Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
509/1 Codice del Lavoro (Editio minor)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >Ottobre 2019 XXVI, pag. 1920 € 24,00</span> 310 Concorso 616 Operatori Giudiziari - Manuale sintetico per la preparazione<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 176 € 8.90</span> C101 KIT Codice Civile esteso (CM1) + Codice Penale esteso (CM3)<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 , pag. 2386 + 1824 € 170,00</span> CM1 Codice Civile Esteso<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2019 VIII, pag. 2386 € 88,00</span>
Quadri
Qualifica
Qualificazione giuridica
Qualità
Qualità internazionali
Qualità soggettive
Quanti minoris
Quantità
Quantum
Quasi possesso
Quasi reato
Quasi usufrutto
Querela
Questionario fiscale
Questione
Questore
Questori
Quiescenza
Quietanza
Quod nullum est, nullum producit effectum
Quorum
Quota
Quotazione di borsa


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Favor (teoria gen.)
Tale principio indica la tutela preferenziale che la legge, allo scopo di riequilibrare particolari posizioni di diseguaglianza tra situazioni soggettive e di sbilanciamento d'interessi, accorda in determinate circostanze ad uno invece che ad un altro soggetto.
() creditoris-debitoris (d. civ.)
In materia di obbligazioni il principio ispiratore è, secondo l'orientamento prevalente, quello del favor debitoris, nel senso che il soggetto privilegiato risulta essere il soggetto passivo del rapporto obbligatorio (es.: l'art. 1184 c.c., relativamente al potere di fissazione del termine di scadenza di adempimento dell'obbligazione; l'art. 1286 c.c., relativamente alla facoltà di scelta della prestazione nelle obbligazioni alternative [Obbligazioni]).
In alcuni casi, peraltro, la tendenza legislativa è contraria, nel senso di privilegiare la posizione creditoria (es.: l'art. 1183 c.c., che attribuisce il potere di esigere immediatamente la prestazione, ove il termine non sia fissato preventivamente).
() minoris (d. civ.)
Atteggiamento del legislatore teso a privilegiare la posizione del minore. Ne costituiscono espressioni tipiche:
— la potestà dei genitori;
— la tutela del minore [Tutela];
— l'annullabilità degli atti negoziali da lui compiuti [Annullamento].
() libertatis (d. pen.)
Principio che caratterizza vari istituti del diritto processuale penale, volto a privilegiare la libertà del soggetto rispetto ad altre esigenze del processo. Sono espressione del principio del () libertatis le norme che prevedono limiti massimi di durata della custodia cautelare, l'immediata esecuzione delle sentenze di proscioglimento, etc.
() rei (d. pen.)
Principio interpretativo teso a individuare, in concreto, il trattamento giuridico più favorevole all'imputato o al condannato. Ad esempio, ne sono espressione le norme che prevedono l'assoluzione in caso di insufficienza o contraddittorietà della prova che il fatto sussiste, la prevalenza dell'opinione più favorevole all'imputato qualora, in sede di deliberazione della sentenza, vi sia parità di voti (art. 527 c.p.p.), etc.