Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
L-Dopa
Labilità
Lacan, Jacques
Laing, Ronald
Lallazione
Lapsus
Latente
Latenza
Lee
Leontev, Aleksej Nikolaevic
Lettura
Lewin, Kurt
Libido
Limbico
Linguaggio
Linguistica
Locomozione
Longitudinale-trasversale
Lurija, Aleksandr Romanovic
Lutto



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Lurija, Aleksandr Romanovic
Neuropsicologo sovietico (Kazan, 1902 - Mosca, 1977). Fondò nel 1936 a Mosca il Laboratorio di Neuropsicologia; dal 1945 fu professore di neuropsicologia all'Università di Mosca. All'inizio della sua carriera si interessò di psicoanalisi, ed elaborò un metodo motorio combinato che completava il metodo psicoanalitico dell'associazione libera con lo studio delle risposte motorie del soggetto. La svolta negli interessi di L. ebbe luogo, come egli stesso ha più volte ribadito, dopo l'incontro con Vygotskij. Insieme a un altro psicologo, Leontev, si unì a Vygotskij per studiare i fattori socio-culturali dello sviluppo cognitivo. Nei primi anni Trenta avvenne il distacco da Vygotskij, motivato da problemi teorici e dalla difficile situazione ideologica-politica in cui questi si trovava. L. iniziò a studiare medicina, si laureò a Mosca nel 1936 e qui cominciò a lavorare all'Istituto di Neurochirurgia. Con lo scoppio della guerra diresse l'ospedale di riabilitazione neurochirurgica per i feriti di guerra negli Urali meridionali. Fu proprio attraverso lo studio dei soldati cerebrolesi che elaborò una nuova concezione sui disturbi del linguaggio, proponendo la sua nuova teoria nell'opera Afasia traumatica (1947). In questo periodo scrisse, inoltre, due libri: La riabilitazione delle funzioni cerebrali dopo traumi di guerra (1948); e Neuropsicologia del linguaggio grafico (1950). Sulla base dell'osservazione di pazienti afasici e parkinsoniani L. formulò, contro il tradizionale localismo delle funzioni, l'ipotesi secondo cui le funzioni cerebrali sono da intendersi come sistemi funzionali, che investono varie aree cerebrali e non possono essere ascritti a una sola di esse. I disturbi di una determinata area possono determinare la perdita di un'intera funzione, poiché ciascuna area contribuisce per un fattore specifico all'intero sistema funzionale. L. ideò un complesso metodo sperimentale per attribuire un sintomo neurologico a un sistema funzionale preciso e per ricondurre uno specifico disturbo del sistema funzionale a un'area cerebrale determinata. Scoprì la funzione preminente rivestita dai lobi frontali per le funzioni cognitive specificatamente umane: i processi di pianificazione interna subiscono, infatti, delle disgregazioni in seguito a lesioni dei lobi frontali, anche se la capacità di compiere gli atti più semplici di comportamento resta intatta. Le sue opere principali: Le funzioni corticali superiori dell'uomo (1962); La mente di uno mnemonista (1968); L'uomo dal mondo a pezzi: storia di una lesione cerebrale (1971); Introduzione alla neuropsicologia (1973); La neuropsicologia della memoria (1972-1976); Problemi fondamentali della neurolinguistica (1975).