Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Campo
Capacità sinaptica
Carattere
Carenza
Carica psichica
Caso
Castrazione
CAT
Catalessia
Catarsi
Catatonia
Cattell, James Mckeen
Cattell-test 16 PF
Cenestesico
Censura
Centrale, sistema nervoso
Cerebrale
Cerebrale, emisfero
Cervelletto
Cervello
Charcot, Jean-Martin
Chomsky, Noam
Cibernetica
Ciclotimia
Claustrofobia
Cleptomania
Clima organizzativo
Coaching
Coazione
Cognitiva
Cognitive
Cognitivismo
Cognitivista
Cognitivo
Collettivo
Colloquio
Compensazione
Complesso
Comportamentismo
Comprensione
Compromesso
Compulsione
Compulsiva
Comunicazione
Comunità
Comunità terapeutica
Condensazione
Condizionamento
Condotta
Confabulazione
Conflitto psichico
Confronto sociale
Congruenza
Conscio
Consulenza
Contenimento
Contenuto latente/Contenuto manifesto
Controllo degli impulsi
Controtransfert
Conversione
Conversione
Convulsione febbrile
Convulsiva
Coordinazione
Coping
Coprofagia
Coprofilia
Coprofobia
Coprolagnia
Coprolalia
Coraggio
Corpo
Coscienza
Coscienza
Coscienza dell’Io
Costanza
Counseling
Criminologia
Cubo
Cue



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Conflitto psichico
Concetto inteso come l'insieme delle reazioni, tendenzialmente incompatibili, che blocca o arresta la traduzione in atto di una risposta.
1) Psicoanalisi. In tale ambito il c.p. è colto quale contrapposizione tra istanze interne divergenti, essenzialmente tra i bisogni antitetici, protagonisti del complesso di Edipo, tra le differenti istanze psichiche, come l'Es e l'Io, ad esempio, tra pulsioni distinte, tra difese e desideri. Freud ha sottolineato il rapporto privilegiato tra il c.p. e la sessualità, fondamentalmente nella situazione edipica, cogliendo nella relazione con l'attività sessuale il dato strutturale debole dell'Io. Inoltre, sin dalle sue origini, la psicoanalisi ha fatto del c.p. l'elemento centrale della teoria della nevrosi. Il sintomo nevrotico viene descritto da Freud come il risultato di un accordo tra due rappresentazioni opposte, ove il conflitto, la rimozione e la sostituzione, sotto forma di creazione di compromesso, rappresentano il processo individuabile in ogni sintomo nevrotico e in tutti quei fenomeni come sogni, atti mancati e ricordi-schermo. Tre sono le ipotesi proposte dalla teorizzazione freudiana in riferimento ai termini coinvolti nel c.p., il cui elemento comune è rappresentato dalla tesi che la sessualità sia un termine del c.: 1) la prima è relativa alla contrapposizione tra principio di piacere e di realtà, controllati dalla rimozione; 2) la seconda ingloba l'antitesi tra le pulsioni dell'Io, o di autoconservazione, e le pulsioni sessuali; 3) la terza riconduce il c. al dualismo tra pulsioni di vita e pulsioni di morte, tra Eros e Thanatos, ove ambedue i tipi distinti sin dal primo nascere della vita agirebbero e lavorerebbero l'uno contro l'altro (Al di là del principio del piacere, 1923). Il c. può essere manifesto, nel caso di sentimenti contrastanti, oppure latente: in questo secondo caso, peculiare della nevrosi, i dati del c. manifesto esprimono soltanto una deformazione dei dati reali del c. latente, che si esprimono concretizzandosi in sintomi, alterazioni del carattere, disturbi della condotta.
2) Psicologia individuale. A occuparsi di nevrosi conflittuale è Adler (1912), alla base della quale pone un senso di inferiorità dell'individuo correlato a una sua marcata asocialità. L'autore si riferisce a quegli atteggiamenti la cui causa va ricercata nell'evidente opposizione ambientale, mantenuta da giudizi critici che preservano la nevrosi conflittuale dal delirio vero e proprio.
3) Psicologia cognitivista. Il c. è stato esplicato in tale ambito in termini di dissonanza cognitiva tra la rappresentazione mentale del soggetto e le sue disposizioni comportamentali in contrasto con essa.