Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di ContabilitÓ e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 Ç 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 Ç 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 Ç 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 Ç 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 Ç 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 Ç 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 Ç 10,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 Ç 8,00</span>
Ebro
Edýcta ad populum
Edicta ad prŠfectos prŠtorio
Edicta DiocletiÓni de ChristiÓnis
Edicta IustiniÓni
Edicta prýncipum
Edictum
Edictum CarboniÓnum
Edictum Claudii de falsÓriis
Edictum Claudii de Latýnis
Edictum de altŔrutro
Edictum de coniungŔndis cum emancipÓto lýberis Ŕius
Edýctum de incŔndio ruina naufragio rate nave expugnata
Edictum de publicanis
Edictum de turba
Edictum DiocletiÓni de prŔtiis rŔrum venÓlium
Edictum Luculli
Edýctum peregrýnum
Edictum perpŔtuum
Edictum prýncipis
Edictum provinciÓle
Edictum prŠt˛rium
Edictum repentýnum
Edictum Theodorýci
Edýctum Šdýlium cur¨lium
Edýtio acti˛nis
Editto di Tiberio Coruncanio
Efficacia del negozio
Eff¨sum vel deiŔctum
Egitto
Ei inc¨mbit probatio qui dicit: non qui negat
ElagÓbalo
ElŔctio amici
Elementi accidentali della formula
Elio Peto
EmancipÓtio
Emancipatio AnastasiÓna
Emancipatio per rescrýptum prýncipis
EmancipÓtio per tÓbulas
EmendÓtio libŔlli
Emilia (via)
Emiliano
Emphyteusis
╚mptio non t˛llit locÓtum
Emptio rŔi speratŠ
Emptio spŔi
Emptio-vendýtio
Emptor
╚mptor bon˛rum
╚mptor famýliŠ
Enchirýdion
EndoplorÓtio
EphŔmeris
EpibolÚ
Epiro
EpiscopÓlis audiŔntia
Epistolario
EpýstulŠ
Epýtome Gai
Epýtome IuliÓni
Epýtome i¨ris
Equi
╚quites
Eraclea (Battaglia di)
Ereptio del relictum
╚rga ˛mnes
Ermogeniano
ErrÓntis nulla vol¨ntas est
╚rror
╚rror comm¨nis ius fÓcit
╚rror in c˛rpore
╚rror in demonstrati˛ne
╚rror in neg˛tio
╚rror in n˛mine
╚rror in persona
╚rror in qualitÓte
╚rror in substÓntia
Errore ostativo
Errore sui motivi
Err˛res in iudicÓndo; err˛res in procedŔndo
Erroris probÓtio
Erus
Esecuzione
Esistenza
Esogamia
Espropriazione per pubblica utilitÓ
Esquilino
EssentiÓlia neg˛tii
Etruria
Etruschi
Eudossio
Eugenio
Eurico
Evasione
EvŔntus dÓmni
Evýctio
EvocÓtio
Ex abr¨pto
Ex facto ˛ritur ius
Ex i¨re Quirýtium
Ex lŔge
Ex m˛re
Ex n˛vo
Ex nunc
Ex recŔpto
Ex tunc
ExcŔptio
Exceptio d˛li
Exceptio in rem scrýpta
ExcŔptio inadimplŔti contrÓctus
Exceptio iurisiurÓndi
Exceptio iusti domýnii
Exceptio lŔgis LŠt˛riŠ
Exceptio lýtis divýduŠ
Exceptio mŔtus
Exceptio non numerÓtŠ pec¨niŠ
Exceptio non rýte adimplŔti contrÓctus
ExcŔptio pÓcti
Exceptio pl¨rium concumbŔntium
Exceptio prŠiudiciÓlis
ExcŔptio rŔi iudicÓtŠ (vel in iudicium ded¨ctŠ)
Exceptio rŔi vŔnditŠ et trÓditŠ
ExcŔptio senatuscons¨lti MacedoniÓni
Excepti˛nes dilat˛riŠ
Exceptiones perempt˛riŠ
Exceptiones perpŔtuŠ
ExcusÓtio tut˛ris
ExŔrcitor nÓvis
Exercitus centuriÓtus
ExheredÓtio
Exýlium
ExpensilÓtio
ExpilÓta herŔditas
ExpilÓtio
Exposýtio
Expromýssio
Exsec¨tor
Ezio (Flavio)



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
NovÓtio [Novazione; cfr. artt. 1230 ss. c.c.]

Modo di estinzione ýpso i¨re [vedi] e di modificazione delle obbligazioni [vedi obligÓtio], consistente nella sostituzione di una nuova obbligazione ad una precedente, con la conseguente estinzione di questĺultima.
Essa produceva un duplice effetto: estintivo della prýor obligÓtio (obbligazione precedente), costitutivo della nova obligatio (nuova obbligazione).
I Romani utilizzarono a tal fine lĺistituto della c.d. stipulÓtio novatoria [vedi stipulati˛nes novatoriae].
Per la realizzazione della (Ś) era necessario che la nuova obbligazione avesse ad oggetto la medesima prestazione di quella precedente e, nello stesso tempo, presentasse anche qualche elemento di novitÓ (Óliquid novi). Difatti se mancava il requisito della identitÓ del debito non si aveva (Ś), bensý cumulo delle due prestazioni, mentre se mancava lĺaliquid novi, la stipulatio era nulla, perchÚ inutile.
A seguito della (Ś) si estinguevano anche i rapporti accessori e gli eventuali interessi connessi allĺobbligazione precedente.
Gaio
[vedi] distingueva, inoltre, la (Ś) a re in personam, ricorrente quando un debito si trasformava in uno dei due contratti formali tipici della expensilÓtio [vedi] e della stipulatio [vedi], dalla (Ś) a persona in personam, ricorrente, invece, quando si sostituiva o il debitore per mezzo della expromýssio [vedi] o il creditore attraverso la delegÓtio [vedi].
In epoca giustinianea, la (Ś) si svincol˛ dalla necessitÓ del requisito della identitÓ del debito e da qualunque altro requisito formale, ritenendosi necessario e sufficiente il consenso delle parti, cioŔ la volontÓ, espressamente manifestata dalle stesse, di estinguere lĺobbligazione originaria, c.d. animus novÓndi [vedi]. Si distingueva, altresý, la (Ś) soggettiva da quella oggettiva, a seconda dellĺelemento cui si riferiva lĺinnovazione:
Ś la (Ś) oggettiva era caratterizzata dalla modificazione del titolo o di un elemento accidentale [vedi accidentÓlia neg˛tii] del rapporto ovvero dallĺinserzione di una condizione [vedi condýcio] o di un termine [vedi dýes] ad una precedente obbligazione;
Ś la (Ś) soggettiva consisteva nel mutamento di uno dei soggetti del rapporto obbligatorio e consentiva di raggiungere il medesimo risultato che oggi si ottiene facendo ricorso alla cessione del credito [cfr. art. 1260 c.c.] istituto, invece, ignoto al diritto romano.