Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Dante Alighieri
Dapifer
Datio wadiae
De ordine successionis ab intestato secundum ius langobardorum
De synodalibus causis et disciplini ecclesiastici
De verbis quibusdam legalibus
Decanus
Decima
Decio Filippo
Decreta seu statuta
Decretali
Decretalisti
Decretisti
Decreto legge
Decreto legislativo
Decretum
Decretum (magistri) Gratiani
Decretum di Burcardo
Decretum di Ivone di Chartres
Decretum Gelasianum
Defetari
Definitio
Deismo
Del Maino Giason
Democrazia
Deontologia
Descartes René
Desiderio
Desponsatio
Destra hegeliana
Determinismo naturalistico
Dialettici
Dicasta
Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dictatus Papae
Dieta
Dieta di Roncaglia
Diftar
Digèsta seu Pandèctae
Digesto
Dino del Mugello
Diocleziano
Dionisiana
Dipartimenti
Direttorio
Diritti fondamentali
Diritto
Diritto canonico
Diritto comune
Diritto divino
Diritto germanico
Diritto longobardo
Diritto naturale
Diritto penale romano
Diritto positivo
Diritto romano
Diritto romano [studio storico del]
Dispensa ecclesiastica
Dispensatio
Dispotismo
Dissensiones dominorum
Dissenting opinion
Distinctiones
Distinguishing
Districtio
Dittatore
Dittatura
Divisio legis
Divisione dei poteri
Divorzio
Dogado
Doge
Dohana baronum
Dohana de secretis
Domat Jean
Domestico
Dominàtus
Dominicum
Dominus legum
Donazione di Costantino
Donazione di Pipino
Donazione di Sutri
Donello Ugo
Dote
Dottori della Chiesa
Dottrina degli statuti
Duca
Ducato di Ferrara
Ducato di Mantova
Ducato di Milano
Ducato di Modena e Reggio
Duello
Durante Guglielmo
D’Andrea Giovanni



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Diritti fondamentali

Si tratta di diritti dell’uomo che rinvengono il riconoscimento e la tutela nella Costituzione.
Tuttavia, non tutti i diritti garantiti dalla Costituzione sono da qualificarsi sic et simpliciter (—) ma solo quelli che traggono origine nel diritto naturale [vedi] o in valori etici, storici e sociali assunti a priori.
Il riconoscimento e la tutela dei (—) costituiscono il fondamento delle moderne Costituzioni democratiche, che si differenziano notevolmente dalle Costituzioni ottocentesche. Queste ultime, in conformità alla formula assunta dallo Stato di diritto [vedi], tutelavano i diritti dell’uomo attraverso l’ossequio ai principi di legalità (i limiti alle libertà individuali vanno posti soltanto dalla legge), di separazione dei poteri (il potere legislativo, esecutivo e giudiziario devono essere tra loro divisi, in modo che tra essi vi siano reciproche forme di controllo e di bilanciamento) e di garanzia giurisdizionale dei diritti (l’osservanza del principio di legalità viene assicurato dalla facoltà riconosciuta ai singoli di ricorrere a giudici indipendenti).
Le moderne Costituzioni democratiche, invece, sono alla base di Stati costituzionali, in cui le garanzie del costituzionalismo [vedi] tradizionale restano in vigore ma vengono ulteriormente rafforzate dalla previsione di ulteriori princìpi. Innanzitutto, si stabilisce che i (—) possono trovare dei limiti nella legge ma questa non può disporre dei limiti che non siano sanciti espressamente nella Costituzione. Inoltre, la divisione dei poteri si traduce nella ripartizione della sovranità tra poteri tra loro autonomi che riconoscono e riconducono la loro unità al principio della unità della costituzione. Infine, nello Stato costituzionale sia l’attività del legislatore volta a porre limiti ai diritti, sia l’attività del giudice indirizzata all’applicazione di tali limiti sono sottoposte al sindacato di legittimità costituzionale, finalizzato a verificarne la conformità alla costituzione.
Sono (—) innanzitutto le cd. libertà negative, le quali si esplicano in assenza di imposizioni, limitazioni o divieti da parte dello Stato. Si annoverano tra esse la libertà personale, di stampa, di religione, di manifestazione del pensiero, di proprietà. Trattasi degli stessi diritti sanciti dal Bill of Rights [vedi] della Costituzione federale americana.
In secondo luogo, sono (—) le cd. libertà positive, ossia il riconoscimento di situazioni soggettive di libertà che lo Stato garantisce all’individuo nella vita di relazione. Sono tali i diritti politici (libertà di voto, di associazione politica) e i diritti sociali (intesi come pretesa del titolare a beneficiare di un’ampia gamma di prestazioni pubbliche che vanno oltre il riconoscimento dei princìpi di uguaglianza e libertà tipici dello Stato di diritto: diritto al lavoro, all’istruzione, alla previdenza, all’assistenza sanitaria). I diritti sociali erano già sanciti nelle Costituzioni francesi (girondina e giacobina) del 1791 e del 1793 e nella Costituzione di Weimar [vedi Weimar (Costituzione di)]. Da quest’ultima furono trasfusi nelle Costituzioni dell’Italia, della Germania federale e della Spagna del secondo dopoguerra.
D’importanza fondamentale, per il riconoscimento dei diritti dell’uomo è anche la Dichiarazione delle libertà e dei diritti fondamentali approvata il 12 aprile 1989 dal Parlamento Europeo, la quale enumera 28 diritti fondati sul rispetto e la tutela della dignità umana.