Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Campo
Capacità sinaptica
Carattere
Carenza
Carica psichica
Caso
Castrazione
CAT
Catalessia
Catarsi
Catatonia
Cattell, James Mckeen
Cattell-test 16 PF
Cenestesico
Censura
Centrale, sistema nervoso
Cerebrale
Cerebrale, emisfero
Cervelletto
Cervello
Charcot, Jean-Martin
Chomsky, Noam
Cibernetica
Ciclotimia
Claustrofobia
Cleptomania
Clima organizzativo
Coaching
Coazione
Cognitiva
Cognitive
Cognitivismo
Cognitivista
Cognitivo
Collettivo
Colloquio
Compensazione
Complesso
Comportamentismo
Comprensione
Compromesso
Compulsione
Compulsiva
Comunicazione
Comunità
Comunità terapeutica
Condensazione
Condizionamento
Condotta
Confabulazione
Conflitto psichico
Confronto sociale
Congruenza
Conscio
Consulenza
Contenimento
Contenuto latente/Contenuto manifesto
Controllo degli impulsi
Controtransfert
Conversione
Conversione
Convulsione febbrile
Convulsiva
Coordinazione
Coping
Coprofagia
Coprofilia
Coprofobia
Coprolagnia
Coprolalia
Coraggio
Corpo
Coscienza
Coscienza
Coscienza dell’Io
Costanza
Counseling
Criminologia
Cubo
Cue



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Colloquio
In quanto modalità di osservazione e di studio del comportamento umano, il c. è uno strumento fondamentale dello psicologo clinico, sia nella fase di valutazione del paziente sia in quella di terapia vera e propria. Nel primo caso costituisce il mezzo basilare per una diagnosi della personalità; nel caso della terapia il c. è l'unico modo di procedere, a prescindere dalla scuola di formazione dello psicologo. Nell'ambito della psicologia clinica, due sono gli obiettivi principali del c.:
1) raccogliere dei dati sufficienti ad avere un quadro della situazione tale da permettere la formulazione di una diagnosi corretta;
2) consentire al soggetto di analizzarsi per fare una scelta di comportamento adeguata alle proprie esigenze.
Per Sullivan il c. clinico consiste in una situazione in cui la comunicazione avviene tra due persone che s'incontrano, più o meno volontariamente, sulla base di un rapporto esperto-cliente. Lo scopo è quello di chiarire il modo caratteristico di vivere della persona in esame, dalla cui chiarificazione si attende un beneficio. Nel c. non hanno tanta importanza gli avvenimenti come sono in realtà, ma piuttosto come questi vengono filtrati e vissuti dal paziente. I dati di valutazione ottenuti nel c. si basano non solo su quanto dichiara il paziente stesso, ma anche su tutti quegli elementi prossemici ed extraverbali che sono indizi di indubbia rilevanza ai fini della comprensione del paziente. Lo psicologo fa sì che durante il c. le difese vengano abbassate e che la persona riesca a mettersi a nudo senza remore. Il c., ovviamente, non è uno strumento di precisione come tanti altri della psicologia sperimentale: la persona, trovandosi in una condizione inusuale può apparire più aggressiva o più inibita del solito, perciò occorre che lo psicologo abbia un addestramento particolare. Il c. può assumere diverse forme, a seconda delle situazioni, delle persone e degli obiettivi che si prefigge. Il c. diagnostico (o profondo) ha come obiettivo il raggiungimento di una diagnosi della personalità del paziente con l'ausilio di tecniche di valutazione standardizzata, test o reattivi mentali, costituiti da una serie di prove selezionate dopo studi di validazione su determinati campioni di popolazione. S'incentra soprattutto sulla raccolta di quante più informazioni possibili sul paziente da parte del terapeuta. Il c. terapeutico assume la forma di un'intervista aperta che trae origine da un contesto motivazionale specifico contenente, in genere, una richiesta di aiuto al terapeuta. In questo tipo di c. è fondamentale la neutralità del terapeuta, da intendersi come capacità dello psicologo di favorire il processo di conoscenza dell'altro sacrificando i suoi ricordi o desideri personali. Ma naturalmente la personalità del terapeuta assume un ruolo fondamentale nel rapporto terapeutico, perché è lui che deve guidare il gioco.