Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
17/4 Compendio di Storia del Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 V, pag. 288 € 15,00</span> 21/2 Compendio di Isitituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VI, pag. 256 € 18,00</span> 21/3 Schemi & Schede di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 III, pag. 160 € 10,00</span> 583 Dizionario Giuridico Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2017 VI, pag. 560 € 15,00</span> 21 Il nuovo Manuale di Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 VII, pag. 528 € 22,00</span> 17 Il nuovo Manuale di Storia del Diritto Romano (Diritto pubblico romano)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 V, pag. 272 € 20,00</span> IP9 Ipercompendio Istituzioni di Diritto Romano<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2016 III, pag. 240 € 10,00</span> W18 Storia del Diritto Medioevale e Moderno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 160 € 10,00</span>
Gabbie salariali
Gabella
Gabellotto
Gaggio
Gaio
Gairethinx
Gallia
Gallicanesimo
Gambiglioni Angelo d’Arezzo
Gasindi (o Antrustioni)
Gastaldi
Gaudenziana
Gelasio I
Genovesi Antonio
Gens
Genserico
Genti
Gentili Alberico
Germani
Gesetzgebungsstaat
Gesuiti
Gewere
Giannone Pietro
Giason del Maino
Gilda
Giovanni da Imola
Giovanni da Parigi
Giovanni d’Andrea
Gisel
Giudizio di Dio
Giuliana
Giuramento
Giuria
Giurisdizionalismo
Giurisdizione
Giurisprudenza
Giuseppismo
Giusnaturalismo
Giuspositivismo
Giustiniano I
Giustino I
Giustizia
Glanvill Ranulf
Glossa
Glossa Accursiana
Glossa di Casamari
Glossa di Koln
Glossa di Pistoia
Glossa di Torino
Glossae malbergicae
Glossatori
Godefroy Denis
Godomaro (o Gondemaro)
Goffredo da Trani
Gombetta
Goti
Gran ammiraglio
Gran cancelliere
Gran Consiglio del Fascismo
Graziano
Gregoriana
Gregorio (o Gregoriano)
Gregorio (vescovo di Tours)
Gregorio I Magno
Gregorio IX
Gregorio VII
Gride
Grimoaldo
Grozio Ugo
Grundgesetz
Grundnorm
Gualdarii
Guarentigie
Guarentigie costituzionali
Guariganghe
Guerra gotica
Guerre di religione
Guglielmo di Occam (o Ockam)
Guglielmo Durante
Guidrigildo
Gundebaldo (o Gondebaldo o Gundobado)
Gundicaro



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo
Gesuiti

Ordine religioso, noto anche come Compagnia di Gesù, fondato a Parigi nel 1534 da S. Ignazio di Loyola, da S. Francesco Saverio e da Pietro Lefèvre, allo scopo di difendere la Chiesa cattolica dalle minacce provenienti dalla Riforma protestante [vedi], diffondere il Cristianesimo e combattere le eresie. In breve tempo i (—) divennero un vero e proprio esercito del papa, impegnato nelle più delicate vicende della cristianità.
L’ordine ottenne l’approvazione di papa Paolo III il 27 novembre 1540 con bolla [vedi] Regimini militantis ecclesiae. Caratteristica peculiare dei (—) fu una ferrea disciplina imposta ai membri, i quali dovevano cieca obbedienza ai superiori e all’autorità papale in particolare. A capo della Compagnia vi era un generale nominato a vita, dotato di poteri assoluti e incontestabili in campo amministrativo e giurisdizionale. Per la potenza raggiunta ed il prevalere su altri poteri della Chiesa fu definito il papa nero. Prove severissime erano previste per i membri, ai quali veniva imposto di reprimere qualsiasi sentimento, anche il più naturale. Essi si distinguevano in novizi (sottoposti per un periodo di due anni a complessi esercizi spirituali), scolastici (istruiti per diventare insegnanti nelle scuole dell’ordine), coadiutori (legati ai voti di obbedienza, povertà e castità) e professi.
Attraverso la predicazione e l’insegnamento, rivolto specialmente alle classi più elevate, la Compagnia si diffuse in Spagna, Portogallo, Francia, Italia, America del sud, raggiungendo il massimo grado di espansione nel secolo XVIII e giungendo a dominare anche nelle corti di parecchi Stati europei.
Fu con l’intensificarsi dell’intervento dello Stato settecentesco nella sfera ecclesiastica e con l’inasprirsi della politica accentratrice dei sovrani illuminati [vedi Illuminismo] che l’attività dei (—) venne posta al centro di crescenti sospetti, soprattutto per le sue inframmettenze in tutti i campi, per la sua opposizione ad ogni mutamento in senso liberale e per le sue speculazioni commerciali. Nel 1759 questo clima di sospetto e di ostracismo si tradusse nel sequestro dei beni e nell’espulsione dei (—) dal Portogallo; nel 1762 fu la volta della Francia, ove i sentimenti antigesuiti si erano sviluppati nell’ambito delle controversie sul gallicanesimo [vedi]; nel 1767 fu la Spagna a seguire l’esempio e via via anche altri Paesi provvidero alla loro espulsione. Nel 1773 papa Clemente XIV (1769-1774) dispose lo scioglimento della Compagnia di Gesù con la bolla Redemptor noster. I (—) si rifugiarono, allora, in Paesi non cattolici, attendendo il momento per risorgere. Ciò avvenne nel 1814, quando Pio VII (1800-1823) con la bolla Sollecitudo omnium ristabilì la Compagnia in tutti gli Stati cattolici. In seguito furono nuovamente espulsi da vari luoghi, ma sempre riuscirono a riconquistare le posizioni perdute.