Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Machiavelli Niccolò
Machiavellismo
Maggiorasco
Maggiordomo di corte
Magìster officiòrum
Magna charta libertatum
Magna Curia
Magna Glossa
Magnati
Mallum
Mano regia
Manomorta
Mantova
Marca
Marciano (Elio)
Marcomanni
Mare clausum
Mare libero
Marino da Caramanico
Marsilio da Padova
Martino (Gosia)
Member of Parliament
Merovingi
Milano
Missi dominici
Modena e Reggio
Modestino (Erennio)
Monarchia
Monarcomachi
Mondualdo
Monte Napoleone
Montesquieu Charles-Louis de Secondat de
Morale e diritto
Morgengabe
Mos gallicus
Mos italicus
Mundeburdio (o mundeburdium)
Mundio (o mundium)
Murat Gioacchino
Muratori Ludovico Antonio



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Descartes René (La Haye, Turenna 1596-Stoccolma 1650)

Filosofo e matematico francese, noto anche col nome di Cartesio.
Tra le opere principali: Trattato del mondo (1633), Discorso sul metodo (1637), Le meditazioni filosofiche (1641), I principii della Filosofia (1644), Le Passioni dell’anima (1649).
(—) è stato definito il fondatore della filosofia moderna, perché dalle sue speculazioni traggono origine i maggiori pensatori del Seicento e del Settecento.
Partendo dal presupposto che anche le verità matematiche più evidenti possono rivelarsi un’illusione e un inganno, frutto di brutti scherzi giocati da un genio maligno, (—) propone di sottoporre qualsiasi affermazione al vaglio critico del dubbio (cogito). Soltanto attraverso il ricorso al dubbio metodico, esteso a tutti i dati della conoscenza, è possibile pervenire a verità inattaccabili. L’unica realtà esente dal dubbio è il pensiero, perché il mero fatto che il soggetto dubiti, gli fornisce la certezza di esistere quale essere pensante (cogito, ergo sum res cogitans). Tuttavia, la certezza posseduta dal soggetto di essere una res cogitans, un oggetto pensante, non è sufficiente a fornirgli la immediata certezza che i contenuti del suo pensiero (le idee) siano valide.
Per questo motivo, (—) passa a studiare le idee, che egli divide in tre categorie: innate (cioè spontaneamente possedute dal pensiero); avventizie (elaborate attraverso l’esperienza) e fittizie (arbitrariamente realizzate dall’individuo). In virtù del dubbio metodico, l’uomo non può sapere, senza l’ausilio dell’esperienza, se realmente esistano le realtà rappresentate dalle idee. Solo l’idea di Dio, che è innata, è valida a priori, perché essa è l’idea della perfezione assoluta e l’uomo non avrebbe potuto crearla da sé. Al di fuori dell’Io pensante esiste, dunque, come unica idea certa e inattaccabile dal dubbio, l’idea di un Dio onnisciente e onnipresente, garanzia dell’esistenza e della concreta realtà oggettiva del mondo.
La metafisica cartesiana è caratterizzata dal dualismo tra pensiero (res cogitans) e materia (res extensa), che pone una serie di problemi irrisolti, poiché la materia (che è spazio ed estensione) non può agire sul pensiero (che è inesteso) e viceversa. A tale proposito (—) fece ricorso al concetto di ghiandola pineale attraverso cui il pensiero agirebbe sul corpo, ma la soluzione proposta era meramente verbale, lasciando spazio ad approfondimenti da parte di filosofi posteriori, quali Spinoza [vedi Spinoza Baruch] e Leibniz [vedi Leibniz Gottfried Wilhelm von].