Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Abbandono
Abbandono
Aberrazione
Abilità
Abituazione
Abitudine
Abnegazione
Abrahm, Karl
Abreazione
Abulia
Accelerazione ideica
Accesso
Accomodamento
Accomodazione
Acculturazione
Acetilcolina
Acquisito
Acting-out
Adattamento
Adattamento
Addestramento
ADHD
Adler, Alfred
Adolescenza
Adrenalina
Adultismo
Adultità
Adulto
Adultomorfismo
Afanisi
Afasia
Affettività
Affettivo
Affetto
Affezione
Affidamento
Affiliazione
Afflizione
Afonia
Afrodisiaco
Agente
Aggiustamento
Aggressione
Aggressività
Agire
Agitazione
Agnosia
Agorafobia
Agrafia
Agrammatismo
Alcolismo
Alessia
Alexitimia
Alfabetizzazione
Alienazione parentale
Alloerotismo
Alloplastico
Allport, Gordon W.
Allucinazione
Allucinogeni
Allucinosi
Alternanza psicosomatica
Alzheimer
Ambieguale
Ambiguità
Ambivalenza
Ambiversione
Ambizione
Amicizia
Amigdala
Amimia
Ammiccamento
Amnesia
Anaclitica
Anaclitica
Anale
Anale
Analisi
Analisi del discorso
Analizzante
Analizzato
Anamnesi
Anancasmo
Androginia
Andropausa
Anedonia
Anencefalia
Anestesia
Anginofobia
Angoscia
Anima
Animazione
Animismo
Animus
Annullamento
Anomia
Anoressia
Anorgasmia
Anormalità
Ansia
Ansia
Ansia di separazione
Ansiolitici
Antagonista
Anticipazione
Antidepressivi
Antipsichiatria
Antipsicotici
Antisociale
Apatia
Appagamento
Apparato psichico
Appercezione
Appiattimento affettivo
Apprendimento
Apprendimento
Apprensione
Approccio
Approvazione
Aprassia
Archetipo
Artificialismo
Arto fantasma
Ascesi
Asimbolia
Aspettativa
Aspirazione
Assenza
Assertività
Assessment/Valutazione
Assimilazione
Assistente sociale
Associazione
Associazionismo
Assone
Astenia
Astinenza
Astinenza
Astrazione
Astuzia
Atarassia
Atassia
Atavismo
Atrofia cerebrale
Attaccamento
Attaccamento
Atteggiamento
Attendibilità
Attenzione
Attitudine
Attività/Passività
Atto educativo
Attrazione/Repulsione
Aura
Autismo
Autismo infantile
Autoaccusa
Autoaffermazione
Autoanalisi
Autocontrollo
Autocoscienza
Autocritica
Autoeducazione
Autoerotismo
Autolesionismo
Automatismo
Automatizzazione
Autonomia funzionale
Autonomia/Eteronomia
Autopunizione
Autorealizzazione
Autorecettori
Autoscopia
Autostima
Autosuggestione
Autosvalutazione
Autovalutazione
Auxologia
Avarizia
Avversivo
Azione



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Adler, Alfred
Psicoanalista austriaco (Vienna, 1870 - Aberdeen, 1937). Dopo un iniziale sodalizio con Freud durato sino al 1911, propose un indirizzo terapeutico denominato psicologia individuale, in contrasto con la dottrina psicoanalitica classica. Nella sua opera principale, Il temperamento nevrotico (1919), A. ipotizza che il centro dell'energia psichica e pulsionale del soggetto sia individuabile in un istinto fondamentale di aggressività derivante da un senso di inferiorità. Influenzato dalla lettura di Nietzsche, A. definisce l'aggressività come volontà di potenza e desiderio di autoaffermazione. Ai cardini della psicoanalisi freudiana (libido, pulsione, complesso di Edipo) tenta, quindi, di sostituire un unico riferimento al desiderio di potenza, che si esplica anzitutto nei cosiddetti processi di compensazione. Lo sviluppo del soggetto, secondo A., è infatti costantemente guidato dal desiderio di oltrepassare il complesso di inferiorità già potenzialmente rintracciabile nelle prime fasi dell'infanzia. Ma l'autoaffermazione e l'aggressività non sono soltanto risposte soggettive derivanti dal sentimento di inadeguatezza psicologica provato nei confronti di altri soggetti: sono anche profondamente indotte per reazione dall'influenza repressiva della società moderna sul soggetto. La psicologia individuale di A. è, infatti, anche la prima psicologia sociale, nella misura in cui conferisce importanza decisiva, per l'eziologia del disturbo psichico, proprio al condizionamento socio-culturale. La nevrosi emerge quando i complessi di inferiorità raggiungono un livello di dominio sul soggetto; quando, cioè, il polo individualistico prevale su quello della dimensione collettiva. Il potere dei complessi di inferiorità porta il nevrotico a ripiegarsi in sé ed a strumentalizzare la propria nevrosi. Il nevrotico compensa il proprio sentimento di inferiorità sfruttando l'altro. Donde l'importanza dello stile di vita: il comportamento esistenziale del nevrotico (ma spesso anche del soggetto normale) è un autoinganno, un profilo caratteriale fittizio che cela un'inconscia volontà di imposizione. Lo scopo della psicoterapia, che in linea con la visione umanistica di A. prevede un'intensa collaborazione tra paziente e terapeuta (e non più l'asettico distacco imposto dal setting freudiano), consiste nel risalire al momento inconscio in cui il complesso di inferiorità ha preso il sopravvento sul soggetto e nell'armonizzarlo con il naturale istinto di potenza. Il superamento dei conflitti psichici implica così il raggiungimento di una personalità dinamica capace di autorealizzazione (sintesi tra esigenze sociali e bisogni individuali), definita come Sé creativo.