Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
509/1 Codice del Lavoro (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Ottobre 2019 XXVI, pag. 1920 € 24,00</span> 310 Concorso 616 Operatori Giudiziari - Manuale sintetico per la preparazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 176 € 8.90</span> C101 KIT Codice Civile esteso (CM1) + Codice Penale esteso (CM3)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 2386 + 1824 € 170,00</span> CM1 Codice Civile Esteso<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VIII, pag. 2386 € 88,00</span>
C.A.F.
C.A.R.D.
C.C.I.A.A.
C.E.
C.E.C.A.
C.E.E.
C.G.I.L.
C.I.C.R.
C.I.D.
C.I.P.E.
C.I.S.A.L.
C.I.S.L.
C.I.S.NA.L.
C.N.E.L.
C.N.R.
C.O.N.I.
C.T.U.
Call center
Calunnia
Cambiale
Camera dei deputati
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura
Camera di consiglio
Camera penale
Camere del lavoro
Camere in seduta comune
Campagna elettorale
Cancelleria
Cancelliere
Canone
Capacità
Caparra
Capitale sociale
Capitolati
Capo dello Stato
Capo di imputazione
Capostipite
Carabinieri
Carcerazione preventiva
Carenza di potere
Cariche elettive
Carichi pendenti
Carico fiscale
Carta
Carte dei servizi pubblici
Cartella di pagamento
Cartello
Casa di cura e di custodia
Casa familiare
Caschi blu
Casellario giudiziale
Caso fortuito
Cassa integrazione guadagni
Cassazione
Cassazione [ricorso per]
Cassetta di sicurezza
Catasto
Categorie protette
Catering
Causa
Causa legittima di prelazione
Causa petendi
Causalità
Cause di giustificazione
Cauzione
Censura
Centri di assistenza fiscale
Centri di servizio sociale
Centri per la formazione professionale
Centri per l’impiego
Certezza del diritto (teoria gen.)
Certificati
Certificato penale
Certificazione
Cessazione della materia del contendere
Cessio bonorum
Cessio pro soluto
Cessio pro solvendo
Cessione
Chiamata in causa
Chiamato all’eredità
Chirografari
Circolare
Circolazione
Circondario
Circonvenzione di persone incapaci
Circoscrizione
Circostanze
Citazione
Città metropolitana
Cittadinanza
Civilmente obbligato per la pena pecuniaria
Class action
Clausola
Clausola di sbarramento
Clemenza
Coalizione di Governo
Codice
Codice fiscale
Cognizione
Cognome
Coimputato
Cointeressenza
Collaboratore U.N.E.P.
Collaborazione coordinata e continuativa
Collaudo
Collazione
Collegio
Collettivizzazioni
Collocamento
Colonia agricola e casa di lavoro
Colpa
Colpevolezza
Colpo di Stato
Coltivatore diretto
Comando
Comitato
Comitato interministeriale
Comitato olimpico nazionale italiano
Comitato per il controllo sulla gestione
Comma
Commercio
Commessi
Commissari straordinari di Governo
Commissario di polizia
Commissione
Commissione europea
Commixtio sanguinis
Common law
Commorienza
Commutazione
Comodato
Comparizione in giudizio
Comparsa
Compensatio lucri cum damno
Compensazione
Competenza
Comportamento concludente
Comporto
Compossesso
Compravendita
Compromesso
Comproprietà
Computo dei termini
Comune
Comunicazione
Comunione
Comunità
Concentrazione di imprese
Concepito
Concepturus
Concertazione sociale
Concessionari della riscossione
Concessione
Conciliazione
Concordato
Concorrenza
Concorso
Concubinato
Concussione
Condanna
Condicio facti
Condicio juris
Condictio indebiti
Condizione
Condizioni generali di contratto
Condominio
Condono
Condotta
Conduttore
Conferenza
Conferimenti
Confessione
Confessoria
Confini tra Stati
Confisca
Conflitti
Confronto
Confusione
Congedo
Coniugio
Connessione
Consanguinei
Consenso informato
Conservatorie dei registri immobiliari
Consiglio
Consilium fraudis
CONSOB
Consorzio
Constatazione amichevole
Constitutum possessorium
Consuetudine
Consulenza tecnica
Consumatore
Contemplatio domini
Contenzioso tributario
Continenza di cause
Continuato
Conto corrente
Conto economico
Contrabbando
Contraddittorio
Contrattazione collettiva
Contratti bancari
Contratti della Pubblica Amministrazione
Contratto
Contravvenzione
Contribuente
Controesame
Controllo contabile
Controllo di legittimità costituzionale
Controllo giudiziario sulle società
Controllo nelle società di capitali
Controllo societario
Contumacia
Convalescenza dell’atto
Convalida
Convenuto
Convenzione
Conversione
Convivenza
Cooperativa
Copia autentica
Copyright
Corpo del reato
Corpo elettorale
Corporate governance
Corporativismo
Correzione delle sentenze
Corrispondenza
Corruzione propria
Corso concorso
Corte
Cosa
Cosa giudicata
Costituzione
Costituzione in mora
Costituzione [in giudizio]
Cottimo
Creazioni intellettuali
Credito
Credito privilegiato
Creditore
Criminalità organizzata
Crimini internazionali
Crisi di Governo
Cronaca
Cross-examination
Culpa in contrahendo
Culpa in eligendo
Culpa in vigilando
Cuneo fiscale
Curatela
Curatore
Custode
Custodia cautelare in carcere


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Certificati
() amministrativi (d. amm.)
