Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Dante Alighieri
Dapifer
Datio wadiae
De ordine successionis ab intestato secundum ius langobardorum
De synodalibus causis et disciplini ecclesiastici
De verbis quibusdam legalibus
Decanus
Decima
Decio Filippo
Decreta seu statuta
Decretali
Decretalisti
Decretisti
Decreto legge
Decreto legislativo
Decretum
Decretum (magistri) Gratiani
Decretum di Burcardo
Decretum di Ivone di Chartres
Decretum Gelasianum
Defetari
Definitio
Deismo
Del Maino Giason
Democrazia
Deontologia
Descartes René
Desiderio
Desponsatio
Destra hegeliana
Determinismo naturalistico
Dialettici
Dicasta
Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dictatus Papae
Dieta
Dieta di Roncaglia
Diftar
Digèsta seu Pandèctae
Digesto
Dino del Mugello
Diocleziano
Dionisiana
Dipartimenti
Direttorio
Diritti fondamentali
Diritto
Diritto canonico
Diritto comune
Diritto divino
Diritto germanico
Diritto longobardo
Diritto naturale
Diritto penale romano
Diritto positivo
Diritto romano
Diritto romano [studio storico del]
Dispensa ecclesiastica
Dispensatio
Dispotismo
Dissensiones dominorum
Dissenting opinion
Distinctiones
Distinguishing
Districtio
Dittatore
Dittatura
Divisio legis
Divisione dei poteri
Divorzio
Dogado
Doge
Dohana baronum
Dohana de secretis
Domat Jean
Domestico
Dominàtus
Dominicum
Dominus legum
Donazione di Costantino
Donazione di Pipino
Donazione di Sutri
Donello Ugo
Dote
Dottori della Chiesa
Dottrina degli statuti
Duca
Ducato di Ferrara
Ducato di Mantova
Ducato di Milano
Ducato di Modena e Reggio
Duello
Durante Guglielmo
D’Andrea Giovanni



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Decretum (decreto)

Detto anche interdictum. Nel diritto romano [vedi] era un’ordinanza d’urgenza emessa dal pretore, in contraddittorio tra due parti, al fine di evitare la contestazione della lite (litis contestatio) dinanzi al magistrato, nei confronti di certe fattispecie relativamente semplici ed evidenti. Il pretore, su richiesta dell’attore, ingiungeva al convenuto di compiere l’azione, positiva o negativa, reclamata dal richiedente.
Generalmente si distinguono due periodi di sviluppo dell’istituto. In una prima fase, il procedimento interdittale era tutto di competenza del magistrato: se perveniva la notizia di un turbamento dell’ordine pubblico, il magistrato emanava il (—) ed in caso di disobbedienza infliggeva una sanzione.
In una seconda fase, nel processo interdittale fu introdotta la distinzione tra stadio in iure e apud iudicem. Il privato si rivolgeva, pertanto, al pretore e gli chiedeva che fosse emanato il decreto contro la persona da lui indicata, presente in iure. Il pretore, se il caso rientrava in uno di quelli previsti dal (—) e non vi erano motivi per un rifiuto, emanava l’ordine di fare o non fare. Se la persona inquisita obbediva, il caso era risolto. Se, invece, non obbediva, occorreva che il processo continuasse, passando alla fase apud iudicem. Il giudice stabiliva se la disobbedienza fosse giustificata o meno, condannando la parte qualora accertava la sussistenza dei presupposti a cui il magistrato aveva fatto riferimento nell’emanazione del (—).
Nel Medioevo, durante l’età delle Signorie [vedi], il potere di emanare, interpretare e chiarire i decreti fu trasferito al governatore cittadino (signore).
Nel diritto moderno il decreto assume varie funzioni. Innanzitutto, è la decisione emanata dal potere esecutivo su un oggetto determinato e avente forza di legge [vedi decreto legge; decreto legislativo]. Nel diritto processuale amministrativo è il provvedimento adottato dal giudice amministrativo (generalmente dal presidente del collegio) per dare disposizioni marginali relative al processo in corso e senza contraddittorio con le parti. Nel diritto processuale civile è il provvedimento col quale si svolge, normalmente, un’attività preparatoria del processo, o di vari atti di esso, normalmente senza preventiva instaurazione di contraddittorio tra le parti. Nel diritto processuale penale, il decreto può essere emanato in varie fasi del procedimento, avere vario contenuto ed esere emanato sia dall’organo giudicante sia dal pubblico ministero.