Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
526/A Concorso Scuola dell’Infanzia e Primaria - Manuale completo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 III, pag. 800 € 44,00</span> PK35 Maturità Scienze Umane<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2015 , pag. 224 € 9,00</span> W23 Storia del Cinema<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2009 , pag. 128 € 8,00</span> W53 Sociologia dell'organizzazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2010 , pag. 128 € 8,00</span> W42 Psicologia Clinica<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span> W43 Psicologia Sociale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2013 II, pag. 128 € 9,00</span>
Obesità
Oceanico
Odio
Oggettiva
Oggetto
Olismo
Ombra
Omosessualità
Onirico
Onirismo
Onnipotenza del sé
Onomatomania
Operazionismo
Opinione
Opposti
Orale
Orale
Orale
Orale
Orale
Orale
Orale
Organicismo
Organizzazione
Orgasmo
Orgone
Orientamento
Ospedalismo
Ossessione e disturbo ossessivo-compulsivo



A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario di Scienze Psicologiche
Omosessualità
Termine coniato nel 1869 dal letterato ungherese Karl-Maria Kertbeny dalla fusione della parola greca omoios (stesso) e di quella latina sexus (sesso), definisce l'inclinazione sessuale di chi è attratto in modo preponderante o esclusivo da persone del proprio sesso. Nel corso della storia il concetto ha assunto differenti connotazioni: perversione, tendenza moralmente negativa, deviazione patologica della sfera sessuale, vizio, patologia mentale. Contro l'opinione prevalente nella psicoanalisi del secondo dopoguerra che considerava l'o. una patologia, un disordine dello sviluppo (ad esempio Alfred Adler, Carl Gustav Jung), Sigmund Freud ipotizzò l'esistenza di una predisposizione innata, ma allo stesso tempo evidenziò l'importanza delle esperienze infantili (ad esempio, la perdita del genitore di sesso opposto seguita da una difficoltà di identificazione). Dagli anni Settanta la psichiatria ha tolto all'o. lo stigma di malattia. In particolare, nell'ultima edizione del Diagnostical and Statistical Manual of Mental Disorders (DSM-IV-R) l'o. non occupa più alcuna casella diagnostica, ribadendone così il carattere non patologico. Pur non essendovi a tutt'oggi una teoria eziologica esaustiva e univoca, attualmente si tende a considerare il fenomeno come il risultato di una predisposizione biologica, di condizionamenti ambientali e psicologici o anche di una combinazione di tali fattori.