Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
337 Concorsi nelle Camere di Commercio - Manuale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 IV, pag. 768 € 36,00</span> 6/4 Schemi & Schede di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIII, pag. 320 € 18,00</span> 61 Prima e Seconda Prova Scritta per Commercialista ed Esperto Contabile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XIX, pag. 752 € 59,00</span> 6/3 Compendio di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 XXIII, pag. 528 € 24,00</span> 6 Manuale di Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XXVIII, pag. 672 € 35,00</span> IP6 Ipercompendio Diritto Commerciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 336 € 16,00</span>
D.I.A. [Dichiarazione di inizio attività]
D.I.A. [Direzione investigativa antimafia]
D.N.A.
D.O.C.
D.O.P.
Danneggiamento
Danneggiato dal reato
Danno
Danno temuto
Dante causa
Datio in solutum
Dato personale
Datore di lavoro
Dazi doganali
Dazione in pagamento
De cuius
Debito
Debitore
Decadenza
Decartolizzazione
Decentramento amministrativo
Decisione
Decreto
Deduzioni
Deferimento del giuramento
Delazione
Delegazione
Delegificazione
Delibere assembleari
Delinquente abituale
Delinquente per tendenza
Delinquente professionale
Delitto
Demanio
Demansionamento
Democrazia
Denominazione
Denuncia
Depenalizzazione
Deposito
Deputati
Deregulation
Derelizione
Destinazione del padre di famiglia
Desuetudine
Detenuto
Detenzione
Detrazione d’imposta
Devastazione, saccheggio o strage
Devolution
Devoluzione
Diaria
Dibattimento
Dicastero
Dichiarazione
Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo
Dies a quo
Dies ad quem
Difensore
Difesa
Difetto di giurisdizione
Diffamazione
Diffida ad adempiere
Dilazione del pagamento
Diligenza
Dimissioni
Dimora
Dipartimenti
Dipendente
Dipendenti pubblici
Dipendenza
Diplomazia
Direttiva
Direttore generale (o city manager)
Direttori generali
Direzione
Direzioni regionali e provinciali del lavoro
Dirigenti
Diritti
Diritto
Discendente
Disconoscimento della paternità
Disconoscimento di scrittura privata
Discovery
Discrezionalità
Discussione
Disdetta
Disegno di legge
Disegno ornamentale
Diseredazione
Disoccupazione
Dispacci
Dispensa dalla collazione
Dispensa dall’imputazione
Disponibile
Dispositivo
Disposizioni
Dissenso politico
Dissociato
Distanze
Distretto giudiziario
Distribuzione
Distruzione e deturpamento di bellezze naturali
Ditta
Diuturnitas
Dividendo
Divieto di espatrio
Divieto di nozze
Divieto di soggiorno
Divieto e obbligo di dimora
Divisione
Divorzio
Documento
Dogana
Dolo
Domanda accessoria
Domanda giudiziale
Domanda riconvenzionale
Domande suggestive
Domicilio
Donazione
Donna
Dont
Doppia imposizione
Doppio binario
Doppio grado di giurisdizione
Dotazione organica
Dottrina
Dovere
Dow Jones
Drenaggio fiscale
Duty free shop


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Ditta (d. comm.)
È il nome commerciale sotto il quale l'imprenditore esercita la sua attività.
Essa costituisce, a differenza del marchio e dell'insegna che hanno carattere meramente facoltativo, il mezzo di individuazione necessario dell'impresa economica.
Nella creazione della (—) l'imprenditore deve fare in modo che essa contenga il suo cognome o la sua sigla (art. 2563 c.c.), garantendo, in tal modo, ai consumatori la riconoscibilità giuridica dell'imprenditore cui indirizzano la loro domanda (principio della verità).
La (—), inoltre, deve essere idonea a caratterizzare una data impresa, differenziandola in modo preciso da imprese similari (principio della novità). La novità non è intesa in senso assoluto, ma in relazione ad imprese col medesimo oggetto e che operino nella stessa parte del territorio nazionale.
La (—) può essere trasferita solo insieme all'azienda.
Il legislatore, tenendo presente la funzione di collettore di clientela propria della (—), riconosce all'imprenditore che per primo la utilizzò il diritto all'uso esclusivo della stessa onde evitare che altri imprenditori, profittando di un'ingannevole omonimia, possano sottrargli slealmente parte del suo segmento di mercato.
La violazione del principio di novità è sanzionata ponendo a carico dell'imprenditore inadempiente un obbligo di differenziazione (art. 2564 c.c.). In particolare:
— l'imprenditore che adotti una (—) anteriormente impiegata da altro imprenditore deve integrarla o modificarla con indicazioni idonee a differenziarla. È dunque sulla base della priorità dell'uso che il legislatore accorda il diritto di proprietà e di impiego esclusivo di una determinata (—);
— se trattasi di imprese commerciali (art. 2195 c.c.), la priorità dell'uso, di regola, coincide con la priorità dell'iscrizione della (—) nel registro delle imprese (art. 2196 c.c.): il diritto all'uso esclusivo della (—) è acquistato dall'imprenditore che per primo ne effettuò l'iscrizione nel registro, cosicché l'obbligo di differenziazione ricade su chi sceglie una (—) confondibile con un'altra già registrata. Però, se questi prova che egli fu il primo ad utilizzare la (—), sarà l'altro imprenditore, nonostante la prioritaria iscrizione, a doversi differenziare.
Si noti, infine, che la ditta è elemento proprio delle sole imprese individuali poiché nelle imprese collettive la relativa funzione distintiva è esercitata dalla ragione sociale nelle società di persone, e dalla denominazione sociale nelle società di capitali.