
Psicologia rogersiana
Psicologia scolastica
Psicologia sessuale
Psicologia sistemica
Psicologia sociale
Psicologia sperimentale
Psicologia storica
Psicologia transculturale
Psicologia transpersonale
Psicologia umanistica
Psicologismo
Psicometria
Psicomotricità
Psicopatia
Psicopatologia
Psicosi
Psicosi indotte
Psicosocioanalisi
Psicosociologia
Psicosomatica
Psicoterapeuta
Psicoterapia
Pubertà
Puer aeternus
Pulsione
Pulsione
Punizione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Binet, Alfred
(Nizza, 1857 - Parigi, 1911). Fonda il primo laboratorio psicologico francese presso la Sorbona, di cui è direttore dal 1895 fino al 1911. Il suo contributo maggiore è legato allo studio dei test mentali e allo sviluppo della psicologia differenziale. In un lavoro del 1895 condotto insieme a Henry, La psychologie individuelle, pone le basi per lo sviluppo di questo ambito della ricerca psicologica. La psicologia differenziale consiste, secondo B., nello studio della natura e della grandezza delle differenze individuali dei processi psicologici e nella scoperta e classificazione dei tratti di personalità. In un primo momento le sue ricerche ricalcano gli studi sulla craniometria di Broca, ma successivamente, abbandonando l'ipotesi di una relazione incontestabile tra capacità cranica e intelligenza, B. afferma che l'intelligenza non costituisce un'entità statica e immutabile ma è soggetta a notevoli modificazioni. Nel 1905 viene incaricato insieme a Simon dal Ministero della pubblica Istruzione Francese di individuare un metodo per la valutazione dei soggetti con deficit mentali nelle scuole, allo scopo di creare classi differenziali che potessero aiutarli a superare l'handicap. Propone una scala di valutazione dell'intelligenza che, se in seguito superata poiché incentrata sullo studio delle capacità scolastiche, è stata però il fondamento di scale successive, in particolare della WAIS e del WISC di Wechsler. Con questo test, B. introduce il concetto di età mentale che consente, individuate le età mentali medie, di scoprire quanto le capacità di un singolo bambino coincidano con la media della sua classe d'età. Le teorie di B. sull'intelligenza, fondate sull'ipotesi di un'intelligenza di base cui l'istruzione può apportare sostanziali contributi, sono state spesso fraintese. In particolare il suo concetto di intelligenza è semplicisticamente legato a quello dell'ereditarietà e il quoziente di intelligenza è un'entità chiamata intelligenza.