Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
E1/A Codice Civile - Leggi complementari (Esplicato minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XIX, pag. 1472 € 22,00</span> 311 Concorso 30 Consiglieri Parlamentari della Professionalità Generale (C01) Camera dei Deputati - Quiz commentati a risposta multipla per la prova selettiva<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 400 € 28,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 576 € 35,00</span> 63/1 Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 960 € 40,00</span> IP5 Ipercompendio Diritto Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 320 € 16,00</span> 5/2 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Privato<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIV, pag. 400 € 16,00</span> 54A/5 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 368 € 17,00</span>
C.A.F.
C.A.R.D.
C.C.I.A.A.
C.E.
C.E.C.A.
C.E.E.
C.G.I.L.
C.I.C.R.
C.I.D.
C.I.P.E.
C.I.S.A.L.
C.I.S.L.
C.I.S.NA.L.
C.N.E.L.
C.N.R.
C.O.N.I.
C.T.U.
Call center
Calunnia
Cambiale
Camera dei deputati
Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura
Camera di consiglio
Camera penale
Camere del lavoro
Camere in seduta comune
Campagna elettorale
Cancelleria
Cancelliere
Canone
Capacità
Caparra
Capitale sociale
Capitolati
Capo dello Stato
Capo di imputazione
Capostipite
Carabinieri
Carcerazione preventiva
Carenza di potere
Cariche elettive
Carichi pendenti
Carico fiscale
Carta
Carte dei servizi pubblici
Cartella di pagamento
Cartello
Casa di cura e di custodia
Casa familiare
Caschi blu
Casellario giudiziale
Caso fortuito
Cassa integrazione guadagni
Cassazione
Cassazione [ricorso per]
Cassetta di sicurezza
Catasto
Categorie protette
Catering
Causa
Causa legittima di prelazione
Causa petendi
Causalità
Cause di giustificazione
Cauzione
Censura
Centri di assistenza fiscale
Centri di servizio sociale
Centri per la formazione professionale
Centri per l’impiego
Certezza del diritto (teoria gen.)
Certificati
Certificato penale
Certificazione
Cessazione della materia del contendere
Cessio bonorum
Cessio pro soluto
Cessio pro solvendo
Cessione
Chiamata in causa
Chiamato all’eredità
Chirografari
Circolare
Circolazione
Circondario
Circonvenzione di persone incapaci
Circoscrizione
Circostanze
Citazione
Città metropolitana
Cittadinanza
Civilmente obbligato per la pena pecuniaria
Class action
Clausola
Clausola di sbarramento
Clemenza
Coalizione di Governo
Codice
Codice fiscale
Cognizione
Cognome
Coimputato
Cointeressenza
Collaboratore U.N.E.P.
Collaborazione coordinata e continuativa
Collaudo
Collazione
Collegio
Collettivizzazioni
Collocamento
Colonia agricola e casa di lavoro
Colpa
Colpevolezza
Colpo di Stato
Coltivatore diretto
Comando
Comitato
Comitato interministeriale
Comitato olimpico nazionale italiano
Comitato per il controllo sulla gestione
Comma
Commercio
Commessi
Commissari straordinari di Governo
Commissario di polizia
Commissione
Commissione europea
Commixtio sanguinis
Common law
Commorienza
Commutazione
Comodato
Comparizione in giudizio
Comparsa
Compensatio lucri cum damno
Compensazione
Competenza
Comportamento concludente
Comporto
Compossesso
Compravendita
Compromesso
Comproprietà
Computo dei termini
Comune
Comunicazione
Comunione
Comunità
Concentrazione di imprese
Concepito
Concepturus
Concertazione sociale
Concessionari della riscossione
Concessione
Conciliazione
Concordato
Concorrenza
Concorso
Concubinato
Concussione
Condanna
Condicio facti
Condicio juris
Condictio indebiti
Condizione
Condizioni generali di contratto
Condominio
Condono
Condotta
Conduttore
Conferenza
Conferimenti
Confessione
Confessoria
Confini tra Stati
Confisca
