Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
IP5 Ipercompendio Diritto Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 320 € 16,00</span> 5/3 Compendio di Istituzioni di Diritto Privato (Diritto Civile)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIII, pag. 672 € 21,00</span> 5 Manuale di Istituzioni di Diritto Privato (Diritto Civile)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXVI, pag. 896 € 30,00</span> E1   Codice Civile Esplicato spiegato Articolo per Articolo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIV, pag. 2336 € 48,00</span> 504/4 Codice Civile e di Procedura Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXII, pag. 1632 € 25,00</span>
U.E.
U.I.L.
U.N.E.P.
Ubriachezza e intossicazione da alcool
Udienza
Ufficiale
Ufficio
Uguaglianza
Ultrapetizione (o ultra petita)
Ultrattività della legge
UNICEF
Unione e commistione
Unione Europea
Unioni civili
Unità produttiva
Universalità
Università
Urbanistica
Usi
Uso
Usucapio libertatis
Usucapione
Usufrutto
Usura
Usurpazione
Utile
Utilità sociale
Uxoricidio


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Cognome (d. civ.)
Il (—) è il nome della famiglia; fa parte del nome, insieme al prenome, o nome individuale.
Il (—) può essere modificato solo in casi eccezionali (art. 6, co. 3 c.c.); si acquista per nascita, per matrimonio (artt. 143bis e 156bis c.c.) e per adozione.
La migliore dottrina ritiene che il diritto al nome sia un diritto personalissimo, inalienabile ed imprescrittibile [Nome (Diritto al)].
() della moglie
La moglie aggiunge al proprio (—) quello del marito e lo conserva durante lo stato vedovile fino a che passi a nuove nozze (art. 143bis c.c.).
La donna perde il (—) del marito in caso di divorzio; tuttavia il tribunale può autorizzarla a conservarlo, in aggiunta al proprio, quando sussista un interesse suo o dei figli degno di tutela. Il giudice, inoltre, può, in via più generale, vietare alla moglie l'uso del (—) del marito, quando tale uso sia a lui gravemente pregiudizievole, e può parimenti autorizzare la moglie a non usare il cognome stesso, qualora dall'uso possa derivarle grave pregiudizio (art. 146bis c.c.).