Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
44 Compendio di Economia Politica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 272 € 22,00</span> 44/3 Eserciziario di Microeconomia<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 304 € 16,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span> 337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span>
Valore
Valore aggiunto
Valore atteso
Valore attuale
Valore attuale netto
Valore centrale
Valore intrinseco
Valore lavoro
Valore vero
Valori anomali
Valori influenti
Valori mobiliari
Valuta
Valuta debole
Valuta estera
Valuta forte
Valuta libera
Valutazione dell'impatto ambientale
VAN
Vanoni, piano
Vantaggio assoluto
Vantaggio comparato
Vantaggio competitivo
Variabile
Variabile casuale
Variabile casuale continua
Variabile casuale di Gumbell
Variabile casuale discreta
Variabile casuale doppia
Variabile casuale esponenziale negativa
Variabile casuale F di Fisher
Variabile casuale Gamma
Variabile casuale indipendente
Variabile casuale ipergeometrica
Variabile casuale marginale
Variabile casuale mista
Variabile casuale multipla
Variabile casuale normale
Variabile casuale normale doppia
Variabile casuale normale multipla
Variabile casuale normale standardizzata
Variabile casuale Poisson
Variabile casuale semplice
Variabile casuale T di Student
Variabile casuale uniforme
Variabile dicotomica
Variabile dipendente
Variabile dummy
Variabile economica
Variabile endogena
Variabile esogena
Variabile esplicativa (indipendente)
Variabilità
Varianza
Varianze e covarianze, matrice delle
Variazione compensativa
Variazione equivalente
Variazioni stagionali
Veblen, Thorsten
Velocità di circolazione dei depositi bancari
Velocità di circolazione della moneta
Vendita
Venerdì nero
Venture capital
Verifica empirica
Verosimiglianza, funzione di
VIA
Via Venti Settembre
Vickrey, William S.
Vincoli di bilancio
Vincolo di bilancio
Vincolo di portafoglio
Viner, Jacob
Virginia school
Vischiosità
Visto congruità-prezzo
Volatilità




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
582 Nuovo Dizionario Economico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Economico
Teoria quantitativa della moneta

Teoria che sintetizza la dottrina monetaria dei classici (v.) e dei neoclassici (v.) secondo cui la moneta è un semplice mezzo di scambio, senza alcuna influenza sui fenomeni reali del sistema economico, se non quello di determinare il livello dei prezzi. Benché molti autori (Bodin, Hume) avessero già da tempo individuato una relazione fra la quantità di moneta ed il livello dei prezzi, fu l'economista americano I. Fisher (v.) nel 1911 ad elaborare in forma più compiuta questa relazione empirica nella celebre equazione dello scambio:

MV = PT

Partendo da una semplice identità (il prodotto della quantità di moneta M per la sua velocità di circolazione V è uguale al valore degli scambi effettuati, ovvero al prodotto dell'insieme delle transazioni effettuate T per la media ponderata dei prezzi P), Fisher poteva sintetizzare tutti i capisaldi della teoria neoclassica: la moneta considerata come semplice velo al di sopra di fenomeni reali, la cui funzione è quella di facilitare gli scambi, e la convinzione che il mercato monetario determina solo il livello dei prezzi assoluti. Posto, infatti, che la quantità di moneta M dipende dalle decisione delle autorità monetarie, se si ipotizza che T e V sono costanti, l'unica variabile che potrà assumere valori diversi, a seconda che muti M, resta la P, ovvero il livello generale dei prezzi.
Dimostrare che V e T sono valori costanti, era un compito abbastanza facile. La velocità di circolazione della moneta (v.), e cioè il numero dei pagamenti che la moneta compie nel periodo di tempo considerato, dipende da fattori strutturali del sistema economico e pertanto essa muterà solo lentamente nel tempo. Per quanto poi riguarda T, ovvero il volume delle transazioni, non può variare se il sistema economico si trova in situazione di piena occupazione; poiché è questo il caso più rilevante, secondo la dottrina neoclassica, anche T sarà costante. Ne consegue che il livello dei prezzi P è proporzionale alla quantità di moneta in circolazione. Anche per Fisher dunque, come già per i classici, la moneta è un semplice e comodo velo al di sopra delle relazioni sociali e dei fenomeni reali della produzione, della distribuzione e della domanda di beni e servizi. Questa concezione della moneta come semplice intermediario degli scambi dà origine alla famosa dicotomia neoclassica (v.) fra fenomeni economici reali e fenomeni monetari.
Tale completa separazione fra settore monetario e settore reale venne attenuata qualche anno dopo grazie alla reinterpretazione della teoria quantitativa operata da Pigou (v.) e dalla cosiddetta scuola di Cambridge (v.) e sintetizza nella cd. equazione di Cambridge (v.).