Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
L12/A Il Curatore Fallimentare<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 560 € 48,00</span> 330/1 Il Vigile Urbano - Quiz per i concorsi nella Polizia Locale Municipale e Provinciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXV, pag. 528 € 30,00</span> IP1 Ipercompendio Diritto del Lavoro<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VIII, pag. 288 € 16,00</span>
Lacuna dell’ordinamento
Lago
Laicità dello Stato
Lastrico solare
Latitanza
Lavoratore
Lavoratrici
Lavori
Lavoro
Lavoro [processo del]
Leale collaborazione
Lealtà processuale
Lease-back
Leasing
Lega araba
Legalità
Legato
Legge
Leggi Bassanini
Leggi fascistissime
Leggina
Legislatore
Legislatura
Legislazione d’emergenza
Legitimatio ad causam
Legitimatio ad processum
Legittima
Legittimario
Legittimazione
Legittimazione del figlio naturale
Legittimità
Legittimo sospetto
Legnatico
Lenocinio
Leonino
Lesione
Lettera
Letteralità dei titoli di credito
Leva
Leveraged buy-out
Lex posterior dèrogat priori
Liberalità
Liberalizzazione dell’attività privata
Liberazione
Libertà
Libretto
Libri
Libro
Licenza
Licenziamento
Licitazione privata
Limiti e limitazioni del diritto di proprietà
Lingua
Liquidatori
Liquidazione
Liste di collocamento
Liste di mobilità
Liste elettorali
Listino di borsa
Lite temeraria
Litisconsorzio
Litispendenza
Locatio operàrum e locatio operis
Locazione
Lock out
Lodo
Luci e vedute
Lucro cessante
Luogo
Luogotenenza
Lupara bianca
Lutto vedovile


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Curatore
() dell'eredità giacente (d. civ.)
[Eredità (giacente)].
() fallimentare (d. fall.)
La figura del (—) risulta profondamente rinnovata a seguito della riforma delle procedure concorsuali realizzata dal D.Lgs. 5/2006, che gli ha attribuito, nell'ambito del quadro procedurale da essa ridisegnato, più ampi poteri ed una maggiore autonomia gestionale, con ciò modificando anche i termini del rapporto con il giudice delegato.
Alla luce della novellata normativa, il (—) è nominato con la sentenza di fallimento e l'incarico può essere affidato a:
— professionisti (avvocati, dottori commercialisti, ragionieri);
— soggetti che, pur non essendo professionisti, abbiano tuttavia dimostrato comprovate capacità imprenditoriali nello svolgimento di funzioni di amministrazione, direzione e controllo in società per azioni;
— studi professionali associati o società tra professionisti, quando i soci delle stesse abbiano i requisiti richiesti per i soggetti persone fisiche.
L'ampliamento delle competenze del (—), a discapito di quelle riconosciute al giudice delegato, rafforza i contorni della figura, nella duplice veste di:
— amministratore dei beni del fallito, sotto la vigilanza del giudice delegato e del comitato dei creditori;
— responsabile delle operazioni della procedura, attraverso il compito di apposizione di sigilli, redazione dell'inventario, predisposizione del progetto di stato passivo, del programma di liquidazione, e di gestore delle vendite.
L'art. 30 L.F. afferma che il (—), per quanto attiene all'esercizio delle sue funzioni, è pubblico ufficiale.
Entrato in possesso del patrimonio del fallito, il (—) diventa custode di tutte le attività in esso comprese, con tutti i conseguenti poteri di amministrazione e di liquidazione dei beni. In particolare, il (—) compie gli atti di ordinaria amministrazione senza l'intervento di altri organi, gli atti di straordinaria amministrazione con l'autorizzazione del comitato dei creditori. Per gli atti specificamente indicati dall'art. 35 L.F. che superano la soglia di valore pari a 50.000,00 euro, ed in ogni caso per le transazioni, è fatto onere al (—) di informare preventivamente il giudice delegato salvo che tali siano già stati autorizzati dal medesimo.