Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
PK14/4 Il Codice per l'esame di Stato di Economia Aziendale...in tasca<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 688 + 96 € 12,50</span> 347 44 Funzionari promozione culturale Ministero Affari Esteri (Ripam - MAECI) - Manuale delle materie specialistiche<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1120 € 45,00</span> 332 35 Funzionari Contabili Amministrazione Penitenziaria<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 1104 € 42,00</span>
G7
GAB
Gabbia salariale
Gadget
Gain-loss analysis
Gains sharing
Galbraith, John Kenneth
Game theory
Gantt, grafici di
Gap
Gap analysis
Garanzia di cambio
Garanzia per l'esportazione
GATT
Gauss, Karl Friederich
Gearing
GEIE
General arrangement borrow
Gentlemen's agreements
Gerschenkron, Alexander
Gestione del debito pubblico
Gestione del personale
Gettito tributario
Giffen, paradosso di
Gift
Gilt-edged market
Gilts
Gini, Corrado
Gini, indice di mutabilità
Giochi a somma zero
Giochi, teoria dei
Gioco di Ponzi
Giovedì nero
Giurisdizioni locali
Global bonds
Global company
Global finance
Globalizzazione
Go-slow
Gold bullion standard
Gold exchange standard
Gold loans
Gold points
Gold standard
Gold tranche
Gold warrant
Golden clause
Golden share
Good delivery
Gosbank
Gossen, Herman Heinrich
Governatore della Banca d'Italia
Gradi di libertà
Grado di apertura
Grafici di Gantt
Grafico
Grande balzo
Grande depressione
Grande distribuzione
Grandi numeri, legge dei
Grant economics
Gray market
Greenbacks
Greenfield ventures
Gresham, legge di
Gresham, Thomas
Grida, recinto alle
Gruppo Andino
Gruppo dei cinque
Gruppo dei dieci
Gruppo dei settantasette
Gruppo dei sette
Gruppo dei tre
Gruppo dei venti
Gruppo dei ventiquattro
Gruppo di controllo
Gruppo di Rio
Gruppo di Visegrad
Gruppo economico d'interesse europeo
Gruppo polifunzionale
Guadagni in conto capitale
Guerra, economia di
Guide-lines
Gumbell, variabile casuale di




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Sistema tributario

Insieme di norme che regolano l'attività impositiva dello Stato.
In Italia il sistema tributario è stato oggetto di diverse riforme negli anni successivi all'ultimo conflitto mondiale. Un primo tentativo di Riforma Tributaria si ebbe nel 1951 (c.d. legge Vanoni) con la quale si tentò di porre rimedio ai macroscopici difetti della legislazione anteriore che consistevano soprattutto:
— nell'eccessiva produzione legislativa (spesso frammentaria e poco chiara);
— nel fatto che alcuni beni erano soggetti all'imposizione di più tributi (v. Doppia imposizione);
— in aliquote elevate;
— nella lentezza burocratica.
Successivamente con la legge 685/67 furono fissati i criteri fondamentali dell'odierno sistema tributario:
— la progressività (v. Progressività dell'imposta) secondo il dettato dell'art. 53 della Costituzione;
— l'adattabilità dell'intero sistema alle mutate esigenze di politica economica del Paese, cercando di ridurre il numero dei tributi;
— la coordinazione tra finanza locale (v.) e statale, per evitare conflitti e duplicazioni di tributi;
— la chiarezza del tributo per permettere a ciascun contribuente di valutare rapidamente l'ammontare del proprio onere fiscale.
Una spinta decisiva all'avvio della riforma tributaria (legge delega n. 825 del 1971 cui hanno fatto seguito i decreti di applicazione emanati fra il 1972 e il 1973) è stata data dall'esigenza di far fronte agli impegni internazionali assunti dall'Italia: in particolare occorreva dare attuazione agli accordi CEE che fissavano il divieto di discriminazione fiscale tra i beni prodotti in ciascuno degli Stati membri e sollecitavano con insistenza l'entrata in vigore dell'IVA (v.) in sostituzione dell'IGE (v.).
Le linee fondamentali della riforma del 1971 possono essere così sintetizzate:
semplificazione del sistema tributario con l'accorpamento di numerosi tributi minori in un'imposta diretta (v. IRPEF) ed un'imposta sugli scambi (v. IVA);
— forte accentramento delle entrate tributarie, con la soppressione di quasi tutti i tributi locali (v.).
Gli anni successivi hanno però visto proliferare particolarismi, regimi di favore e agevolazioni, nonché l'istituzione di nuovi tributi locali (v. ICI). Al fine di porre ordine in questa «giungla fiscale», la L. 662/96 ha delegato il Governo a riordinare il sistema tributario: i 16 decreti legislativi emanati nel corso del 1997 hanno:
— istituito l'IRAP (v.), la terza imposta per importanza nel nostro ordinamento, e la DIT (v. Dual income tax);
— rivisto la disciplina dell'IVA e la tassazione dei redditi di lavoro dipendente;
— riordinato i tributi locali, con la contemporanea soppressione di alcuni tributi minori fra cui l'ILOR (v.) e l'ICIAP (v.).
Di conseguenza, il sistema fiscale italiano si fonda essenzialmente sui seguenti tributi:
imposte dirette: IRPEF, IRPEG (v.), IRAP (che colpisce una particolare forma di reddito costituita dalla produzione di valore aggiunto netto), ICI (imposta che colpisce il patrimonio immobiliare);
imposte indirette: IVA, imposte di consumo e fabbricazione (v. Accise) ed altri tributi minori.