Ex art. 1 del D.P.R. 28-12-2000, n. 445 (Testo Unico in materia di documentazione amministrativa), il certificato amministrativo è il documento rilasciato da una amministrazione pubblica avente funzione di ricognizione, riproduzione e partecipazione a terzi di stati, qualità personali e fatti contenuti in albi, elenchi o registri pubblici o comunque accertati da soggetti titolari di funzioni pubbliche.
Elementi caratterizzanti del (—) sono:
— l'appartenenza ai meri atti amministrativi;
— l'emissione a cura di un organo della P.A.;
— la certezza legale fino a prova contraria o a querela di falso.
Circa la validità dei (—) l'art. 41 del D.P.R. 445/2000 ne stabilisce la validità illimitata laddove attestino stati, qualità personali e fatti non soggetti a modificazioni. Le restanti certificazioni valgono sei mesi dalla data del rilascio (salvo che disposizioni di legge o regolamentari non prevedano una validità superiore).
Una deroga al suindicato regime di validità è disciplinata dal co. 2 dello stesso art. 41. Infatti, in esso si sancisce l'ammissibilità (da parte delle pubbliche amministrazioni nonché dei gestori o esercenti i pubblici servizi) di alcuni tipi di (—): anagrafici, dello stato civile, estratti e copie integrali degli atti di stato civile anche oltre i termini di validità.
In tal caso, ferma la facoltà di verificarne la veridicità e l'autenticità è necessario che l'interessato dichiari in fondo al documento che le informazioni contenute nel (—) non hanno subito variazioni dalla data del rilascio.
Infine si ricordi che all'art. 46 del T.U. è contenuta l'elencazione dei (—) che possono essere sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive [Dichiarazione (sostitutiva di certificazione)] e all'art. 49 sono indicati invece i (—) che non possono essere sostituiti da altro documento.
Un particolare tipo di certificato amministrativo è il certificato contestuale, contenente nel medesimo atto una pluralità di certificazioni riguardanti la stessa persona e rilasciato da un unico ufficio nell'ambito del medesimo procedimento (art. 40 D.P.R. 445/2000).
() azionari (d. comm.)
Documenti provvisori rilasciati dalle società per azioni e in accomandita per azioni attestanti la sottoscrizione di un certo numero di azioni e rilasciati in attesa della consegna dei titoli. I (—) devono contenere tutti gli elementi che il codice prescrive per le azioni (artt. 2354, 2633 c.c.).
Analogo certificato è previsto per i titoli obbligazionari.
() del Tesoro zero coupon [c.t.z.] (d. comm.)
Titoli di Stato al portatore di durata pari a 18 o a 24 mesi. Presentano le seguenti caratteristiche:
— sono sprovvisti di cedola, per cui il rendimento viene calcolato, alla scadenza del titolo, sulla differenza tra il prezzo di acquisto e quello di rimborso. In pratica il (—) viene, dal punto di vista del rendimento, ad assimilarsi ad un B.O.T. con scadenza allungata;
— sono collocati attraverso un'asta marginale sul prezzo riservata agli intermediari istituzionali autorizzati dai quali i singoli risparmiatori possono poi acquistare tali titoli;
— scontano una commissione bancaria non superiore allo 0,25%, inferiore a quelle previste per gli altri titoli a lungo termine;
— sono quotati di diritto alla Borsa valori e negoziati al mercato telematico dei titoli di Stato.
() di agibilità (d. amm.)
Il (—) è lo strumento attraverso cui il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati.
