Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
54A/13 I Quaderni delpraticante Avvocato - Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 192 € 16,00</span> 47/6 Le Politiche dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XII, pag. 272 € 19,00</span> 47/4 Compendio di Diritto dell'Unione europea<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XX, pag. 368 € 22,00</span> 45/1 Compendio di Diritto Internazionale Privato e Processuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXI, pag. 288 € 20,00</span> 516/1 Codice breve dell'Unione Europea (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 2208 € 26,00</span> 46/8 Compendio di Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VII, pag. 320 € 19,00</span> 516 Codice del Diritto Internazionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 992 € 34,00</span>
BACH
Banca Centrale Europea
Banca Centrale Nazionale
Banca comunitaria
Banca dei Regolamenti Internazionali
Banca Europea degli Investimenti
Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo
Banca Internazionale per la Ricostruzione e lo Sviluppo
Banche corrispondenti
Banche dati
Banche extracomunitarie
Bandiera europea
Bank for the Accounts of Companies Harmonised
Barriera doganale
Barriera fiscale
Barriera non tariffaria
Barriera tariffaria
Barriera tecnica
Barriere all’entrata
Basilea
BC-NET
BCE
BCN
BEI
Belgio
Belgio-Luxembourg Economic Union
Beneficiari netti
Benelux
Berlaymont
BERS
BEST
BEUC
BIC
Big bang
Bilancio comunitario
BIRS
BLEU
BRE
Bretton Woods
Brevetto comunitario
Brevetto europeo
BRI
Briand Aristide
Brite-Euram
Bulgaria
Bureau de Rapprochement des Enterprises
Bureau Europeen des Unions des Consommateurs
Business and Innovation Center
Business Cooperation Network
Business Enviroment Simplification Task force




Se hai apprezzato il nostro dizionario online, puoi acquistare
LX47 Lexicon di Diritto dell'Unione Europea

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario dell\'Unione Europea
Danimarca

La Danimarca entrò a far parte della Comunità europea, insieme al Regno Unito e all’Irlanda, il 1° gennaio 1973, in seguito ad un referendum (v.) in cui si mostrò favorevole il 63,3% della popolazione.
In realtà il suo ingresso nella Comunità fu dettato da motivi di natura prevalentemente economica e dai rapporti commerciali che la legavano al Regno Unito.
Tuttavia una crescente ostilità nei confronti della Comunità cominciò ad emergere nella seconda metà degli anni ’80, quando la minaccia di una limitazione alle libertà danesi si accompagnò ad un periodo di instabilità politica.
Nel febbraio 1986 fu necessario il ricorso ad un referendum per la ratifica (v.) dell’Atto unico europeo (v. AUE), poiché il Parlamento danese aveva rifiutato di ratificarlo a causa dell’eccessivo potere che conferiva al Parlamento europeo.
Il 2 giugno 1992 l’elettorato danese bocciò il Trattato di Maastricht (v.), malgrado il Parlamento danese lo avesse precedentemente approvato. Dopo aver ottenuto delle deroghe (v. Opting out) si è deciso per una seconda consultazione referendaria.
Il Consiglio europeo di Edimburgo del dicembre 1992 ha infatti riconosciuto la decisione danese di non partecipare alla terza fase (v.) della unione economica e monetaria (v. UEM), come pure la volontà di non essere coinvolta nella politica di difesa comune (v.) e il diritto di introdurre o mantenere provvedimenti più rigorosi in merito alla politica sociale (v.) alla protezione dei consumatori e all’ambiente.
Il secondo referendum per la ratifica del Trattato di Maastricht ha avuto luogo nel maggio 1993 ed ha ottenuto il 56,8% dei voti favorevoli.
Esito positivo ha dato anche il quinto referendum sull’Europa della storia della Danimarca: il 28 maggio 1998 la ratifica del Trattato di Amsterdam (v.) è passata con il 55,1% dei suffragi espressi.
Avvalendosi della deroga concessa nel 1992, e nonostante il pieno rispetto dei criteri di convergenza (v.), la Danimarca ha deciso di non partecipare all’ultima fase dell’unione monetaria e quindi non fa parte degli Stati che hanno adottato l’euro (v.). Tuttavia il governo si è adoperato affinché la corona danese entrasse a far parte del nuovo meccanismo di cambio dello SME-2 (v.), adottando una banda di oscillazione del ± 2.25% rispetto all’euro.
Nel 1996, inoltre, la Danimarca ha aderito alla Convenzione di Schengen (v.), in seguito alla soluzione del problema legato all’esistenza di un precedente accordo (l’Unione nordica) che prevedeva la soppressione dei controlli alle frontiere con l’Islanda e la Norvegia, Stati che non fanno parte dell’Unione europea.

Abitanti: 5,1 milioni
Superficie: 43.092 km2
Capitale: Copenaghen
Forma di Governo: monarchia costituzionale
Lingua ufficiale: danese
Moneta: corona danese
Membro delle Comunità: dal 1973
Membri eletti al Parlamento Europeo: 16
Membri della Commissione: 1 (Poul Nielson)
Membri del Comitato economico e sociale: 9
Membri del Comitato delle Regioni: 9
• Peso dei voti in Consiglio: 3

Vedi figura
.