Conflitti
Confronto
Confusione
Congedo
Coniugio
Connessione
Consanguinei
Consenso informato
Conservatorie dei registri immobiliari
Consiglio
Consilium fraudis
CONSOB
Consorzio
Constatazione amichevole
Constitutum possessorium
Consuetudine
Consulenza tecnica
Consumatore
Contemplatio domini
Contenzioso tributario
Continenza di cause
Continuato
Conto corrente
Conto economico
Contrabbando
Contraddittorio
Contrattazione collettiva
Contratti bancari
Contratti della Pubblica Amministrazione
Contratto
Contravvenzione
Contribuente
Controesame
Controllo contabile
Controllo di legittimità costituzionale
Controllo giudiziario sulle società
Controllo nelle società di capitali
Controllo societario
Contumacia
Convalescenza dell’atto
Convalida
Convenuto
Convenzione
Conversione
Convivenza
Cooperativa
Copia autentica
Copyright
Corpo del reato
Corpo elettorale
Corporate governance
Corporativismo
Correzione delle sentenze
Corrispondenza
Corruzione propria
Corso concorso
Corte
Cosa
Cosa giudicata
Costituzione
Costituzione in mora
Costituzione [in giudizio]
Cottimo
Creazioni intellettuali
Credito
Credito privilegiato
Creditore
Criminalità organizzata
Crimini internazionali
Crisi di Governo
Cronaca
Cross-examination
Culpa in contrahendo
Culpa in eligendo
Culpa in vigilando
Cuneo fiscale
Curatela
Curatore
Custode
Custodia cautelare in carcere


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Conto corrente [contratto di] (d. civ.)
Il (—) ordinario è il contratto con cui le parti si obbligano reciprocamente ad annotare in un conto i crediti derivanti da reciproche rimesse, considerandoli inesigibili ed indisponibili fino alla chiusura del conto stesso.
Il contratto intercorre dunque tra soggetti legati da continui rapporti d'affari, dai quali derivano reciproci debiti e crediti, e può essere considerato un peculiare modo di fare i conti, legato al sopravvenire di reciproche partite di dare e avere, suscettibili di compensazione.
Con il contratto di (—) si viene ad attuare su base pattizia il principio della compensazione, che tuttavia opera unicamente ed in via automatica alla chiusura del conto.
Alle scadenze stabilite dal contratto o dagli usi, le parti devono procedere alla chiusura del conto con la liquidazione del saldo (art. 1831 c.c.).
Se non è richiesto il pagamento del saldo alla scadenza, esso si considera quale prima rimessa di un nuovo conto.
La legge (art. 1832 c.c.) prevede, inoltre, un procedimento di approvazione del conto, mediante l'invio di un estratto di esso da un correntista all'altro; l'estratto si intende approvato se non è contestato nel termine pattuito o in quello usuale, o altrimenti nel termine che può ritenersi congruo secondo le circostanze.
A causa della inesigibilità del credito inserito nel (—), i creditori dei singoli correntisti non possono agire esecutivamente su di esso, in quanto deve considerarsi come non scaduto e, quindi, impignorabile ed insequestrabile.
Il creditore potrà, tuttavia, agire sul saldo attivo risultante, alla scadenza del (—), a favore del proprio debitore.
() bancario [contratto di] (d. civ.)
Il (—) (o conto corrente di corrispondenza) è il contratto col quale la banca assume l'incarico di compiere, nei limiti della sua organizzazione, pagamenti o riscossioni di somme per conto del cliente e dietro suo ordine, diretto o indiretto.
Caratteristica dell'operazione è l'esistenza o la creazione di una disponibilità del cliente presso la banca, la quale svolge un servizio di cassa, provvedendo ad operazioni per conto del cliente e dietro suo ordine; tali movimenti sono annotati sul conto in addebito ed in accredito ed il saldo è in ogni momento a disposizione del correntista.
