Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 € 8,00</span>
Baccanali
Balbino (Celio Calvino)
Basilica
Bávari
Belgica
Bèllum
Benefìcia herèdis
Benefìcium
Beneficium abstinèndi
Benefìcium cedendàrum actiònum
Beneficium competèntiæ
Beneficium divisiònis
Beneficium excussiònis (o òrdinis)
Beneficium inventàrii
Benefìcium separatiònis
Berito (scuola di)
Bèstiis òbici
Betica
Bigamia
Bitinia
Bòna adventìcia (o pecùlium adventìcium)
Bona cadùca
Bona extra dotem
Bòna fìdes
Bona matèrna
Bona materni gèneris
Bona receptìcia
Bona vacàntia
Bona vi rapta
Bòni mòres
Bonòrum cèssio
Bonorum distràctio
Bonòrum èmptor
Bonorum magìster
Bonorum possèssio
Bonorum possessio contra tàbulas
Bonorum possessio cum re
Bonorum possessio secùndum tabulas
Bonorum possessio sine re
Bonorum possessio sine tàbulis
Bonorum possessio ventris nomine
Bonòrum sèctio
Bonorum sector
Bonorum separàtio
Bonorum vendìtio
Bònum et æquum
Bònus pater familias
Bonæ fìdei iudìcium
Bosforo
Boviano (Battaglia di)
Brachylogus iuris civilis
Brephotrophium
Breviàrium Alarìci vel Alariciànum
Britannia
Broccardo
Bruto (M. Giunio)
Bruto Lucio Giunio
Bústum



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
Teodosio (imp. 379-395 d.C.)

Valoroso generale nella guerra contro i Goti, fu nominato Augustus per la pars Orientis da Graziano [vedi] nel 379 d.C.
Alla morte dell’imperatore nel 383 d.C. a (—) rimaneva la prefettura d’Oriente, a Magno Massimo [vedi], nominato nuovo Augusto, passava la prefettura della Gallia e a Valentiniano II [vedi] quella d’Italia e dell’Illirico.
Questa situazione di relativo equilibrio dell’Impero, diviso in tre parti, fu ben presto minacciata da Magno Massimo, che nel 387 d.C. si impadroniva, a danno di Valentiniano II, delle prefetture d’Italia e d’Africa; ma nel 388 d.C. veniva ucciso ad Aquileia da (—) che riportava in Occidente una relativa tranquillità ben presto incrinata dall’uccisione di Valentiniano II a Vienna nel 392 d.C.
Nel 394 d.C., eliminato anche l’ultimo Augusto Eugenio, (—) rimaneva solo al potere.
La sua opera fu diretta essenzialmente al rafforzamento dell’Impero, pressato all’esterno dalle invasioni dei barbari e all’interno dai vari tentativi di usurpazioni. Proprio allo scopo di rinsaldare l’unità dell’impero, (—) volle imporre il cattolicesimo come unica religione di Stato, avversando apertamente il paganesimo e condannando l’arianesimo nel Concilio di Costantinopoli del 381 d.C.
Con (—), l’Impero Romano ritornava per l’ultima volta alla reggenza di un unico imperatore. Alla sua morte, avvenuta il 17 gennaio del 395 d.C., gli successero i figli Arcadio [vedi], (Augusto dal 383 d.C.) reggente della pars orientale, ed Onorio ([vedi] Augusto dal 393 d.C.) reggente di quella occidentale.
Con l’intensificarsi dei contrasti religiosi tra l’Oriente, dove predominava l’eresia ariana, e l’Occidente fedele alla tradizione cattolica, la morte di (—) non segnò una semplice divisione amministrativa, ma una definitiva frattura dell’Impero.
Il complesso delle tradizioni storico-culturali delle due partes, era infatti giunto all’apice della sua diversificazione.