Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
200 Elementi di Economia Politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 XI, pag. 256 € 10,00</span> PK14/1 Istituti Tecnici - Terzo anno Economia aziendale 1<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 II, pag. 192 € 8,00</span> PK14/2 Istituti Tecnici - Quarto anno Economia aziendale 2<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 192 € 8,00</span> PK18 Istituti Tecnici - Economia politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 192 € 8,00</span> IC2 TFA A45 (ex A017) Scienze Economico Aziendali - Teoria e Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 , pag. 752 € 30,00</span> IC1 TFA A46 (ex A019) Scienze Giuridiche ed Economiche - Teoria e Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 , pag. 816 € 32,00</span> 44/10 Manuale di Economia Politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 V, pag. 464 € 23,00</span>
NAFTA
NAIRU
Nash, John
Natalità, quoziente di
Natura
Natural rate of unemployment
Nazionalizzazione
Negazione
Neo-malthusianesimo
Neocapitalismo
Neoclassici
Neokeynesiani
Neoricardiani
NEP
Neumann, John Von
Neutralità al rischio
Neutralità fiscale
New deal
New economics
New economy
New View
New York Stock Exchange
Newly industrialized countries
NIC
Nicchia di mercato
Nikkei
NIMEXE
NIRA
Niskanen, William Arthur
No bail out clause
Nocciolo duro
Nomenclatura combinata
Non distorsione
Normalità asintotica
North American Free Trade Agreement
North, Douglas
Nozionale
NRU
Numerabile
Numeri casuali aleatori
Numero indice
Numerosità campionaria
Nuova macroeconomia classica
Nuovo mercato
Nuovo ordine economico internazionale
Nuovo strumento comunitario
Nuvola di punti
Nuzialità
NYSE




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Neoclassici

Esponenti della scuola di pensiero che caratterizzò l'analisi economica tra la fine del diciannovesimo e i primi decenni del ventesimo secolo.
La corrente neoclassica ebbe i suoi precursori negli autori del marginalismo (v.) come Menger (v.), Jevons (v.) e Walras (v.), ma è possibile ritrovare anticipazioni del nuovo orientamento anche in economisti minori della prima metà del diciannovesimo secolo.
Volendo richiamare i tratti comuni alla scuola neoclassica, cosa non facile per la pluralità di autori e di indirizzi che l'hanno caratterizzata, occorre senz'altro menzionare l'individualismo metodologico (v.). Altrettanto importante, però, appare il rifiuto della teoria del valore-lavoro (v.); secondo il nuovo principio il valore (v.) di un prodotto non era dovuto alla quantità di lavoro in esso incorporato, come avevano affermato i classici (v.), nè risiedeva solo nell'utilità attribuita dal consumatore all'ultima unità acquistata o consumata (v. Utilità marginale), come affermato dai marginalisti, ma dipendeva contemporaneamente dal costo di produzione e dall'utilità che i consumatori gli attribuiscono.
I neoclassici rifiutavano l'idea che il profitto fosse un residuo, cui non corrispondeva alcuna attività o servizio. Ritenevano, viceversa, che la differenza dei redditi esistente in ogni società fosse imputabile alla diversità delle risorse in possesso dei vari soggetti. Distinguevano perciò le risorse personali, che danno luogo al salario o allo stipendio, dalle risorse naturali, che danno luogo alla rendita; e distinguevano i capitali, che danno luogo all'interesse, dall'attività imprenditoriale che dà luogo al profitto.
Pietra miliare di questo indirizzo sono i Principi di economia politica di Alfred Marshall (v.) nei quali si indaga in modo approfondito sugli equilibri economici parziali (v.), vale a dire sulla interpretazione di quanto può accadere in singoli e limitati settori di attività.
Diretta continuatrice del pensiero neoclassico fu la scuola matematica (v. Scuola di Losanna), sviluppatasi soprattutto ad opera di L. Walras (v.) e di V. Pareto (v.). Il suo fine principale era quello di indagare sulle possibili leggi dell'equilibrio economico generale (v.), cioè sulla ricerca di una teoria capace di rappresentare e spiegare attraverso modelli matematici il meccanismo economico nella sua complessità.
L'influenza della scuola matematica persiste tuttora, anche se essa non è mai riuscita a colmare il fossato tra la teoria astratta e la realtà, e ad affrontare i problemi concreti.
In particolare, la terribile depressione economica del 1929 (v. Giovedì nero) doveva spazzar via molte delle certezze acquisite dall'analisi neoclassica. La presenza di capacità produttive inutilizzate, pur in presenza di milioni di disoccupati, contraddiceva palesemente l'assunto neoclassico secondo il quale il sistema economico riusciva sempre e comunque a ritrovare un suo punto di equilibrio, a condizione che non vi fossero interferenze esterne. Spetterà all'analisi keynesiana (v. Keynes) il compito di rifondare su nuove basi la scienza economica.