Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
32/1 Compendio di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVII, pag. 256 € 17,00</span> 54A/9 I Quaderni del Praticante Avvocato - Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 176 € 15,00</span> 32 Manuale di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI, pag. 320 € 24,00</span> 22 Diritto Canonico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 VIII, pag. 320 € 24,00</span> 222/1 Elementi di Diritto Canonico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2008 , pag. 128 € 8,00</span> 32/2 Schemi & Schede di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2007 , pag. 224 € 14,00</span>
Magistero, potestà di
Materiae mixtae
Matrimonio apparente
Matrimonio attentato
Matrimonio canonico
Matrimonio concordatario
Matrimonio misto
Matrimonio per procura
Matrimonio putativo
Matrimonio rato e non consumato
Matrimonio segreto
Metropolita
Ministeri
Ministeri istituiti
Ministeri ordinati
Ministro del culto
Missioni
Moderatore di curia
Moderatore supremo



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico
Matrimonio rato e non consumato can. 1060, 1142 c.j.c.; art. 34 Concordato 11-2-1929; art. 3 L. 1-12-1970, n. 898

Matrimonio valido tra battezzati cui non sia seguito l’atto per sé idoneo alla generazione della prole. La consumazione si presume fino a prova contraria se dopo la celebrazione i coniugi abbiano coabitato.
Esso può essere sciolto dal Sommo Pontefice [vedi Scioglimento del vincolo matrimoniale], ove sussista una giusta causa. L’art. 34 del Concordato del 1929 prevedeva che il provvedimento ecclesiastico con il quale era accordata la dispensa dal (—) potesse essere reso esecutivo agli effetti civili con la stessa procedura prevista per le sentenze ecclesiastiche dichiarative della nullità del matrimonio canonico [vedi Matrimonio concordatario].
Poiché tale disposizione è stata dichiarata illegittima dalla Corte Costituzionale (sent. n. 18/1982) e non è riproposta nel Nuovo Concordato del 1984, deve ritenersi abrogata.
I coniugi che ottenessero oggi lo scioglimento del (—) (regolarmente trascritto) possono realizzare la cessazione degli effetti civili invocando l’art. 3 della L. 898/70 (cd. legge sul divorzio) che tra le cause di cessazione degli effetti civili prevede, appunto, la non consumazione del matrimonio.