Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
C101 KIT Codice Civile esteso (CM1) + Codice Penale esteso (CM3)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 2386 + 1824 € 170,00</span> CM1 Codice Civile Esteso<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VIII, pag. 2386 € 88,00</span> 511/1 Quattro Codici Editio Minor - Civile e Procedura Civile - Penale e Procedura Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XVI, pag. 1824 € 26,00</span> 54/4 Costruire un Atto Giudiziario Civile e Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IX, pag. 384 € 30,00</span> C100 Kit Codice Civile (C1) + Codice Penale (C3) - Annotati con la Giurisprudenza<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 3520 + 1984 € 140,00</span> 504/1 Codice Civile e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Settembre 2019 XXXIX, pag. 1760 € 16,00</span>
D.I.A. [Dichiarazione di inizio attività]
D.I.A. [Direzione investigativa antimafia]
D.N.A.
D.O.C.
D.O.P.
Danneggiamento
Danneggiato dal reato
Danno
Danno temuto
Dante causa
Datio in solutum
Dato personale
Datore di lavoro
Dazi doganali
Dazione in pagamento
De cuius
Debito
Debitore
Decadenza
Decartolizzazione
Decentramento amministrativo
Decisione
Decreto
Deduzioni
Deferimento del giuramento
Delazione
Delegazione
Delegificazione
Delibere assembleari
Delinquente abituale
Delinquente per tendenza
Delinquente professionale
Delitto
Demanio
Demansionamento
Democrazia
Denominazione
Denuncia
Depenalizzazione
Deposito
Deputati
Deregulation
Derelizione
Destinazione del padre di famiglia
Desuetudine
Detenuto
Detenzione
Detrazione d’imposta
Devastazione, saccheggio o strage
Devolution
Devoluzione
Diaria
Dibattimento
Dicastero
Dichiarazione
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dies a quo
Dies ad quem
Difensore
Difesa
Difetto di giurisdizione
Diffamazione
Diffida ad adempiere
Dilazione del pagamento
Diligenza
Dimissioni
Dimora
Dipartimenti
Dipendente
Dipendenti pubblici
Dipendenza
Diplomazia
Direttiva
Direttore generale (o city manager)
Direttori generali
Direzione
Direzioni regionali e provinciali del lavoro
Dirigenti
Diritti
Diritto
Discendente
Disconoscimento della paternità
Disconoscimento di scrittura privata
Discovery
Discrezionalità
Discussione
Disdetta
Disegno di legge
Disegno ornamentale
Diseredazione
Disoccupazione
Dispacci
Dispensa dalla collazione
Dispensa dall’imputazione
Disponibile
Dispositivo
Disposizioni
Dissenso politico
Dissociato
Distanze
Distretto giudiziario
Distribuzione
Distruzione e deturpamento di bellezze naturali
Ditta
Diuturnitas
Dividendo
Divieto di espatrio
Divieto di nozze
Divieto di soggiorno
Divieto e obbligo di dimora
Divisione
Divorzio
Documento
Dogana
Dolo
Domanda accessoria
Domanda giudiziale
Domanda riconvenzionale
Domande suggestive
Domicilio
Donazione
Donna
Dont
Doppia imposizione
Doppio binario
Doppio grado di giurisdizione
Dotazione organica
Dottrina
Dovere
Dow Jones
Drenaggio fiscale
Duty free shop


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Distanze (d. civ.)
() tra le costruzioni
Sono i limiti posti dalla legge alla proprietà immobiliare, che regolano i rapporti di vicinato, cioè i diritti e i doveri tra vicini (artt. 873-879 c.c.). Ad es. ogni edificio ha bisogno di aria e di luce, ma di fronte a questa esigenza vi è il diritto del vicino a costruire sul proprio suolo.
I limiti legali della proprietà immobiliare hanno lo scopo di contemperare questi diritti reciproci, assicurandone la coesistenza e la possibilità di esercizio.
L'art. 873 c.c. stabilisce che le costruzioni su fondi confinanti, se non sono uniti o aderenti, devono essere tenute a distanza non inferiore di tre metri l'una dall'altra. I regolamenti comunali possono imporre distanze superiori tra edifici e anche tra l'edificio da costruire su di un fondo e i confini del fondo stesso. In tal caso vanno osservate le norme dei regolamenti e/o degli strumenti urbanistici.
Se il secondo costruttore edifica sul proprio fondo ad una distanza inferiore a quella prescritta dalla legge o dai regolamenti e/o dagli strumenti urbanistici rispetto alla costituzione che sorge sul fondo del vicino, il proprietario di questa avrà il diritto di chiedere la riduzione in pristino, cioè la demolizione di quella parte della nuova costruzione che ecceda la distanza consentita.
() dal confine per pozzi, cisterne, fosse e tubi
Le costruzioni per pozzi, cisterne, fosse e tubi vanno fatte alla distanza di due metri dal confine, mentre per i tubi d'acqua pura o lurida e per quelli del gas o simili e loro diramazioni occorre osservare la distanza di un metro.
La distanza va osservata anche nel caso in cui sul confine si trovi un muro divisorio. La distanza deve essere misurata tra il confine e il punto più vicino del perimetro interno dei pozzi, cisterne, fossi e tubi (art. 889 c.c.).
() dal confine per canali e fossi
Chi intende scavare in prossimità del confine del suo fondo un canale o un fosso è tenuto, in mancanza di disposizioni contenute in regolamenti, a rispettare una distanza pari alla profondità del canale o del pozzo. La distanza si misura dal confine al ciglio della sponda più vicina al confine stesso. Se il confine si trova in un fosso comune o in una via privata, la distanza si misura da ciglio a ciglio o dal ciglio al lembo esterno della via (art. 889 c.c.).
() dal confine per gli alberi
Il proprietario che intende piantare alberi presso il suo confine, in mancanza di regolamenti e di usi locali, deve rispettare le seguenti distanze (artt. 892-895 c.c.):
— mt. 3 per alberi di alto fusto. Sono alberi di alto fusto quelli di notevole altezza come, ad es. i noci, i castagni, le querce, i pini, i cipressi, gli olmi, i pioppi, i platani e simili;
— mt. 1,50 per gli alberi non di alto fusto. Sono di fusto non alto gli alberi il cui fusto, inferiore a tre metri, si diffonde in rami;
— mt. 0,50 per viti, arbusti, siepi vive e piante da frutto, di altezza non superiore a due metri e mezzo.
La distanza si misura dalla linea di confine alla base esterna del tronco dell'albero, nel tempo della piantagione o dalla linea del confine al luogo dove fu fatta la semina. Non è irrilevante il fatto che il tronco si sia successivamente ingrandito riducendo la distanza.
() minime per gli apiari
Gli apiari devono essere collocati a non meno di dieci metri da strade di pubblico transito e a non meno di cinque metri dai confini di proprietà pubbliche o private.
Tale (—) non deve essere necessariamente rispettata se tra l'apiario e i luoghi sopra citati esistono dislivelli di almeno due metri o se vi sono muri, siepi o altri ripari idonei a non consentire il passaggio delle api.