Il codice civile non prevede il contratto di (—) ma si limita a disciplinare (artt. 1852-1857 c.c.) le operazioni bancarie che possono essere regolate in (—).
Il (—) pur non essendo un contratto formale, si perfeziona di regola con la sottoscrizione da parte del cliente di moduli prestampati predisposti dalla banca. Titolare del (—) è la persona, la ditta o la società cui è intestato il (—): è necessario, all'atto della costituzione, il deposito della firma del titolare affinché la banca possa in seguito accertare l'autenticità degli ordini impartiti sul (—). Non sono ammesse intestazioni fittizie o di fantasia ed inoltre, ex art. 2 D.L. 3-5-1991, n. 143 (conv. nella L. 5-7-1991, n. 197), allo scopo di reprimere il riciclaggio di denaro di illecita provenienza, dal 1-1-1992 chi apre un conto in banca deve fornire oltre alle generalità già previste dalla legge anche il proprio codice fiscale.
Delle somme risultanti a suo credito il correntista può disporre per mezzo di ordini scritti o orali, ed in particolare richiedendo l'emissione di assegni circolari a proprio favore o a favore di terzi con addebito sul (—); con l'emissione di assegni bancari; mediante giroconto.
L'art. 119 del D.Lgs. 1-9-1993, n. 385 (T.U. in materia bancaria) prevede che per i rapporti regolati in conto corrente, la banca deve inviare al cliente con periodicità annuale (ovvero, a scelta del cliente, semestrale, trimestrale o mensile) un estratto conto avente lo scopo di consentire la liquidazione del (—) e la capitalizzazione degli interessi.
Esso si estingue per scadenza del termine (contratto a tempo determinato); per recesso unilaterale di una delle parti (contratto a tempo indeterminato); per morte, interdizione o fallimento del correntista.
Il (—) bancario può essere anche congiunto, cioè intestato a più persone (art. 1854 c.c.): è però necessario che tutti i cointestatari depositino le loro firme sugli appositi moduli predisposti dalle banche. Una volta acceso un (—) congiunto, i cointestatari rispondono in solido per i debiti contratti con il conto e per gli eventuali scoperti; inoltre, se esiste un espresso patto in tal senso, possono disporre anche individualmente delle somme depositate, non essendovi limiti ai prelievi che ciascuno di essi può effettuare.
() di corrispondenza (d. civ.)
[Conto corrente bancario (Contratto di)].
() postale (d. civ.)
È un servizio, molto simile al conto corrente bancario, erogato e gestito dalle Poste italiane S.p.A.; poiché non garantisce un elevato rendimento viene utilizzato prevalentemente allo scopo di disporre pagamenti ed effettuare incassi avvalendosi dei servizi automatizzati di bancoposta.
Il servizio si attua mediante incasso ed accreditamento, sul conto di ogni singolo correntista, di tutti i versamenti, da chiunque eseguiti.
I versamenti sui (—) si realizzano presentando agli uffici appositi bollettini già compilati dagli utenti ai quali poi viene rilasciata ricevuta. Gli uffici postali accertano esclusivamente la integrale compilazione e la corrispondenza della somma versata dal cliente con quella indicata nel bollettino. Nel caso di discordanza tra le generalità del correntista e il numero del conto corrente, l'accredito viene effettuato sul conto corrispondente alle generalità del correntista.
Nel servizio dei (—) è stato introdotto anche il servizio di commissione che consiste nel pagamento di premi assicurativi, di canoni di utenza di servizio pubblico, come il gas, la luce, il telefono, nonché tasse ed imposte varie, pagamento effettuato dall'ente poste dietro ordine del correntista. Il pagamento viene eseguito mediante postagiro o bollettini di c/c già predisposti dal beneficiario e premarcati.