Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
ICD
Id
Ideazione
Identificazione
Identificazione proiettiva
Identità
Identità di genere
Idiot savant
Idiozia
Igiene mentale
Illusione
Imago
Immaginario
Immedesimazione (o empatia)
Imprinting
Incesto
Incongruenza
Inconscio
Incorporazione
Individuazione
Inerzia
Infantilismo
Infanzia
Inferiorità
Influenza/Persuasione
Innatismo
Input-Output
Insicurezza
Insight
Insonnia fatale familiare
Insonnie
Instabilità
Insuccesso
Intelligenza
Interesse
Interiorizzazione
Interna
Introiezione
Introspezione
Io
Io
Io
Io
Io corporeo
Io falso
Io ideale
Io incorporeo
Io onirico
Io-piacere, Io-realtà
Ipnosi
Ipocondria
Ippocampo
Irrazionale
Isolamento
Isomorfismo
Isteria
Istinto



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Infanzia
Dal latino in-fans, che non parla. Indica il periodo della vita che va, approssimativamente, dalla nascita ai 12 anni.Tale periodo viene in genere suddiviso in prima i. (dalla nascita al trentesimo mese), seconda i. (dal trentesimo mese al sesto anno), grande i. (dal sesto al dodicesimo anno), denominata anche fanciullezza. In pediatria l'i. è suddivisa in diversi periodi peculiari: periodo neonatale, età del lattante (primo anno di vita), età prescolare (2-6 anni), età scolare, età prepuberale. Lo studio dell'i. riguarda i processi di crescita che interessano sia l'accrescimento corporeo sia lo sviluppo intellettivo del bambino. Si usa l'espressione sviluppo psicomotorio per indicare lo sviluppo nei primi mesi di vita, caratterizzato sia dall'acquisizione di capacità motorie sia dalla maturazione del sistema nervoso. Nel corso delle primissime fasi dello sviluppo, le aree cerebrali rivelano una notevole plasticità, ovvero possono farsi carico di svariate funzioni, dal momento in cui la delimitazione di competenze precipue per ciascuna area si delinea in età più tardiva. In particolare tra il primo e il secondo anno di vita la produzione di sinapsi nel cervello del bambino è enorme, poiché occorre far fronte ad attività quali l'acquisizione di nuovi vocaboli, l'assortimento di nuove esperienze e memorie, l'ideazione di giochi di tipo simbolico etc. Nei vari processi maturativi dell'i. intervengono fattori congeniti, acquisiti e ambientali. Il linguaggio, in prima istanza, segue un processo maturativo in cui concorrono più fattori. Con l'avvento della psicologia scientifica e sperimentale e della psicoanalisi sono state studiate approfonditamente le fasi dello sviluppo durante l'i. gli studi si sono soffermati in particolare sulle relazioni intersoggettive con la figura materna, sullo sviluppo del linguaggio, sulle attività espressive quali il gioco, sui processi di apprendimento. Piaget ha individuato quattro stadi nei suoi studi sull'i.: il periodo senso-motorio (da 0 a 2 anni), la fase del pensiero pre-operativo (dai 2 ai 7 anni), la fase delle operazioni concrete (dai 7 agli 11 anni). Ha, inoltre, approfondito gli aspetti relativi alla particolare concezione del mondo nel bambino: l'egocentrismo dei primi anni di vita che lascia spazio successivamente alla costruzione e accettazione di concezioni oggettive e socialmente condivise nei rapporti sociali. La psicoanalisi, in particolare con Freud e Melanie Klein, si è soffermata sulle nozioni di Es, Ego e Super-Ego e sul complesso di Edipo. In seguito all'applicazione delle teorie psicoanalitiche sono entrati a far parte degli studi sull'i. i concetti di sadismo, fobia, complesso, conflittualità, considerati non più come aspetti che prima della psicoanalisi sarebbe stato impossibile rilevare anche nell'i., e valutabili soprattutto da un punto di vista etico, ma come elementi obbligati di tappe a loro volta obbligate nello sviluppo del bambino. Erikson accetta ed amplia la teoria freudiana aggiungendovi una dimensione psicosociale; individua nell'i. quattro fasi: la fase orale-sensoriale, cui corrisponde l'acquisizione di una fiducia di base e di una sfiducia di base, che si integreranno successivamente; la fase corrispondente a quella anale-muscolare contraddistinta dal controllo e dalla disciplina, in cui il bambino comincia a sottoporre i propri bisogni al principio di realtà; la fase psicosociale, corrispondente alla fase genitale, in cui emergerebbe quella virtù che Erikson definisce fermezza di propositi e in cui nascerebbe il senso di colpa; la fase corrispondente al periodo di latenza in cui emerge il senso di competenza e di efficacia. All'i. è ormai attribuita all'unanimità dagli studiosi un'importanza enorme per la comprensione dei successivi periodi di vita del soggetto.