Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
4/3 Storia della Pubblica Amministrazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 III, pag. 144 € 15,00</span> 4 Manuale di Diritto Amministrativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXVII, pag. 864 € 42,00</span> 506/7 Codice Amministrativo Fondamentale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XIII, pag. 1696 € 35,00</span>
Ebbrezza
Eccessiva onerosità
Eccesso di potere
Eccezione
Economicità
Editio actionis
Edizione
Effetti del negozio
Effetti penali della condanna
Effetto cambiario
Efficacia
Eguaglianza
Electio amici
Elettorato
Elettrodotto
Elezione di domicilio
Elezioni
Elisione dell’imposta
Elusione fiscale
Emancipazione
Embargo
Emblema
Emendamento
Emendatio libelli
Emigrazione
Emptio non tollit locatum
Emptio rei speratae
Emptio spei
Emulazione
Energia
Enfiteusi
Engineering
Ente di fatto
Ente morale
Ente non profit
Ente pubblico
Entrata in vigore della legge
Equa riparazione
Equità
Equo canone
Erede
Eredità
Erga omnes
Ergastolo
Errore
Errore giudiziario
Errores in iudicando e in procedendo
Esame contabile
Esame delle parti
Esame di Stato
Escussione
Esdebitazione
Esecutivo
Esecutore testamentario
Esecutorietà
Esecuzione
Esecuzione forzata
Esecuzione penale
Esenzione fiscale
Esercizio sociale
Esimenti
Esperimenti giudiziali
Esposto
Espromissione
Espropriazione forzata
Espropriazione per pubblica utilità
Espulsione dello straniero
Esternazione
Estimatoria
Estimatorio
Estorsione
Estradizione
Estromissione dal processo
Eutanasia
Evasione fiscale
Evidenza pubblica
Evizione
Ex nunc, ex tunc
Exceptio doli
Exequatur
Exit poll
Extracomunitari
Extrapetizione
Extraterritorialità


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Espropriazione per pubblica utilità (d. amm.)
È un istituto che attribuisce alla P.A. la potestà di sacrificare [Provvedimento (ablatorio)] nel pubblico interesse (a vantaggio proprio, di altre pubbliche amministrazioni o di privati) contro indennizzo, diritti reali altrui.
Il concetto di (—) è delineato in primo luogo dall'art. 423, Cost., che fissa in proposito due fondamentali principi costituzionali:
— principio della riserva (relativa) di legge: il potere di espropriare può essere esercitato solo nei casi in cui la legge lo prevede, specificandone entità e limiti;
— principio della obbligatoria corresponsione agli espropriati di un indennizzo.
L'art. 834 c.c., a sua volta, dispone che nessuno può essere privato, in tutto o in parte, dei beni di sua proprietà, se non per causa di pubblico interesse legalmente dichiarata e contro il pagamento di una giusta indennità.
Oggetto dell'espropriazione può essere un diritto di proprietà o altro diritto reale.
Non possono essere espropriati:
a) gli edifici aperti al culto, se non per gravi ragioni e previo accordo con la competente autorità ecclesiastica (L. 25-3-1985, n. 121);
b) i beni demaniali e i beni patrimoniali indisponibili;
c) le sedi di rappresentanze diplomatiche di Stati esteri.
L'indennizzo deve essere unico e giusto.
Per quanto riguarda le competenze in materia di espropriazione il T.U. sull'espropriazione (D.P.R. 327/2001) all'art. 6 stabilisce come regola generale che l'autorità competente alla realizzazione di un'opera pubblica o di pubblica utilità provvede all'emanazione degli atti del procedimento espropriativo.
Il procedimento espropriativo, disciplinato dall'art. 8, è suddiviso in tre fasi principali: l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio, la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera, la determinazione dell'indennità di esproprio (quest'ultima si articola poi, diversamente a seconda che venga o meno accettata l'indennità provvisoria).
Effettuato il pagamento dell'indennità provvisoria accettata o il deposito dell'indennità definitiva non accettata, l'autorità espropriante emana il decreto di esproprio con cui dispone il passaggio del diritto di proprietà o del diritto oggetto dell'(—).