Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
44 Compendio di Economia Politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 272 € 22,00</span> 44/3 Eserciziario di Microeconomia<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 304 € 16,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span>
OAS
OAT
Obbligazioni
Obbligazioni pubbliche
Obiettivi di politica economica
Obligations assimilables du Trésor
Obsolescenza
Occupazione
OCSE
OECE
Ofelimità
Offerta
Offerta aggregata
Offerta di mercato
Offerta di moneta
Offerta fuori sede
Offerta pubblica d'acquisto
Offerta pubblica di acquisto e di scambio
Offerta pubblica di sottoscrizione
Offerta pubblica di vendita
Offerta, curva di
Offset
Offshore
Ohlin, Bertil
OIC
OIL
Oil facilities
Okun, Arthur M.
Old economy
Oligopolio
Oligopsonio
OMC
Omogeneità
Omogeneità del prodotto
Omoschedasticità
Oneri deducibili
Oneri sociali
ONU
OPA
OPAS
OPEC
Open door
Open pricing
Operatori di Borsa
Operazioni derivate
Operazioni di finanziamento marginale
Operazioni di mercato aperto
Operazioni su iniziativa delle controparti
OPS
Opting out
Option
OPV
Opzione di tipo americano
Opzione di tipo europeo
Ordinata
Ordini
Organigramma aziendale
Organigramma divisionale
Organigramma multifunzionale
Organigramma normalizzato
Organigramma orizzontale
Organigramma per matrice
Organigramma verticale
Organization of American States
Organizzazione
Organizzazione Europea per la Cooperazione economica
Organizzazione formale
Organizzazione internazionale del commercio
Organizzazione internazionale del lavoro
Organizzazione mondiale del commercio
Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico
Organizzazione reale
Oro
Orso
Oscillazione
Ottimizzazione
Ottimo paretiano
Out of the money
Outliers
Outplacement
Output
Outsourcing
Over the counter
Overlapping generations
Overnight
Overshooting




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Teoria quantitativa della moneta

Teoria che sintetizza la dottrina monetaria dei classici (v.) e dei neoclassici (v.) secondo cui la moneta è un semplice mezzo di scambio, senza alcuna influenza sui fenomeni reali del sistema economico, se non quello di determinare il livello dei prezzi. Benché molti autori (Bodin, Hume) avessero già da tempo individuato una relazione fra la quantità di moneta ed il livello dei prezzi, fu l'economista americano I. Fisher (v.) nel 1911 ad elaborare in forma più compiuta questa relazione empirica nella celebre equazione dello scambio:

MV = PT

Partendo da una semplice identità (il prodotto della quantità di moneta M per la sua velocità di circolazione V è uguale al valore degli scambi effettuati, ovvero al prodotto dell'insieme delle transazioni effettuate T per la media ponderata dei prezzi P), Fisher poteva sintetizzare tutti i capisaldi della teoria neoclassica: la moneta considerata come semplice velo al di sopra di fenomeni reali, la cui funzione è quella di facilitare gli scambi, e la convinzione che il mercato monetario determina solo il livello dei prezzi assoluti. Posto, infatti, che la quantità di moneta M dipende dalle decisione delle autorità monetarie, se si ipotizza che T e V sono costanti, l'unica variabile che potrà assumere valori diversi, a seconda che muti M, resta la P, ovvero il livello generale dei prezzi.
Dimostrare che V e T sono valori costanti, era un compito abbastanza facile. La velocità di circolazione della moneta (v.), e cioè il numero dei pagamenti che la moneta compie nel periodo di tempo considerato, dipende da fattori strutturali del sistema economico e pertanto essa muterà solo lentamente nel tempo. Per quanto poi riguarda T, ovvero il volume delle transazioni, non può variare se il sistema economico si trova in situazione di piena occupazione; poiché è questo il caso più rilevante, secondo la dottrina neoclassica, anche T sarà costante. Ne consegue che il livello dei prezzi P è proporzionale alla quantità di moneta in circolazione. Anche per Fisher dunque, come già per i classici, la moneta è un semplice e comodo velo al di sopra delle relazioni sociali e dei fenomeni reali della produzione, della distribuzione e della domanda di beni e servizi. Questa concezione della moneta come semplice intermediario degli scambi dà origine alla famosa dicotomia neoclassica (v.) fra fenomeni economici reali e fenomeni monetari.
Tale completa separazione fra settore monetario e settore reale venne attenuata qualche anno dopo grazie alla reinterpretazione della teoria quantitativa operata da Pigou (v.) e dalla cosiddetta scuola di Cambridge (v.) e sintetizza nella cd. equazione di Cambridge (v.).