Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
ICD
Id
Ideazione
Identificazione
Identificazione proiettiva
Identità
Identità di genere
Idiot savant
Idiozia
Igiene mentale
Illusione
Imago
Immaginario
Immedesimazione (o empatia)
Imprinting
Incesto
Incongruenza
Inconscio
Incorporazione
Individuazione
Inerzia
Infantilismo
Infanzia
Inferiorità
Influenza/Persuasione
Innatismo
Input-Output
Insicurezza
Insight
Insonnia fatale familiare
Insonnie
Instabilità
Insuccesso
Intelligenza
Interesse
Interiorizzazione
Interna
Introiezione
Introspezione
Io
Io
Io
Io
Io corporeo
Io falso
Io ideale
Io incorporeo
Io onirico
Io-piacere, Io-realtà
Ipnosi
Ipocondria
Ippocampo
Irrazionale
Isolamento
Isomorfismo
Isteria
Istinto



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Binswanger, Ludwig
Psichiatra tedesco (Kreuzlingen, Thurgau, 1881 - 1966). Di formazione fenomenologica e jaspersiana, discepolo di Bleurer, amico di Freud e Jung e mediatore delle loro posizioni, B. risentì profondamente della lettura dell'opera di Husserl e Heidegger. La sua prospettiva, nota come analisi esistenziale (Daseinanalyse) o antropoanalisi, si colloca all'incrocio tra psichiatria e fenomenologia. L'esito di questa fusione è un'originale esperienza intellettuale e una notevole riformulazione di scopi e metodi della psichiatria, oltre che una nuova interpretazione dei fenomeni psicopatologici in genere. Nelle sue opere principali (Forme fondamentali e conoscenza dell'esistenza umana, 1942; Tre forme di esistenza mancata, 1956) prende corpo una riflessione che parte dalla critica agli elementi naturalistici della psicoanalisi freudiana. In Freud sopravvive secondo B. il paradigma meccanicistico dell'homo natura (ad esempio nei concetti quantitativi di libido e pulsione). Sulla linea delle ultime opere di Husserl il punto di riferimento centrale di una psichiatria in grado di comprendere il senso del disturbo mentale diventa invece il soggetto come totalità esistenziale, l'heideggeriano Dasein inteso nel suo costitutivo esser-con-gli-altri, cioè nella dimensione dell'intersoggettività. Si tratta di un approccio che mira a riformulare la differenza tra salute e malattia. Il sintomo non è più la spia di un funzionamento morboso o la conversione somatica di un conflitto rimosso ma è esso stesso una modalità del Dasein, anche se difettiva e incompleta. Gli stati psicotici (ad esempio il delirio narrato nell'Inferno di Strindberg, di cui B. fornisce un'impressionante rilettura) si rivelano come forme di mancata strutturazione della soggettività, e in quanto tali come scacco dell'articolazione interumana, indagabili e descrivibili attraverso categorie fenomenologiche: il delirio schizofrenico e la stessa genesi della psicosi sarebbero riconducibili, in questo senso, a stati di crisi della soggettività (percezione, coscienza, temporalità). La psichiatria secondo B. deve costituirsi come scienza dell'esperienza e dottrina fenomenologica della coscienza pura. L'esito è una ricerca di costante interpretazione non naturalistica o organica della malattia mentale, e quasi un ascolto affettivo del sintomo, una lettura del disagio psichico non solo come patologia, ma come momento interno alla storia esistenziale dell'individuo.