Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
54A/3 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Penale Parte generale e speciale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XII, pag. 336 € 17,00</span> OP3 Codice Penale Operativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XVI, pag. 2464 € 89,00</span> 62 Manuale del Consulente del Lavoro <br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XV, pag. 1536 € 60,00</span> L39 La Nuova Responsabilità Medica e il Risarcimento del Danno<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 VIII, pag. 496 € 52,00</span> IP3 Ipercompendio Diritto Penale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XI, pag. 352 € 17,00</span> 4/1 Compendio di Diritto Amministrativo<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2020 XXXII, pag. 544 € 27,00</span>
Ebbrezza
Eccessiva onerosità
Eccesso di potere
Eccezione
Economicità
Editio actionis
Edizione
Effetti del negozio
Effetti penali della condanna
Effetto cambiario
Efficacia
Eguaglianza
Electio amici
Elettorato
Elettrodotto
Elezione di domicilio
Elezioni
Elisione dell’imposta
Elusione fiscale
Emancipazione
Embargo
Emblema
Emendamento
Emendatio libelli
Emigrazione
Emptio non tollit locatum
Emptio rei speratae
Emptio spei
Emulazione
Energia
Enfiteusi
Engineering
Ente di fatto
Ente morale
Ente non profit
Ente pubblico
Entrata in vigore della legge
Equa riparazione
Equità
Equo canone
Erede
Eredità
Erga omnes
Ergastolo
Errore
Errore giudiziario
Errores in iudicando e in procedendo
Esame contabile
Esame delle parti
Esame di Stato
Escussione
Esdebitazione
Esecutivo
Esecutore testamentario
Esecutorietà
Esecuzione
Esecuzione forzata
Esecuzione penale
Esenzione fiscale
Esercizio sociale
Esimenti
Esperimenti giudiziali
Esposto
Espromissione
Espropriazione forzata
Espropriazione per pubblica utilità
Espulsione dello straniero
Esternazione
Estimatoria
Estimatorio
Estorsione
Estradizione
Estromissione dal processo
Eutanasia
Evasione fiscale
Evidenza pubblica
Evizione
Ex nunc, ex tunc
Exceptio doli
Exequatur
Exit poll
Extracomunitari
Extrapetizione
Extraterritorialità


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Espulsione dello straniero (d. pen.; d. amm.)
() nel codice penale
È una misura amministrativa di sicurezza non detentiva, prevista dall'art. 235 c.p.
L'(—) nella disciplina del codice trova la sua applicazione:
— nei casi previsti dalla legge (art. 235, comma 1, c.p.), tra i quali rientra l'ipotesi dell'art. 312 c.p., secondo cui è espulso lo straniero condannato a una pena restrittiva della libertà personale per uno dei delitti contro la personalità dello Stato (artt. 241-313 c.p.);
— nel caso del condannato alla reclusione per un tempo non inferiore a dieci anni, per qualsiasi delitto (art. 235, comma 1, c.p.).
L'art. 15 D.Lgs. 309/98 (Testo unico sull'immigrazione) prevede, a sua volta, l'espulsione come misura di sicurezza fuori dei casi previsti dal codice penale.
L'(—) è una misura ad applicazione obbligatoria, previo accertamento della pericolosità sociale del condannato.
() nel Testo Unico sugli stupefacenti
L'espulsione a norma dell' art. 86, D.P.R. 309/90 (Testo unico sugli stupefacenti) è una misura di sicurezza ed è applicabile allo straniero condannato per delitti in materia di stupefacenti. L'ordine di espulsione dello straniero è emesso dal giudice previo accertamento della pericolosità sociale (Corte cost. 58/1995).
L'(—) è prevista come misura di prevenzione, e non di sicurezza, quando è disposta dal prefetto in caso di flagranza (art. 86, comma 3). In questo caso non occorre accertare la pericolosità sociale del soggetto.
Il decreto del prefetto è soggetto a ricorso avanti al tribunale amministrativo regionale.
() nel Testo Unico sull'immigrazione
Il Testo Unico sull'immigrazione (D.Lgs. 286/1998, come modificato dalla L. 189/2002, c.d. legge Bossi-Fini) prevede l'espulsione come misura di sicurezza, come misura di polizia e come sanzione sostitutiva. In particolare:
— come misura di sicurezza, può essere disposta dal giudice nei confronti dello straniero condannato per un delitto per il quale è previsto l'arresto in flagranza (art. 15, D.Lgs. 286/1998);
— come misura di prevenzione, ha la forma del respingimento alla frontiera (art. 10 D.Lgs. 286/1998) e dell'espulsione amministrativa (art. 13). È disposta dal prefetto o, quando è motivata da ragioni di ordine pubblico o di sicurezza dello Stato, dal ministro dell'interno. È eseguita dal questore o con intimazione a lasciare il territorio dello Stato entro quindici giorni, oppure con accompagnamento coattivo alla frontiera (art. 13);
— come sanzione sostitutiva, può essere ordinata dal giudice quando ritenga di sostituire la pena da infliggere con la misura dell'(—) (art. 16 D.Lgs. 286/1998). La pena può essere sostituita quando è contenuta nel limite di due anni. L'espulsione sostitutiva deve avere una durata non inferiore a cinque anni.