Ai sensi dei co. 2 e 3 dell'art. 24 D.P.R. 380/2001 il soggetto titolare del permesso per costruire o che ha presentato la denuncia di inizio attività [D.I.A.] o i loro successori o aventi causa sono tenuti a chiedere il rilascio del (—) in relazione ai seguenti interventi:
a) nuove costruzioni;
b) ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali;
c) interventi sugli edifici esistenti che possono influire sulle condizioni di igiene, sicurezza etc.
() di carichi pendenti (d. proc. pen.)
[Carichi pendenti].
() di credito del Tesoro [c.c.t.] (d. comm.)
Sono titoli di credito a medio e lungo termine emessi dallo Stato. Caratteristica dei (—) è il rendimento a tasso variabile, con indicizzazione determinata dal rendimento dei B.O.T.; più precisamente il rendimento è calcolato sulla base della redditività maturata dai B.O.T. semestrali venduti all'ultima asta precedente la maturazione degli interessi più un ulteriore beneficio (cd. spread) che varia dallo 0,3 all'1% a seconda della durata del titolo.
I (—) vengono emessi con cadenza mensile e posti sul mercato mediante un'asta, indetta con decreto ministeriale, a cui partecipano solo i soggetti abilitati all'acquisto. Dal giorno successivo all'asta i titoli così venduti vengono collocati fra i risparmiatori, mediante quotazione in borsa.
() di credito del Tesoro a sconto [c.t.s.] (d. comm.)
Titoli di Stato aventi caratteristiche intermedie tra i certificati di credito del Tesoro e i B.O.T. [Buoni ordinari del Tesoro]. Infatti il loro rendimento è ancorato ad un doppio parametro di valutazione:
— un tasso fisso, che li rende simili ai B.O.T., incorporato nello sconto applicato dal Tesoro in favore dell'acquirente al momento dell'emissione: in pratica l'acquirente acquista certificati di credito ad un prezzo inferiore al loro valore nominale mentre alla scadenza il rimborso avverrà proprio al valore nominale del titolo;
— un tasso variabile rappresentato da una cedola annuale di interessi indicizzati al 50% del rendimento annuale dei B.O.T.
() di credito del Tesoro con opzione [c.t.o.] (d. comm.)
Titoli di Stato a medio-lungo termine emessi generalmente con una durata dai tre ai sei anni. In sostanza si tratta di normali certificati di credito del tesoro con in più il riconoscimento di un'opzione in favore dell'acquirente: questa consiste nella possibilità di richiedere il rimborso anticipato (al terzo anno) del capitale investito: tale facoltà va esercitata attraverso una comunicazione scritta all'intermediario nei dieci giorni del mese che precede la data di scadenza.
Il rendimento di tali titoli è dato:
— dalla differenza tra il valore di emissione e quello di rimborso (sono emessi sotto la pari);
— da un tasso d'interesse fisso corrisposto semestralmente in via posticipata attraverso lo stacco di cedole successive.
() di credito del Tesoro convertibili [c.t.c.] (d. comm.)
Introdotti per la prima volta nel 1986 per incentivare maggiormente i privati all'acquisto di titoli di debito pubblico, i (—) sono normali certificati di credito del tesoro con in più la caratteristica di offrire al risparmiatore la facoltà di convertire l'investimento a tasso variabile in uno a tasso fisso.
() di deposito (d. banc.)
Si tratta di titoli trasferibili, emessi da banche, rappresentativi di depositi a scadenza vincolata. I tassi dei titoli dipendono dalla scadenza del deposito per cui quelli con durata più lunga hanno tassi più elevati. Ad ogni modo le banche possono differenziare il tasso anche in funzione dell'importo.
I (—) possono essere nominativi o al portatore e garantiscono interessi superiori a quelli del conto corrente bancario.
La durata può variare da 6 a 18 mesi per i (—) a breve e tra 18 e 60 per quelli a medio o lungo termine. Peculiarità dei (—) è la difficoltà che si incontra quando il risparmiatore desidera un rimborso anticipato; poiché manca un mercato dei (—), in caso di necessario smobilizzo è solo possibile rivenderli a banche diverse da quella emittente.
() di investimento (d. banc.)
Sono titoli di credito con durata minima superiore ai 12 mesi.
I (—) offerti in serie sono tra loro fungibili e devono avere quindi identiche caratteristiche di durata, rendimento, valuta etc.
Il C.I.C.R., con delibera 3-3-1994, ha individuato nei (—) e nelle cambiali finanziarie, oltre che nelle obbligazioni, gli strumenti atti ad effettuare la raccolta del risparmio presso il pubblico da parte dei soggetti diversi dalle banche. Sono abilitati all'emissione le società, gli enti quotati in Borsa e le società non quotate, purché mostrino utili nei bilanci degli ultimi 3 esercizi.