Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di ContabilitÓ e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 Ç 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 Ç 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 Ç 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 Ç 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 Ç 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 Ç 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 Ç 10,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 Ç 8,00</span>
Ubi Ŕadem lŔgis ratio, ibi eadem legis disposýtio
Ubi lex v˛luit dýxit, ubi n˛luit tÓcuit
Ubi tu Caius et ego Caia
Ulpiano
┘ltra dimýdium
Ultra quÓrtum
Ultra výres hereditÓtis
Una res est in obligati˛ne, duŠ autem in facultÓte soluti˛nis
Una tÓntum
UnciŠ
UnivŔrsitas bon˛rum
Universitas fÓcti
Universitas i¨ris
Universitas rŔrum
UniversitÓtes personÓrum
Unni
Unus testis, nullus testis
┘sque ad sýdera, usque ad ýnferos
UsucÓpio
UsucÓpio libertÓtis
Usucapio lucrativa
UsucÓpio pro herŔde
UsurecŔptio
UsurpÓtio
Usurpatio trin˛ctii
Us¨rŠ
UsurŠ morat˛riŠ
UsurŠ usurÓrum
Usus
Usus maritÓlis
Usus sine fructu
Ususfr¨ctus
Ususfr¨ctus repetýtus
Utendum datum
UtŔrque ˛rdo
Uti lingua nuncupÓssit, ita i¨s esto
Uti, frui habere, possidere
Utile per inutile non vitiÓtur
Utýliter cťptum
Utilizzazione (Principio di)
Uxor in manu



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
Obligatio naturÓlis [Obbligazione naturale; cfr. art. 2034 c.c.]

La nozione di (Ś), enucleata dalla giurisprudenza classica e postclassica, ricomprendeva rapporti obbligatori ritenuti vincolanti solo nella comune coscienza sociale e pertanto privi di rilevanza giuridica.
Lĺ(Ś), pur avendo la struttura dellĺobbligazione e carattere patrimoniale, era sfornita di azione e in genere di mezzi per costringere il debitore allĺadempimento: essa produceva soltanto effetti giuridici limitati.
Se il debitore, pur non essendo giuridicamente vincolato, adempiva ugualmente, il crŔditor naturalis aveva la c.d. sol¨ti retŔntio [vedi], cioŔ il diritto di trattenere il pagamento spontaneamente fatto dal dŔbitor, e respingere la condýctio indŔbiti [vedi] eventualmente proposta per ottenere la restituzione di quanto indebitamente pagato.
Lĺipotesi pi¨ rilevante di obbligazione naturale era costituita dalle obbligazioni contratte da schiavi: i Romani negavano che potesse esistere una obligatio a carico di uno schiavo, a causa della sua incapacitÓ giuridica patrimoniale e processuale. Successivamente si ammise che lo schiavo potesse contrarre debiti, sia verso il d˛minus [vedi] che verso i terzi: se lo schiavo pagava, il pec¨lium [vedi] diminuiva e il dominus non poteva ripetere quanto lo schiavo aveva pagato.
Gli stessi principi si affermarono per le obbligazioni contratte dal filius familias, nei limiti del peculio, verso i terzi oppure, indipendentemente dal peculio, verso il rispettivo pater familias [vedi] o verso un altro filius sottoposto alla medesima potestas. Se il filius pagava il terzo, il pater non poteva ripetere quanto pagato.
Altri casi in cui i giuristi romani ravvisarono una obligatio naturalis furono i seguenti:
Ś un senatuscons¨ltum MacedoniÓnum [vedi] neg˛ lĺazione per i mutui contratti dal filius familias, anche dopo che questo fosse diventato sui i¨ris: si stabilý che il filius che avesse pagato non potesse agire per la ripetizione, appunto perchÚ il debito non si riteneva esistente;
Ś era naturalis lĺobbligazione dal pupillo contratta senza lĺauct˛ritas del tutore;
Ś era naturalis lĺobbligazione eseguita dal debitore ingiustamente assolto in giudizio;
Ś era naturalis il pagamento di interessi convenuti mediante nudum pactum;
Ś era naturalis lĺesecuzione di prestazioni in cambio di donativi ricevuti.
Nel diritto giustinianeo lĺobbligazione naturale fu identificata con quella nascente da doveri morali o di coscienza: la qualifica di naturalis fu vista in relazione al i¨s naturale che si considerava operante nella coscienza.
Infine, si ammise che lĺobbligazione naturale potesse essere novata.
Di (Ś) nel diritto romano si parl˛ anche con riferimento alle obligati˛nes riconosciute dal ius gŔntium [vedi], in quanto fondate sulla naturalis rÓtio, come, ad esempio, quelle derivanti da mutuo [vedi mutuum], locazione [vedi locÓtio-cond¨ctio] o sol¨tio indŔbiti [vedi]. La qualifica di naturalis riguardava peraltro solo il fondamento dellĺobbligazione.