Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilitą e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> 17/2 Prepararsi per l'esame di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 160 € 8,00</span>
Tabelliņnes
Tabula Hebąna
Tabula rasa
Tabulario
Tacito
Tacito, Cornelio
Tąlio
Tantłndem eiłsdem gčneris
Tarpea
Tarquinia (gens)
Tarquinio Prisco
Tarquinio “il Superbo”
Tarraconese
Tarrutieno (o Taruttieno, o Tarrunteno) Paterno
Taxątio
Tazio Tito
Telņnea
Tčmpus ad deliberandum
Tempus ad usucapionem
Tempus lugčndi
Tempus rčgit ąctus
Tenuiņres
Teodorico
Teodosio
Teodosio II
Teofilo
Tergiversątio
Terminąlia
Termine
Testamčnti fąctio attiva
Testamčnti factio passiva
Testamčntum
Testamčntum ąpud ącta cņnditum
Testamentum calątis comģtiis
Testamčntum desčrtum
Testamentum imperfčctum
Testamentum in procģnctu
Testamentum iniłstum
Testamentum inofficiosum
Testamčntum ģrritum
Testamčntum iłre civili
Testamentum iure non factum
Testamentum iure prętorio factum
Testamentum mģlitis
Testamentum parčntis inter lģberos
Testamčntum per holņgrapham scriptłram
Testamentum per nuncupatiņnem
Testamentum per ęs et lģbram
Testamentum prģncipi oblątum
Testamentum rłptum
Testamentum rłri cņnditum
Testamentum tčmpore pčstis cņnditum
Testamčntum tripertģtum
Tetrarchia
Textłra
Thčma decidčndum
Thesąurus
Tiberina, Isola
Tiberio
Tiberio Coruncanio
Tiberio Gracco
Tignum iunctum
Tinctłra
Tipucitus
Tģties
Tito
Tģtuli ex cņrpore Ulpiąni
Titulus ad usucapionem
Toga, Tunica, Synthesis, Trabea
Tollere liberum
Trądens
Tradģtio
Tradģtio brevi mąnu
Traditio chartę vel instrumčnti
Traditio cląvium ąpud hņrreum
Traditio ficta
Tradģtio longa manu
Traditio ņculis et adfčctu
Traditio servitłtis
Traditio symbolica
Traiano Ulpio
Transąctio
Transfłgium
Transģtio ad plebem
Transitus legalis
Translątio iudģcii
Translatio legąti
Translatio possessiņnis
Transmissio delatiņnis
Transmģssio ex cąpite in ģntegrum restitutiņnis
Transmissio Iustiniąna
Transmģssio Theodosiąna
Transpadana, Gallia
Transscrģptio
Trebazio Testa
Treboniano Gallo
Trčs fąciunt collčgium
Tresviri ągris dąndis adsignąndis iudicąndis
Tresviri capitąles
Tresviri colonię deducčndę agrņque dividłndo
Tresviri epulones
Trčsviri ęre argento auro fląndo feriłndo
Trģa momčnta
Tria nņmina
Triboniano
Tribłni mģlitum consuląri potestąte
Tribłni plčbis
Tribunģcia potčstas
Tribunus
Tribus
Tribłtum
Trifąno (Battaglia di)
Trifonino Claudio
Trinņctii usurpątio
Trinłndinum
Tripertģta
Triplicątio
Triłmphus
Triumvirato
Tullo Ostilio
Tumłltus
Turpitłdo
Tuscia
Tutela
Tutčla fiduciaria
Tutela impłberum
Tutčla libertņrum
Tutela mulģerum
Tłtor
Tutor Atiliąnus
Tłtor cessģcius
Tutor datģvus
Tutor decretąlis
Tutor fiduciąrius
Tutor legģtimus
Tutor optģvus
Tutor testamentąrius
Tutor testamčnto dątus



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico-Giuridico Romano
Tribłni plčbis [Tribuni della plebe]

I (—) erano i principali magistrati della plebe [vedi plebs]. Secondo la dottrina prevalente, l’origine del tribunato della plebe č da rinvenire in un atto rivoluzionario della plebe, che dopo aver creato i suoi magistrati si impegnņ solennemente a difendere l’inviolabilitą.
Controversa č la datazione in ordine all’istituzione di tale magistratura:
— alcuni autori ritengono che i (—) vennero istituiti in numero di quattro, intorno al 471 a.C.;
— secondo altra dottrina, la loro creazione in numero di due, va collocata nel 494 a.C., mentre nel 471 a.C. sarebbe stato solo elevato il numero di tribuni da due a quattro.
Č, peraltro, pacifico che il loro numero crebbe progressivamente, al punto che, nel 449 a.C., i tribuni erano addirittura 10.
La nascita di tale magistratura, espressione del grado di organizzazione e della forza raggiunta dagli esponenti del ceto plebeo, fu motivata dalla necessitą, profondamente avvertita dalla comunitą di istituire dei capi in grado di guidarla nella lotta di classe e di far sentire il loro peso all’interno dell’ordinamento romano.
I (—) (in origine nominati senza particolari formalitą), furono eletti dai comģtia tribłta [vedi], a partire dal 471 a.C. anno a cui si fa risalire l’istituzione di tale assemblea.
In seguito, la competenza a provvedere alla loro elezione fu attribuita ai concģlia plčbis [vedi].
I (—), privi di imperium [vedi], furono, pertanto, un organo a carattere prettamente rivoluzionario; i loro poteri (di natura squisitamente difensiva), si estrinsecavano essenzialmente nell’auxģlium plčbis, ossia nella protezione della plebe e della sua organizzazione assembleare dagli arbitrii del patriziato.
Strumento ed espressione di detto potere divenne l’intercčssio tribunģcia [vedi], ossia il potere di veto, opponibile contro qualsiasi atto degli organi cittadini.
Tra i poteri attribuiti ai (—) vanno annoverati anche:
— il iłs agčndi cum plebe, ossia il potere di convocare e presiedere i concilia plebis [vedi];
— il ius coercitiņnis, esercitabile nei confronti di tutti i cittadini consistente nel potere di irrogare multe, di arrestare i riottosi, di condurre coattivamente gli imputati di reati di carattere politico dinanzi ai tribunali popolari e, persino, di uccidere senza processo i nemici del popolo.
Venuta meno la differenziazione tra patrizi e plebei, i (—) divennero organo di protezione degli interessi popolari (cioč delle classi economicamente pił deboli) contro gli abusi perpetrati dai magistrati repubblicani.
In etą imperiale il tribunątus plebis, congiuntamente a tutte le istituzioni repubblicane, perse importanza; la tribunicia potestas [vedi] finģ col rientrare tra le prorogative imperiali.