Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
61 Prima e Seconda Prova Scritta per Commercialista ed Esperto Contabile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 , pag. 800 € 59,00</span> 6 Manuale di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXIX, pag. 704 € 36,00</span> 337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 6/4 Schemi & Schede di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIII, pag. 320 € 18,00</span> 6/3 Compendio di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIII, pag. 528 € 24,00</span> IP6 Ipercompendio Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 336 € 16,00</span>
Maastricht
Macchiatico
Mafia
Magazzini generali
Maggioranza
Maggiore età
Maggioritario
Magistrato delle acque
Magistratura
Mala fede
Mala fides superveniens non nocet
Malitia supplet aetatem
Maltrattamenti
Mancia
Mandato
Manifestazione del pensiero
Manipolazione genetica
Manomorta
Mansioni
Mantenimento
Manutenzione
Marchio
Mare territoriale
Marketing
Massa ereditaria
Massima giurisprudenziale
Massimario
Massoneria
Mater semper certa est, pater numquam
Maternità
Matrimonio
Maxi-processo
Mediazione
Medico
Membri del Parlamento
Memorie
Mercato del lavoro
Merchandising
Mercuriale
Merito della causa
Messa in mobilità
Metodo democratico
Mezzadria
Mezzi di prova
Mezzi di ricerca delle prove
Millantato credito
Minaccia
Minicooperative
Minimi tabellari
Minimo salariale
Ministero
Ministro
Minoranze etniche e linguistiche
Minore età
Minori
Misuratori fiscali
Misure
Mobbing
Mobilità
Modelli
Modello
Modi di acquisto della proprietà
Modus (o onere)
Molestia
Molestie sessuali sul luogo di lavoro
Monarchia
Monitorio
Monopolio
Monte Titoli
Mora
More uxorio
Morte
Mortis causa
Motivo
Movimenti di liberazione nazionale
Mozione
Multa
Multa penitenziale
Multinazionale
Multiproprietà
Municipi
Mutatio libelli
Mutua assicuratrice
Mutuo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Disegno ornamentale (d. comm.)
Il (—) riguarda il campo dell'estetica, a differenza dei modelli di utilità, che riguardano il campo della tecnica. Distinguere fra i due modelli spesso non risulta agevole, dato che lo stesso bene può risultare, al contempo, particolarmente funzionale ed esteticamente pregevole.
Opportunamente, perciò, il legislatore consente, in tali ipotesi, il rilascio sia del brevetto per i modelli di utilità sia della registrazione per disegno o modello. L'art. 40 del D.Lgs. 30/2005 (Codice della proprietà industriale) precisa però che le due protezioni non possono essere cumulate in un solo titolo.
La disciplina della materia è stata inizialmente riportata dal R.D. 1411/1940, poi riformata ex D.Lgs. 95/2001 il quale ha, tra l'altro, sostituito al brevetto per modello ornamentale la previsione della registrazione per disegni o modelli e fornito una nuova definizione del disegno o modello industriale, da intendere come l'aspetto dell'intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento.
Questa definizione è ora contenuta nell'art. 31 del Codice della proprietà industriale che, nella Sezione II del Capo II, ha raccolto la previgente disciplina.
L'autore di tale (—) ha diritto esclusivo di attuarlo, di disporne e di far commercio dei prodotti in cui il (—) è realizzato. La registrazione del (—) richiede il requisito della novità ed il carattere individuale, dura cinque anni dalla data di presentazione della domanda e il titolare può chiedere la proroga di essa fino a un massimo di venticinque anni (art. 37 C.p.i.).