Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Ecloga di Leone l’Isaurico
Edicta Diocletiàni de Christiànis
Edicta Iustiniàni
Edictum
Edictum de beneficiis regni italici
Edictum Pistense
Edictum Theodorici regis Italiae
Editti di Liutprando
Editto di Atalarico
Editto di Caracalla
Editto di Costantino
Editto di Milano
Editto di Rotari
Editto di Teodorico
Eelemosinarius
Egidiane
Eleonora d’Arborèa
Emendatores degli statuti comunali
Empirismo
Emunitas
Enciclica
Enciclopedia o Dizionario ragionato delle scienze, delle arti e dei mestieri
Enfiteusi
Enfiteusi ecclesiastica
Enrico III di Franconia
Enrico IV di Franconia
Enrico V di Franconia
Epanagoghé ton nómon
Episcopàlis audièntia
Epitome
Epitome Codicis
Epitome exactis regibus
Epitome Gai
Epitome Iuliani
Epitome iùris
Epitome Ulpiani (o Tituli ex corpore Ulpiani)
Equity
Erario
Ermogeniano
Eruli
Esarca
Esarcato
Esegesi
Esperienza giuridica
Espropriazione per pubblica utilità
Etimologiae
Eurico
Ewa
Exabìblos (o tà Basilicà)
Exactio
Exceptiones legum romanarum Petri
Exceptores
Excerpta bobiensia
Exchequer
Excubitores
Exequatur
Exfestucatio
Expositio
Expositio ad librum papiensem
Extimatores
Extravagantes communes
Extravagantes Johannis XXII



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Edictum (editto)

Termine che deriva dal latino edicere, ordinare. Nel diritto romano era fonte di produzione, risalente all’incirca alla seconda metà del II secolo a.C., del ius praetorium, ossia del diritto prodotto dal pretore per regolare casi concreti non direttamente disciplinati dal ius civile, attraverso una procedura snella e priva, per quanto possibile, di formalismi.
L’(—) veniva pubblicato dai vari magistrati giusdicenti (praetor urbanus, praetor peregrinus, aediles curùles e presidens provinciàrum) all’inizio di ogni anno di carica per preannunciare e rendere pubbliche le linee programmatiche cui si sarebbero ispirati nel corso dell’anno di carica. Inizialmente l’(—) fu orale, pronunciato dal magistrato all’assemblea e poi redatto per iscritto su apposite tavole esposte al pubblico.
Il magistrato che succedeva a quello precedentemente in carica non era giuridicamente vincolato alle disposizioni edittali emanate da quest’ultimo; tuttavia, in linea di massima, vi era una certa uniformità tra i vari editti ai quali, su una base immutata, venivano apportate le modifiche ed i correttivi di volta in volta ritenuti necessari. Si parlò, in proposito, di (—) tralaticium. Il susseguirsi degli editti magistratuali determinò la formazione di un complesso considerevole di norme, che si tramandavano di magistrato in magistrato.
Nell’età del principato, la potenzialità creativa dell’(—) si inaridì: anzi, se si deve credere a talune fonti (peraltro abbastanza vaghe, non confermate da testimonianze di giuristi del secolo II), l’imperatore Adriano (117-138) avrebbe addirittura commissionato al giurista Salvio Giuliano [vedi] una “codificazione dell’editto”, che assunse così una forma definitiva dalla quale i magistrati non potevano in alcun modo discostarsi.
Nel Medioevo, soprattutto nel linguaggio dei Longobardi [vedi] e dei Merovingi [vedi] e nell’età moderna il termine (—) indicò, presso vari Stati, la forma di produzione normativa a carattere generale (la legge) dei sovrani, compresa quella del pontefice.
Editti di importanza storica sono quelli di Caracalla [vedi Editto di Caracalla], di Costantino [vedi Editto di Costantino], di Teodorico [vedi Editto di Teodorico] e di Rotari [vedi Editto di Rotari].