Dizionario Giuridico    Dizionario Economico    Dizionario di Contabilità e Finanza    Dizionario del Condominio    Dizionario di Diritto Canonico ed Ecclesiastico    Dizionario dell'Unione Europea    Dizionario Storico-Giuridico Romano    Dizionario Storico del Diritto Italiano ed Europeo    Dizionario della Filosofia Politica    Dizionario di Scienze Psicologiche   
Caricamento immagini in corso...
loading
336 12 Specialisti e 17 Dirigenti presidenza del Consiglio dei Ministri - Quiz commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 656 € 32,00</span> 54A/2 I Quaderni del praticante Avvocato - Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 IX, pag. 272 € 17,00</span> 2/2 Compendio di Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XXII, pag. 352 € 19,00</span> 346/1 253 Funzionari Amministrativo - Giuridico - Contabili MIUR - Quiz commentati<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 , pag. 336 € 20,00</span> 2 Manuale di Diritto Costituzionale<br><SPAN STYLE='font-size:7pt;' >2018 XXXIII, pag. 432 € 27,00</span>
F.A.O.
F.M.I.
F.P.L.D.
Facta concludentia
Factoring
Fallimento
Falsa testimonianza
Falsità materiale e falsità ideologica
Falso
Falsus procurator
Famiglia
Fasce deboli
Fascismo
Fatti notori
Fattispecie
Fatto giuridico
Fatto illecito
Fattura
Favor
Favoreggiamento
Fecondazione artificiale
Fede
Fedecommesso
Fedeltà
Federalismo
Ferie
Fermo
Festività
Festivo
Fictio iuris
Fideiussione
Fido bancario
Fiducia
Figlio
Filiazione
Financial futures
Finanziamento dei partiti
Finestra
Firma
Fiscal drag
Fiscalizzazione degli oneri sociali
Fisco
Fitto
Flagranza
Flessibilità nell’impiego di forza lavoro
Flottante
Foglio di via
Fomazione del passivo
Fondazione
Fondo comune di investimento
Fondo di garanzia per il trattamento di fine rapporto
Fondo Monetario Internazionale
Fondo nazionale per le politiche sociali
Fondo patrimoniale
Fondo pensione
Fondo pensioni lavoratori dipendenti
Fondo perequativo
Fondo sostitutivo
Fonti del diritto
Food and Agricultural Organization
Forma del negozio giuridico
Forma di governo
Forma di Stato
Formazione continua
Formazione professionale
Formazioni sociali
Formula esecutiva
Formulari
Foro
Forum
Forza maggiore
Forze armate
Forze di pace dell’O.N.U.
Franchi tiratori
Franchigia
Franchising
Frazionamento
Free-lance
Frode
Frutti
Fumo passivo


Tutte le voci sono tratte dal Nuovo Dizionario Giuridico

A
B
C
D
E
F
G
N
O
P
Q
R
S
T
H
I
J
K
L
M
U
V
W
X
Y
Z
Consulta gratuitamente i nostri dizionari:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dizionario Giuridico
Finanziamento dei partiti (d. cost.)
I partiti politici costituiscono gli strumenti attraverso i quali i cittadini concorrono alla determinazione della politica nazionale. Per svolgere tale azione, essi necessitano di una certa disponibilità economica, che consenta di far fronte alle spese di organizzazione, di propaganda etc.
Fino a qualche decennio fa il problema del (—) non si era posto nel nostro ordinamento. A seguito di numerosi scandali suscitati da gravi fenomeni di corruzione, fu approvata la L. 2 maggio 1974, n. 195 detta legge Piccoli per determinare una forma di contributo generalizzato, proporzionale e trasparente da parte dello Stato a tutti i partiti politici. La legge Piccoli è stata abrogata con il referendum del 18 aprile 1993, sull'abbrivio delle inchieste giudiziarie circa il finanziamento illecito dei partiti.
Come è noto, tuttavia, i partiti politici continuano a ricevere soldi dallo Stato, nonostante il referendum. L'esito della consultazione popolare, infatti, è stato aggirato attraverso il ricorso ad un espediente; attualmente, almeno da un punto di vista formale, i partiti non sono finanziati dallo Stato, ma ricevono un rimborso per le spese sostenute durante le campagne elettorali (L. 157/1999, come modificata dalla L. 156/2002). A tale scopo è stato costituito un apposito fondo, il cui ammontare è dato dalla moltiplicazione del numero dei cittadini iscritti nelle liste elettorali della Camera dei deputati per la cifra di 1 euro, che viene ripartito tra tutti i partiti che partecipano alle diverse campagne elettorali.
Per le elezioni europee il contributo è ripartito tra i partiti e movimenti che abbiano ottenuto almeno un rappresentante al Parlamento europeo, in proporzione ai voti conseguiti da ciascuno di essi.
Per le elezioni regionali il rimborso è ripartito su base regionale in proporzione alla rispettiva popolazione. La quota spettante a ciascuna Regione è ripartita in proporzione ai voti ricevuti, tra le liste che abbiano ottenuto almeno un candidato eletto al Consiglio regionale.
I rimborsi relativi alle elezioni politiche sono corrisposti in misura annuale, entro il 31 luglio di ciascun anno. In caso di scioglimento del Senato o della Camera il versamento delle quote annuali è interrotto. I partiti che percepiscono tali fondi devono destinare una quota pari almeno al 5% delle somme ottenute ad iniziative dirette ad incentivare la partecipazione attiva delle donne alla politica.
Un rimborso è previsto anche per ogni comitato promotore di referendum.