Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
IP1 Ipercompendio Diritto del Lavoro<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VIII, pag. 288 € 16,00</span> 339 Concorso 200 Laureati Carriera Prefettizia - Manuale per la prova preselettiva e scritta<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 928 € 40,00</span>
D.I.A. [Dichiarazione di inizio attività]
D.I.A. [Direzione investigativa antimafia]
D.N.A.
D.O.C.
D.O.P.
Danneggiamento
Danneggiato dal reato
Danno
Danno temuto
Dante causa
Datio in solutum
Dato personale
Datore di lavoro
Dazi doganali
Dazione in pagamento
De cuius
Debito
Debitore
Decadenza
Decartolizzazione
Decentramento amministrativo
Decisione
Decreto
Deduzioni
Deferimento del giuramento
Delazione
Delegazione
Delegificazione
Delibere assembleari
Delinquente abituale
Delinquente per tendenza
Delinquente professionale
Delitto
Demanio
Demansionamento
Democrazia
Denominazione
Denuncia
Depenalizzazione
Deposito
Deputati
Deregulation
Derelizione
Destinazione del padre di famiglia
Desuetudine
Detenuto
Detenzione
Detrazione d’imposta
Devastazione, saccheggio o strage
Devolution
Devoluzione
Diaria
Dibattimento
Dicastero
Dichiarazione
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dies a quo
Dies ad quem
Difensore
Difesa
Difetto di giurisdizione
Diffamazione
Diffida ad adempiere
Dilazione del pagamento
Diligenza
Dimissioni
Dimora
Dipartimenti
Dipendente
Dipendenti pubblici
Dipendenza
Diplomazia
Direttiva
Direttore generale (o city manager)
Direttori generali
Direzione
Direzioni regionali e provinciali del lavoro
Dirigenti
Diritti
Diritto
Discendente
Disconoscimento della paternità
Disconoscimento di scrittura privata
Discovery
Discrezionalità
Discussione
Disdetta
Disegno di legge
Disegno ornamentale
Diseredazione
Disoccupazione
Dispacci
Dispensa dalla collazione
Dispensa dall’imputazione
Disponibile
Dispositivo
Disposizioni
Dissenso politico
Dissociato
Distanze
Distretto giudiziario
Distribuzione
Distruzione e deturpamento di bellezze naturali
Ditta
Diuturnitas
Dividendo
Divieto di espatrio
Divieto di nozze
Divieto di soggiorno
Divieto e obbligo di dimora
Divisione
Divorzio
Documento
Dogana
Dolo
Domanda accessoria
Domanda giudiziale
Domanda riconvenzionale
Domande suggestive
Domicilio
Donazione
Donna
Dont
Doppia imposizione
Doppio binario
Doppio grado di giurisdizione
Dotazione organica
Dottrina
Dovere
Dow Jones
Drenaggio fiscale
Duty free shop


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Delegazione
() apostolica (d. internaz.)
Organo della Santa Sede istituito all'estero per l'espletamento di compiti di rappresentanza. Più specificamente la (—) ha il compito di verificare l'esistenza delle condizioni necessarie per l'allacciamento di stabili rapporti diplomatici tra Santa Sede e lo Stato presso la quale è inviata.
La (—) e i membri di essa usufruiscono del trattamento riservato ai diplomatici
() diplomatica (d. internaz.)
Organo collegiale non avente carattere permanente istituito dagli Stati per l'espletamento di relazioni internazionali.
Le (—) possono essere preposte dallo Stato a partecipare a negoziati, a conferenze internazionali, o a consessi di organismi internazionali [Organizzazione internazionale].
Le (—) sono formate da delegati, titolari del potere di manifestare la volontà dello Stato, e da esperti e consiglieri aventi funzioni ausiliarie nel processo di formazione della volontà.
Lo status internazionale delle (—) è quello delle missioni speciali.
Le (—) sono, per natura, organi destinati ad estinguersi con l'espletamento delle loro missioni, salvo il caso in cui abbiano partecipato ad una conferenza internazionale e questa preveda l'istituzione di organismi internazionali: in tal caso si trasformano, ordinariamente, in organi permanenti di queste ultime detti rappresentanze permanenti.
() quale strumento di assunzione del debito altrui (d. civ.)
È un istituto col quale si realizza la successione a titolo particolare nel debito (artt. 1268 ss. c.c.).
In particolare, nella (—) il debitore (delegante) ordina ad un terzo (delegato) di assumersi il debito nei confronti del creditore (delegatario), o di eseguire nei confronti di quest'ultimo la prestazione.
La giurisprudenza definisce la (—) come un contratto trilaterale, in contrasto con parte della dottrina che vi riconosce, invece, tre distinti negozi collegati (l'ordine del delegante, l'atto di assunzione del debito da parte del delegato e l'accettazione del delegatario).
Si distingue quindi tra:
— (—) di pagamento, che ricorre quando il debitore delega un terzo a eseguire il pagamento al creditore (delegatio solvendi) (art. 1269 c.c.);
— (—) di debito, che ricorre quando il debitore delega un altro soggetto ad assumersi l'obbligazione verso il creditore, cioè a promettergli il pagamento ad una data scadenza futura (delegatio promittendi).
 Tale ultima ipotesi di (—) può realizzarsi in forma cumulativa, quando il nuovo debitore si affianca a quello originario, oppure in forma liberatoria, quando il delegatario acconsente a liberare il delegante, estinguendo il rapporto obbligatorio originario.
La (—) è detta titolata quando le parti fanno espresso riferimento ai rapporti sottostanti, ossia quando il delegato si obbliga nei confronti del creditore nei limiti di validità ed efficacia dei sottostanti rapporti intercorrenti tra delegante e delegato, da un lato, e tra delegante e creditore dall'altro. Tali rapporti sono:
— il rapporto tra delegante e delegato (cd. rapporto di provvista), in base al quale il secondo assume il debito o paga per estinguere il proprio debito nei confronti del delegante;
— il rapporto tra delegante e delegatario (cd. rapporto di valuta), in base al quale il primo ordina al delegato di pagare o di obbligarsi nei confronti del delegatario per estinguere il proprio debito nei confronti di quest'ultimo.
Qualora il delegato, in esecuzione di un ordine del delegante, promette o adempie la prestazione senza richiamare alcuno dei rapporti summenzionati, siamo in presenza di una (—) astratta o pura.