Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span> 586 Dizionario di Storia del diritto medievale e moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 336 € 18,00</span>
Sacra rota
Sacro romano impero
Sagibarones
Salii
Salmanno
Salvio Giuliano
Santo Uffizio
Sàssoni
Savigny Friedrich Carl von
Savoia
Scabini
Scandinavi
Schiatta
Scriniarius
Sculdascio
Scuola di Bologna
Scuola di Pavia
Scuola storica
Segretari di Stato
Sententiae receptae (o Sententiarum ad filium libri quinque)
Shadow cabinet
Signorie
Simonia
Sinibaldo de’ Fieschi
Siniscalco
Sinistra hegeliana
Sippe
Sistema curtense
Solicitor
Sostituzione fedecommissaria
Sovranità
Sovranità popolare
Speculum iuris
Sperrklausel
Spinoza Baruch
Sponsio
Star chamber
Stare decisis
Stati generali
Stato assoluto
Stato della Chiesa
Stato democratico
Stato di diritto
Stato di polizia
Stato federale
Stato liberale
Stato per ceti
Stato pontificio (o Stato della Chiesa)
Statutari
Statute Law
Statuti comunali
Statuto albertino
Stipulàtio
Stiria
Storia del diritto europeo
Storia del diritto italiano
Stratega
Studium
Summa
Summa Codicis Azzonis
Summa Perusina
Summa Trecensis
Sundrio
Svevi
Svevia



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Court of Chancery (Corte di Cancelleria) (d. comp.)

Organo dell’ordinamento giuridico inglese che esamina e decide le controversie secondo la procedura di equity [vedi], contrapposta a quella di Common Law [vedi].
A partire dal secolo XIV gli schemi e le tecniche di Common Law si irrigidirono a tal punto da non essere più liberamente estensibili e malleabili. Per i privati divenne sempre più difficile farsi rilasciare nuove azioni processuali dal giudice [vedi Writs], che non elaborava più rimedi innovativi ma si limitava a sviluppare quelli usuali di cui disponeva. Ciò incentivò il ricorso diretto al sovrano, che veniva interpellato attraverso il lord cancelliere, solitamente un ecclesiastico che ricopriva anche le funzioni di guida spirituale del sovrano. A lui cominciarono ad affluire le petizioni e le suppliche che i sudditi rivolgevano al re. Accadde dunque che, con l’aumentare delle istanze trasmessegli dalla Corte, il Consiglio del re [vedi King’s Council] rinunciò a prenderne collegialmente in esame l’ammissibilità ai fini di una discussione in aula, delegando tale compito direttamente al Cancelliere. Il Cancelliere ed i membri del tribunale erano ecclesiastici (e, quindi, giuristi canonisti). La procedura seguita era inquisitoria, scritta e segreta. Durante tutto il secolo XIV e soprattutto nel XV la (—) risolse sempre più spesso da sola, in nome del sovrano e senza più trasmetterle a quest’ultimo, le questioni sottoposte al King’s Council. Alla fine del secolo XV il processo di organizzazione autonoma della (—) si era concluso e la supplica indirizzata al sovrano divenne il presupposto ordinario per adire non più al Council, ma la (—), che giudicava secondo equità, ossia secondo coscienza.
Tra il ’500 e il ’700 la (—) entrò in conflitto con le corti londinesi di Common Law. Tra la fine del secolo XIX e gli inizi del XX la (—) è divenuta la Chancery Division della High Court of Justice.