Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L5 Il Nuovo Condominio<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVI, pag. 848 € 46,00</span> OP9 Codice del Nuovo Condominio Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 1280 € 79,00</span> L6 I Rapporti di Vicinato<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 272 € 38,00</span> L5/A Le Spese di Ristrutturazione negli Immobili Condominiali<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 304 € 38,00</span> FM204/1 Formulario Commentato del Nuovo Condominio<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 Novità, pag. 352 € 34,00</span> E9/A Codice del Condominio Esplicato - Leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 , pag. 448 € 18,00</span>
Vanella
Vedute
Ventilazione meccanica
Verande e bovindi
Verbale di assemblea
Vespai
Videocitofono
Vigilanza
Villette a schiera
Vincolo artistico o storico
Volte
Voltura catastale
Voto in assemblea



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario del Condominio
Tali ville sono generalmente disposte l’una accanto all’altra, in pianta circolare o ellittica ovvero in altra forma geometrica, in guisa da formare un complesso unitario, e pur avendo in comune qualche parte (es. il cancello ad apertura automatica, il cortile, i lampioni), sono divise l’una dall’altra, tanto che ciascuna ha un proprio numero civico.
Discussa è l’applicabilità alle parti comuni di complessi di tal genere della disciplina generale della comunione o di quella più specifica del condominio.
In dottrina si è sottolineato, da un lato, che nelle c.d. «schiere» vi sono certamente parti che devono ritenersi comuni ai singoli alloggi di cui una schiera si compone (SCALETTARIS) e, dall’altro, che nelle c.d. «villette a schiera» mancano le porzioni di piano e, soprattutto, manca l’edificio originario, intendendendosi per tale un unico fabbricato che può, per l’appunto, essere diviso in orizzontale dando luogo a diverse unità abitative, le une sopra le altre (TERZAGO). Il primo rilievo porta a ritenere che la disciplina condominiale (artt. 1117-1139 c.c.) debba trovare applicazione anche con riguardo alle villette a schiera, anche se limitatamente alle strutture e agli impianti che queste stesse hanno in comune, e comunque con specifici adattamenti. La seconda considerazione implica, per converso, l’applicabilità, sia pure parziale e sempre con i necessari adattamenti, della più generale disciplina sulla comunione (artt. 1100-1116 c.c.).
In ogni caso resta sottratto alla disciplina del condominio, o a quella della comunione, per essere ricondotto a quella dei rapporti di buon vicinato, qualsiasi altro aspetto dei rapporti tra i singoli proprietari delle ville che esuli dai rapporti concernenti le parti comuni.