Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Campo
Capacità sinaptica
Carattere
Carenza
Carica psichica
Caso
Castrazione
CAT
Catalessia
Catarsi
Catatonia
Cattell, James Mckeen
Cattell-test 16 PF
Cenestesico
Censura
Centrale, sistema nervoso
Cerebrale
Cerebrale, emisfero
Cervelletto
Cervello
Charcot, Jean-Martin
Chomsky, Noam
Cibernetica
Ciclotimia
Claustrofobia
Cleptomania
Clima organizzativo
Coaching
Coazione
Cognitiva
Cognitive
Cognitivismo
Cognitivista
Cognitivo
Collettivo
Colloquio
Compensazione
Complesso
Comportamentismo
Comprensione
Compromesso
Compulsione
Compulsiva
Comunicazione
Comunità
Comunità terapeutica
Condensazione
Condizionamento
Condotta
Confabulazione
Conflitto psichico
Confronto sociale
Congruenza
Conscio
Consulenza
Contenimento
Contenuto latente/Contenuto manifesto
Controllo degli impulsi
Controtransfert
Conversione
Conversione
Convulsione febbrile
Convulsiva
Coordinazione
Coping
Coprofagia
Coprofilia
Coprofobia
Coprolagnia
Coprolalia
Coraggio
Corpo
Coscienza
Coscienza
Coscienza dell’Io
Costanza
Counseling
Criminologia
Cubo
Cue



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Condizionamento
La teoria classica distingueva due tipi di apprendimento, noti con il nome di c. classico o riflesso condizionato di I tipo e c. strumentale od operante o di II tipo. Entrambi sono considerati forme di apprendimento di tipo associativo.
1) Condizionamento classico. Studiato approfonditamente da Pavlov, risulta un'importante parte del programma del comportamentismo americano. Uno stimolo condizionato (SC), originariamente neutro, accoppiato ripetutamente a uno stimolo incondizionato (SI), dopo un certo tempo suscita la risposta anche da solo. Lo SI deve essere presentato contemporaneamente, o seguire a brevissima distanza (nella maggior parte dei casi meno di 1 secondo), lo SC. Non si ha c. se l'ordine è rovesciato né se gli stimoli sono presentati a caso, senza una rigida relazione temporale. Se poi lo stimolo condizionato viene presentato più volte in assenza dello stimolo incondizionato, la risposta si estingue (estinzione). L'individuo apprende la relazione tra SI e SC. In un tipico esperimento di Pavlov il suono di un campanello da solo non è in grado di stimolare la salivazione nel cane, mentre se è costantemente associato alla presentazione del cibo diverrà in grado di stimolarla anche da solo, perché il cane impara l'associazione SI-SC.
2) Condizionamento operante. Studiato e proposto da Skinner come una teoria dell'apprendimento, vede un ruolo attivo dell'animale che si comporta in modo da garantirsi una ricompensa. La possibilità che un'azione sia compiuta dipende dagli effetti che ne conseguono. La presentazione di uno stimolo rinforzato (ad esempio, cibo) in regolare rapporto con la risposta strumentale (ad esempio, pressione su una leva) stabilisce una contingenza e la tendenza ad attuare la risposta strumentale è rinforzata. Se, al contrario, la risposta è seguita da una punizione, la probabilità della sua comparsa diminuisce. L'individuo apprenderebbe la relazione tra risposta e rinforzo. I rinforzi sono definiti primari quando sono indipendenti da un precedente apprendimento (necessità di cibo, ad esempio), oppure secondari quando richiedono un precedente apprendimento che abbia ricevuto ricompense; positivi quando le conseguenze di una risposta accrescono la probabilità che la risposta si ripeta; negativi quando una risposta che consente l'allontanamento da un evento negativo accentua quella risposta.