Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
IP8 Ipercompendio Diritto Processuale Civile<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 320 € 16,00</span> 54/21 Manuali XXS di Diritto Civile e Penale (Formato 2018 VIII, pag. 672 + 672 € 22,00" /> 54/3 Corso Completo per la prova scritta dell'Esame di Avvocato<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XIII, pag. 288 + 272 + 320 € 46,00</span> 54/4 Costruire Atto Giudiziario Civile e Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 VIII, pag. 368 € 30,00</span> 63 Scuole di Specializzazione per le professioni legali - Quiz per l'esame di ammissione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XV, pag. 576 € 35,00</span> E2/A Codice di Procedura Civile Esplicato e leggi complementari (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XVIII, pag. 1216 € 22,00</span>
Ebbrezza
Eccessiva onerosità
Eccesso di potere
Eccezione
Economicità
Editio actionis
Edizione
Effetti del negozio
Effetti penali della condanna
Effetto cambiario
Efficacia
Eguaglianza
Electio amici
Elettorato
Elettrodotto
Elezione di domicilio
Elezioni
Elisione dell’imposta
Elusione fiscale
Emancipazione
Embargo
Emblema
Emendamento
Emendatio libelli
Emigrazione
Emptio non tollit locatum
Emptio rei speratae
Emptio spei
Emulazione
Energia
Enfiteusi
Engineering
Ente di fatto
Ente morale
Ente non profit
Ente pubblico
Entrata in vigore della legge
Equa riparazione
Equità
Equo canone
Erede
Eredità
Erga omnes
Ergastolo
Errore
Errore giudiziario
Errores in iudicando e in procedendo
Esame contabile
Esame delle parti
Esame di Stato
Escussione
Esdebitazione
Esecutivo
Esecutore testamentario
Esecutorietà
Esecuzione
Esecuzione forzata
Esecuzione penale
Esenzione fiscale
Esercizio sociale
Esimenti
Esperimenti giudiziali
Esposto
Espromissione
Espropriazione forzata
Espropriazione per pubblica utilità
Espulsione dello straniero
Esternazione
Estimatoria
Estimatorio
Estorsione
Estradizione
Estromissione dal processo
Eutanasia
Evasione fiscale
Evidenza pubblica
Evizione
Ex nunc, ex tunc
Exceptio doli
Exequatur
Exit poll
Extracomunitari
Extrapetizione
Extraterritorialità


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Eccezione (d. civ.; d. proc. civ.)
Nel diritto processuale civile, per (—) si intende qualunque deduzione opposta dal convenuto che valga a destituire di fondamento la domanda dell'attore. In particolare, ciò avviene quando il convenuto eccepisce l'esistenza di un fatto estintivo, modificativo o impeditivo del diritto dell'attore, tale da comportare il rigetto della domanda.
In base all'art. 2697, co. 2 c.c. in tema di onere della prova, chi eccepisce l'inefficacia dei fatti che costituiscono il fondamento di un diritto fatto valere in giudizio ovvero eccepisce che il diritto si è modificato o estinto deve provare i fatti su cui l'(—) si fonda.
Le (—) possono essere di natura sostanziale, cioè riguardare i fatti di cui si discute in causa (es.: (—) di compensazione, di prescrizione etc.) e di natura processuale (es.: (—) di incompetenza), attinenti ai presupposti processuali e alle condizioni dell'azione.
Infine, in base all'art. 112 c.p.c., il giudice non può pronunciare su (—) che possono essere proposte solo dalle parti: da ciò si desume che vi sono (—) rilevabili d'ufficio (es.: incompetenza per materia, adempimento, novazione, nullità) ed altre deducibili solo dalle parti (es.: (—) di prescrizione, di compensazione, di annullamento, di rescissione, di inadempimento).
Nel processo ordinario di cognizione prima delle modifiche apportate dal legislatore nel 2005 il giudice, all'udienza fissata per la prima comparizione fissava un termine perentorio, non inferiore a 20 giorni prima della prima udienza di trattazione [Trattazione della causa], per proporre le (—) processuali e sostanziali che non siano rilevabili di ufficio dal D.L. 35/2005, conv. in L. 80/2005 (cd. decreto competitività) al fine di conferire maggiore celerità al processo civile, l'udienza di prima comparizione e di trattazione della causa sono state accorpate (v. art. 183 c.p.c.) ed è stato previsto, all'art. 167 c.p.c., che il convenuto, nella comparsa di risposta tempestivamente depositata (almeno 20 giorni prima dell'udienza di comparizione-trattazione ex art. 183 c.p.c.), deve proporre, a pena di decadenza, anche le (—) processuali e di merito che non siano rilevabili d'ufficio, nella comparsa di risposta.
Clausola limitativa della proponibilità delle ()
Clausola con cui le parti stabiliscono che una di esse non può opporre eccezioni per evitare o ritardare la prestazione. Tale clausola, detta anche clausola solve et repete [Clausola], costituisce clausola vessatoria e, ai sensi dell'art. 1341 c.c., deve essere approvata specificamente per iscritto ai fini dell'opponibilità.