Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C101 Codice Civile Esteso (CM1) + Codice Penale Esteso (CM3) KIT 2020 <br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 2432 + 1888 € 153,00</span> CM3 Codice Penale Esteso<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 IX, pag. 1888 € 82,00</span> 503/3 Codice Penale e di Procedura Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXV Settembre, pag. 1824 € 25,00</span> 511/1 Quattro Codici Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVIII, pag. 1824 € 26,00</span> 502/1 Codice Penale Minor<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XLII, pag. 1056 € 14,00</span> C100 Codice Civile (C1) + Codice Penale (C3) - Annotati con la Giurisprudenza<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 3520 + 1984 € 126,00</span>
Job evaluation
Job on call
Job sharing
Joint-venture
Jura in re aliena
Jura novit curia
Jury
Jury trial
Jus ad aedificandum
Jus cogens
Jus excludendi
Jus poenitendi
Jus possidendi e jus possessionis
Jus retentionis
Jus tollendi
Jus utendi fruendi et abutendi
Jus variandi
Jus variandi


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Actiones liberae in causa (d. pen.)
Si tratta di azioni compiute in uno stato di incapacità, che il soggetto si è procurato, ad esempio mediante droghe o alcoolici, preordinatamente allo scopo di commettere un reato o per prepararsi una scusa.
Il reato commesso in stato di incapacità preordinata è punibile, nonostante che l'agente non avesse la capacità di intendere e di volere al momento del fatto.
Infatti, non può applicarsi alle (—) la regola posta dall'art. 85 c.p., che richiede per la punibilità del reato la capacità di intendere e di volere dell'agente al momento della commissione del reato, poiché, alla luce del principio di colpevolezza, deve ritenersi che la capacità sussista anche quando l'agente, incapace al momento del fatto, si sia procurato l'incapacità con dolo o con colpa.