Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
54A/9 I Quaderni del Praticante Avvocato - Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 X, pag. 176 € 15,00</span> 32 Manuale di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XX, pag. 320 € 24,00</span> 32/1 Compendio di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XVI, pag. 256 € 17,00</span> 22 Diritto Canonico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 VIII, pag. 320 € 24,00</span> 222/1 Elementi di Diritto Canonico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2008 , pag. 128 € 8,00</span> 32/2 Schemi & Schede di Diritto Ecclesiastico<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2007 , pag. 224 € 14,00</span>
Vergini
Vescovi
Vescovi ausiliari
Vescovi coadiutori
Vescovi diocesani
Vescovi emeriti
Vescovi suffraganei
Vicari episcopali
Vicari foranei
Vicari generali
Vicari giudiziali
Vicari parrocchiali
Vicariato apostolico
Violenza
Visita pastorale
Voto



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico
Vescovi can. 375-380 c.j.c.

Ministro
[vedi Ministeri] della Chiesa che ha ricevuto il terzo grado del sacramento dell’Ordine sacro.
I (—), che per divina istituzione sono successori degli Apostoli, mediante lo Spirito Santo che è stato loro donato, sono costituiti Pastori della Chiesa, perché siano anch’essi maestri di dottrina, sacerdoti del sacro culto e ministri del governo.
Con la stessa consacrazione episcopale i (—) ricevono, con l’ufficio di santificare, anche gli uffici di insegnare e governare, i quali tuttavia, per loro natura, non possono essere esercitati se non nella comunione gerarchica col Pontefice e con il Collegio episcopale.
Va sottolineato che i (—) non devono affatto essere considerati i vicari, i prefetti del Romano Pontefice in quanto la loro potestà ordinaria è fondata su un carisma sacramentale.
I (—) si chiamano:
diocesani se è stata loro affidata la cura di una diocesi [vedi Vescovi diocesani];
titolari negli altri casi, quando cioè sono preposti, solo come titolo, ad una diocesi non più esistente di fatto perché venuta meno nel corso dei secoli.
La nomina dei (—) può avvenire in due modi:
— legittima elezione, fatta cioè secondo il diritto universale e gli statuti del collegio elettorale, la quale deve essere confermata dal Sommo Pontefice il quale dà la missio canonica.
È il modo tradizionalmente in uso nelle Chiese orientali; nella Chiesa latina lo si trova solo in Germania, Austria e Svizzera ove il (—) è eletto dal capitolo cattedralizio;
libera nomina da parte del Sommo Pontefice il quale si avvale, a tale scopo, della Congregazione dei Vescovi e della partecipazione delle Chiese particolari. È il modo principale in uso nella Chiesa latina.
È escluso, nella maniera più assoluta, alcun diritto o privilegio di autorità civili per quanto concerne elezione, nomina, presentazione o designazione dei (—).
Perché un candidato sia idoneo all’episcopato, si richiede che:
— abbia almeno trentacinque anni di età;
— sia stato ordinato sacerdote da almeno cinque anni;
— goda di buona reputazione presso i fedeli;
— abbia le doti morali, la dottrina e la prudenza necessarie a ricoprire tale ufficio;
— abbia il dottorato (o almeno la licenza) o comunque sia veramente esperto in Sacra Scrittura, teologia o diritto canonico.
Ai (—) che sono a capo delle diocesi italiane il nostro ordinamento riconosce una serie di garanzie, prerogative e poteri in conseguenza del riconoscimento del prestigio che essi godono presso il clero e il popolo.