Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilitā e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 € 8,00</span>
Macedonia
Macrino
Maggiorano
Magia
Magis imperii quam iurisdictionis
Magėster bonōrum
Magister census
Magister čquitum
Magister mėlitum
Magister nāvis
Magėster officiōrum
Magistrātus
Magno di Narbona
Magno Massimo
Maičstas
Mala fėdes supervčniens non nōcet
Malefėcium
Maleventum (Battaglia di)
Malėtia sųpplet ætātem
Mālum cārmen incantāre
Malversazione
Mamertini
Mamurra
Mancipātio
Mancipātio a non dōmino
Mancipatio famėliæ
Mancipatio fidųciæ causa
Mancipatio nųmmo uno
Mancipātio servitųtis
Mancėpio accėpiens
Mancėpio dāns
Mancėpium
Mandāta prėncipum
Mandātum
Mandatum ad agčndum
Mandatum ad custodičndum
Mandātum adeųndæ hereditātis
Mandātum pecųniæ credčndæ
Mandātum post mōrtem
Manėlii venālium vendendōrum lčges
Manilio (Manio)
Manumėssio
Mānus
Manus iničctio
Manus maritālis
Marcello (Ulpio)
Marcha [Marchio]
Marciano
Marciano (Elio)
Marco Antonio
Marco Aurelio
Marco Porcio Catone
Marco Tullio Cicerone
Marcomanni
Mario
Masada
Massa edictālis
Massa papinianea
Massa sabiniana
Masse bluhmiane
Massenzio
Massimiano
Massimino
Massimino Daia
Masurio Sabino
Mater famėlias
Mater semper certa, pater numquam
Matrimōnium
Mauretania
Meciano L. Volusio
Medium litis
Mčmbrum rųptum
Mentecāptus
Merx
Mesia
Metālla (vel metallum)
Metrocómiæ
Mčtus
Mčtus ab extrėnseco
Metus ab intrėnseco
Metus reverentiālis
Militia armata e palatina
Minōres XXV annōrum
Minōris petėtio
Mėnus dėxit quam vōluit
Minus pčtere
Minus quam perfčctæ
Mėssio in bōna
Missio in bona rei servandæ causa
Missio in possessiōnem
Misteri
Misthoprasia
Modestino (Erennio)
Modus legis Cinciæ
Mōdus [Misura]
Mōdus [modo od onere]
Mohātra
Mommsen Theodor
Mōnstrum vel prodėgium
Monumenta Manėlii
Mōra accipėendi (o credčndi)
Mora ex persōna
Mora ex re
Mora solvčndi
Mōres maiōrum
Mōrs lėtis
Mōrtis causa
Mortis causa cāpio
Motivo
Mucio Scevola (Publio)
Mucio Scevola (Quinto)
Mųlier
Mųlta pœnitentiālis
Multæ (vel mulctæ) dėctio
Mųndus mulėebris
Mųnera mixta
Munera patrimoniālia
Munera personālia
Munera publica
Municėpium
Munus
Mutātio iųdicis
Mutatio libčlli
Mutatio rči
Mutua petitio
Mųtuum



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
Novātio [Novazione; cfr. artt. 1230 ss. c.c.]

Modo di estinzione ėpso iųre [vedi] e di modificazione delle obbligazioni [vedi obligātio], consistente nella sostituzione di una nuova obbligazione ad una precedente, con la conseguente estinzione di quest’ultima.
Essa produceva un duplice effetto: estintivo della prėor obligātio (obbligazione precedente), costitutivo della nova obligatio (nuova obbligazione).
I Romani utilizzarono a tal fine l’istituto della c.d. stipulātio novatoria [vedi stipulatiōnes novatoriae].
Per la realizzazione della (—) era necessario che la nuova obbligazione avesse ad oggetto la medesima prestazione di quella precedente e, nello stesso tempo, presentasse anche qualche elemento di novitā (āliquid novi). Difatti se mancava il requisito della identitā del debito non si aveva (—), bensė cumulo delle due prestazioni, mentre se mancava l’aliquid novi, la stipulatio era nulla, perché inutile.
A seguito della (—) si estinguevano anche i rapporti accessori e gli eventuali interessi connessi all’obbligazione precedente.
Gaio
[vedi] distingueva, inoltre, la (—) a re in personam, ricorrente quando un debito si trasformava in uno dei due contratti formali tipici della expensilātio [vedi] e della stipulatio [vedi], dalla (—) a persona in personam, ricorrente, invece, quando si sostituiva o il debitore per mezzo della expromėssio [vedi] o il creditore attraverso la delegātio [vedi].
In epoca giustinianea, la (—) si svincolō dalla necessitā del requisito della identitā del debito e da qualunque altro requisito formale, ritenendosi necessario e sufficiente il consenso delle parti, cioč la volontā, espressamente manifestata dalle stesse, di estinguere l’obbligazione originaria, c.d. animus novāndi [vedi]. Si distingueva, altresė, la (—) soggettiva da quella oggettiva, a seconda dell’elemento cui si riferiva l’innovazione:
— la (—) oggettiva era caratterizzata dalla modificazione del titolo o di un elemento accidentale [vedi accidentālia negōtii] del rapporto ovvero dall’inserzione di una condizione [vedi condėcio] o di un termine [vedi dėes] ad una precedente obbligazione;
— la (—) soggettiva consisteva nel mutamento di uno dei soggetti del rapporto obbligatorio e consentiva di raggiungere il medesimo risultato che oggi si ottiene facendo ricorso alla cessione del credito [cfr. art. 1260 c.c.] istituto, invece, ignoto al diritto romano.